giovedì, Dicembre 1, 2022
HomeSaluteMondo SanitàAvellino, una storia di buona sanità alla Casa di Cura privata "Villa...

Avellino, una storia di buona sanità alla Casa di Cura privata “Villa dei Pini”

Una storia di buona sanità. Una storia di professionalità, passione e amore che vede protagonista la Casa di cura privata “Villa dei Pini” ad Avellino. Una storia che merita di essere raccontata e a farlo è direttamente la figlia di una paziente (per privacy lasceremo l’anonimato).
Il 5 maggio 2022 inizia la mia esperienza a Villa dei Pini per un percorso di recupero funzionale e riabilitativo di mia madre che, a seguito di un ictus cerebrale, ha riportato gravi deficit motori da emiparesi destra ed afasia motoria. I giorni trascorsi in questa struttura, tanti, mi hanno fatto conoscere una bella realtà sanitaria, un’oasi nella nostra città, dove persone con handicap possono tornare a sperare e a raccogliere le forze per
sperimentare la propria capacità di resilienza. Accoglienza, calore, sorrisi e professionalità caratterizzano tutto il personale. Encomiabili gli operatori sanitari, gli angeli di Villa dei Pini, gli infermieri tutti guidati dalla caposala Giovanna Pisano. Un plauso va al dottor Speranza, fisiatra, a mio avviso per vocazione, e al suo gruppo di infaticabili fisioterapisti, che con eccezionale empatia donano la loro energia e il loro entusiasmo a persone fragili e vulnerabili e per le quali diventano spesso i loro riferimenti.
Impeccabili tutti i medici: Palladino, Nevola, Miele, Marino, Santoro e Pagliuca. E poi la logopedista, Michela e le terapiste Roberta e Selene. Impossibile, inoltre, non sottolineare la gentilezza del personale addetto alla Hall. Uno splendido gruppo guidato con professionalità, dedizione, amore e passione, dal direttore sanitario, dottor Giuseppe Rosato“.
ARTICOLI CORRELATI

I più recenti