lunedì, Novembre 28, 2022
HomeFoodAlla scoperta delle origini della carbonara

Alla scoperta delle origini della carbonara

Di Alessandra Orabona

Girano diverse storie sulle origini della carbonara, uno dei primi piatti più amati dagli italiani. Quale tra queste sia vera non ci è dato sapere. L’unica certezza è che pare non sia stata inventata dai romani.

Pensando agli ingredienti presi singolarmente, non può che venir in mente la tipica colazione americana: uova e bacon. Per questo, si ritiene che la ricetta abbia preso vita per mano dei soldati americani durante la seconda guerra mondiale.

Si narra che gli alleati assaggiarono la pasta “cacio e ova” abruzzese preparata nel territorio dell’Aquilano dai carbonai (carbonari in romanesco, da qui probabilmente “carbonara”) e la completarono con il guanciale dandogli quel tocco di “americanità”.

Non manca, però, la versione che ricollega le origini del piatto al suolo partenopeo, riconoscendo pur sempre i meriti ad un soldato americano nello stesso periodo. In questo secondo racconto sembrerebbe che un militare statunitense, assaporando il cibo di strada sulle bancarelle napoletane, abbia avuto l’intuizione di aggiungere ad una porzione di spaghetti “cacio e pepe” uova in polvere, panna e pancetta. Una ricetta che farebbe rabbrividire qualsiasi italiano ma che potrebbe essere l’antenata della nostra tanto amata carbonara. Si pensa, infatti, che partendo da questo piatto e rielaborando gli ingredienti, i napoletani perfezionarono la carbonara così come la conosciamo oggi. Da lì a poco la ricetta viaggiò fino alla capitale, che la adottò facendola sua.

 

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti