Smog, Legambiente boccia la Campania Nessuna città raggiunge la sufficienza

Nei dati raccolti da Legambiente nel report Mal’aria sulla qualità dell’aria delle 97 città italiane, sulla base degli ultimi 5 anni (2014 – 2018), i comuni capoluoghi della Campania sono tutti sotto la sufficienza. Su una scala di voti da 1 a 10, il miglior piazzamento è  ottenuto da Avellino con voto 4, seguono tutte le altre province con 3. Lo studio è stato realizzato confrontando le concentrazioni medie annue delle polveri sottili (Pm10, Pm2,5) e del biossido di azoto (NO2) con i rispettivi limiti medi annui suggeriti dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

La storia del Napoli in un museo La struttura, al Cis di Nola, sarà inaugurata il 2 ottobre e intolata ad Antonio Cammarota

I successi, le emozioni, la passione, l’amore per quella meravigliosa maglia, tutto racchiuso in un museo sugli 80 anni di storie calcistiche del Napoli. Sarà inaugurato venerdì prossimo 2 ottobre presso i locali dell’isola 1 del CIS di Nola, su iniziativa di Francesco Cammarota della omonima famiglia di imprenditori e tifosi azzurri, il museo Antonio Cammarota. Il C.A.M. Museum, nasce dal profondo legame della famiglia Cammarota per Napoli e per la squadra della città. Da nonno Vincenzo e fino ai giorni nostri si tramanda infatti una pura fede ai colori azzurri che oggi è giunta alla quarta generazione. il C.A.M. Museum, intitolato ad Antonio Cammarota, scomparso poco più di un anno fa a Napoli, è una collezione privata di maglie originali e cimeli storici del calcio che ripercorre, con sapiente cura, oltre 80 anni di calcio e passione azzurra, e non solo. Ma non finisce qui, perché nelle intenzioni degli ideatori del progetto vi è la destinazione di questo luogo di esposizione dinamica di cimeli del calcio, alla organizzazione di eventi sportivi e di solidarietà, di incontri per appassionati e tifosi ed anche di trasmissioni sportive ed eventi per addetti ai lavori. Insomma per gli appassionati di “azzurro” una vera e propria chicca e che va a realizzare un vero e proprio sogno di milioni di tifosi del Napoli.

 

Senza mascherina, multate dieci persone a Salerno I controlli dei carabinieri

Multate perché non indossavano la mascherina. E’ accaduto a Salerno, nei guai sono finite dieci persone fermate dai carabinieri. Sono state sanzionate con multe da 280 euro. Nei controlli sono stati impiegati 30 uomini con auto e moto di servizio del Nucleo Operativo e Radiomobile e di tutte le Stazioni della Compagnia.

Auto si ribalta, illeso il conducente L’incidente in Irpinia, a Bonito

La squadra dei Vigili del Fuoco del distaccamento di Grottaminarda, in Irpinia, è intervenuta a Bonito in località Beatrice, per un incidente che ha visto coinvolte due autovetture, di cui una si è ribaltata. I rispettivi conducenti, fortunatamente, non hanno subito gravi conseguenze e sono stati visitati sul posto dai sanitari del 118  senza essere trasportati in ospedale. I veicoli incidentati sono stati messi in sicurezza.

Napoli, bambino di 11 anni muore lanciandosi nel vuoto Sulla vicenda indaga la Polizia

Choc a Napoli, un bambino di 11 anni si è tolto la vita lanciandosi dalla finestra della casa al decimo piano in cui viveva con la famiglia. Stando ad una prima ricostruzione l’episodio è accaduto dopo la mezzanotte. Il piccolo è caduto su un ballatoio interno. Immediato è scattato l’allarme e l’intervento dei soccorsi ma ormai non c’era più nulla da fare. Sulla vicenda indaga la polizia. Il bambino avrebbe lasciato un messaggio alla madre prima di lanciarsi nel vuoto.

De Luca: “Penultima ordinanza prima di chiudere tutto” L’avvertimento del governatore

La stretta alla movida con il divieto di vendere alcol dopo le 22:00 e il limite di venti persone alle feste: “E” la penultima decisione prima di chiudere tutto”. Così Vincenzo De Luca ospite di Porta a porta si Rai1: “Sono molto allarmato – ha continuato il governatore della Campania – credo che dobbiamo aprire gli occhi e dire con chiarezza ai  cittadini che siamo già nella seconda ondata dell’epidemia. Ricordo che la Campania è la Regione che ha la più alta densità abitativa d’Italia e il 60% dei positivi oggi sono nelle Asl Napoli 1 e 2 e a Caserta, cioe’ quelle a maggiore congestione abitativa. Abbiamo quasi il 90% di positivi al covid che sono asintomatici ma questo non ci tranquillizza, perché intanto hanno aperto le scuole, una novità rispetto a sei mesi fa e l’assembramento all’ingresso e all’uscita è totale. “E davanti alle scuole – ha concluso De Luca – nessuno controlla nulla. Se vogliamo convivere per altri dieci mesi con il covid19, perché se ci va bene tra dieci mesi avremo il vaccino, il sistema di controllo del territorio deve essere rigoroso e capillare. Io rilevo che da due, tre mesi le forze dell’ordine sono scomparse, non trovo più una pattuglia dedicata al controllo anticovid e infatti il governo fa un decreto per l’obbligo della mascherina dopo le 18:00 e nessuno la porta. O facciamo l’ordinanza e la facciamo rispettare oppure perdiamo tempo”.

1 2 3 57