mercoledì, Novembre 30, 2022
HomeVeicoli di PensieroArte e CulturaPremio nazionale “Federico Del Prete”, applausi per l’intervento di Salvatore Scarpa

Premio nazionale “Federico Del Prete”, applausi per l’intervento di Salvatore Scarpa

La magnifica cornice Aversana di Palazzo Cascella ha tenuto a battesimo la seconda edizione del Premio nazionale “Federico Del Prete”, dedicato alla memoria del sindacalista, medaglia d’oro al valor civile, ucciso il 18 febbraio 2002 per la sua azione di contrasto alla criminalità organizzata.

Il prestigioso riconoscimento – ideato, fondato e presieduto dal figlio di Federico, il Cav. Gennaro Dott. Del Prete, presidente dell’associazione di promozione sociale “Memoriae” – è nato con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia, attraverso la valorizzazione dell’arte e della cultura. Il premio, che quest’anno ha avuto il riconoscimento del Ministero della Cultura e la partecipazione straordinaria dell’artista partenopea Ida Rendano, madrina dell’evento, è promosso dall’Associazione Memoriae in collaborazione con il Consorzio Agrorinasce, Palazzo Cascella e dell’Associazione Mirart, intende valorizzare la figura di Federico del Prete, uomo attivo nella vita sociale e sindacale, il suo coraggioso impegno nel denunciare tutte le forme di illegalità e le infiltrazioni camorristiche avvenute nei mercati rionali della Regione Campania, distinguendosi, come sindacalista, soprattutto per la capacità di associare le lotte del movimento sindacale con quelle di libero cittadino e lavoratore.

La Seconda Edizione del Premio “Federico del Prete”, per il 2022 è stato assegnato al Calciatore del Napoli Koulibaly Kalidou (Sport e Sociale) al Magistrato Fabrizio Forte (Legalità e Sociale) a Luciana di Mauro (Cittadinanza Attiva) al Liceo E.G. Segrè di S.Cipriano di Aversa (Impegno sociale) Associazione Siedas (Cultura) Associazione Unitalsi, (Disabilità). Assegnati anche 5 riconoscimenti speciali: Al giornalista Franco Musto , al Magistrato Egle Pilla, A Vincenzo D’ambrosio, All’Associazione Cif Italia. Particolarmente apprezzato dai presenti l’intervento del dottore Salvatore Scarpa, amministratore giudiziario del Jambo 1 (bene sottratto alla criminalità organizzata, nella foto) che ha ricordato l’importanza della sollecitazione continua nei confronti della società civile che passa anche attraverso la valorizzazione dell’arte e della cultura, argomenti che vedono da anni il Jambo impegnato su questo fronte.

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti