Il pannello di San Michele Arcangelo sarà restituito al comune di Contrada Recuperato dopo sette anni

Un prezioso pannello, risalente al XVII° secolo, della misura di 130x80 cm raffigurante “San Michele Arcangelo”, composto da 14 maioliche, sarà restituito il 16 gennaio alle ore 10.30 nella sede del Comune di Contrada (AV) dal Comandante del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, al Sindaco Pasquale De Santis. Alla restituzione, che avverrà nel rispetto della normativa anti-Covid, sarà presente anche Antonio Iannacone, Sindaco di Contrada all’epoca del furto, insieme ad autorità locali e studiosi d’arte.

Nel corso di un’ispezione dei registri commerciali di un rivenditore di Sorrento, nell’ambito della costante azione di controllo amministrativo effettuata sulle attività del settore dell’antiquariato, l’attenzione dei Carabinieri si è soffermata su un’operazione, regolarmente inserita nel registro di Pubblica Sicurezza, che riportava la seguente descrizione pannello maiolicato composto da 15 maioliche e di cui una mancante, raffigurante San Michele Arcangelo. Nonostante l’operazione di compravendita fosse datata aprile 2014, stesso mese del furto, i militari sono riusciti a identificare l’ultimo possessore, anch’egli titolare di un esercizio di Sorrento, al quale è stata sequestrata l’opera.

La comparazione delle immagini dell’opera con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal Comando TPC, ha consentito di identificare lopera trafugata, che all’epoca del furto era collocata all’interno di un’edicola votiva di Contrada e di cui era rimasta la sola maiolica ove era impressa la provenienza.

Il recupero del pannello di “San Michele Arcangelo è stato reso possibile dalla collaborazione tra la Procura della Repubblica di Torre Annunziata (NA), il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale e gli organi centrali e periferici dello Stato. Ancora una volta questa sinergia ha permesso di restituire alla collettività un’opera ormai ritenuta perduta e al territorio un importante tassello della sua storia e della sua cultura.

400 euro per la mediazione del fitto di un appartamento, ma è una truffa Denunciato un 50enne

I Carabinieri della Stazione di Monteforte Irpino, a termine di un’indagine scaturita da una denuncia presentata da un giovane nigeriano, hanno denunciato per truffa un 50enne originario del Camerun e residente ad Avellino.

Quest’ultimo si è fatto consegnare dalla vittima la somma di 400 euro quale corrispettivo per l’intermediazione affittuaria di un appartamento nel capoluogo irpino.

Ma, ricevuto il denaro, il 50enne faceva perdere le proprie tracce e si rendeva irreperibile.

Solo a questo punto il malcapitato non aveva più alcun dubbio del raggiro in cui era incappato e non indugiava a denunciare l’accaduto ai Carabinieri.

Le indagini condotte dai militari dell’Arma hanno consentito di risalire all’identità del soggetto, già noto alle Forze dell’Ordine, che, alla luce delle evidenze emerse, è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Capodichino, sequestrati oltre 11 chili di droga Arrestate due persone

I militari della Guardia di Finanza di Napoli, in collaborazione con i funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso lo scalo aeroportuale di Capodichino, hanno arrestato due cittadini di origine africana che trasportavano complessivamente 11,300 kg di droga nascosti all’interno dei bagagli da stiva.
I due, un 45enne e un 23enne, sono giunti a Napoli con un volo proveniente da Parigi.

Vaccino agli amici, indagato medico Le indagini dei Nas di Cosenza

Un medico dell’Azienda sanitaria di Cosenza, è indagato dalla Procura di Paola per avere somministrato indebitamente il vaccino anti Covid 19 a suoi amici e per aver sottoposto illegittimamente soggetti a lui vicini a tamponi per l’individuazione del virus nelle strutture che dirige. Le indagini sono state condotte dai Nas.

Occupano abusivamente alloggio popolare, denunciati Una coppia nei guai

I Carabinieri della Stazione di Pietrastornina, in Irpinia, hanno deferito alla competente Autorità Giudiziaria, una coppia di coniugi ritenuta responsabile del reato di “Invasione di terreni o edifici”.

I Carabinieri hanno accertato che gli stessi, dopo aver forzato la porta d’ingresso, si introducevano arbitrariamente in un alloggio di edilizia popolare ubicato di Pietrastornina, occupandolo abusivamente.

Ultimati gli accertamenti del caso, per la coppia è dunque scattata la denuncia in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Accoltella l’ex in piazza del Plebiscito Arrestato un 17enne

Accoltella la ex, è accaduto in piazza Del Plebiscito, a Napoli. Un 17enne ha colpito con un fendente una coetanea che poi ha chiesto aiuto ai carabinieri. Ora la giovane è ricoverata all’ospedale Pellegrini, ha riportato ferite guaribili in dieci giorni. L’aggressore è stato arrestato.

 

Provoca un incidente e si dà alla fuga: denunciato Giovane nei guai

Al termine di una celere attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Lioni sono riusciti ad acquisire elementi probanti che hanno portato alla denuncia di un giovane automobilista, ritenuto responsabile di fuga dopo l’incidente con danni alle persone e omissione di soccorso in sinistro stradale a lui collegabile.

L’incidente si è verificato sulla SS 691 “Fondo Valle Sele”: il ventenne, alla guida della propria autovettura, dopo aver impattato frontalmente contro un altro veicolo, incurante dei danni provocati sia ai mezzi che alle persone, si è dato alla fuga.

Prontamente giunti sul posto, i Carabinieri, dopo aver constatato che le persone coinvolte nel sinistro non avevano riportato gravi ferite, hanno effettuato il sopralluogo e raccolto i primi indizi per l’individuazione del responsabile del sinistro che, rintracciato dopo poche ore, è stato quindi deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Avellino.

Oltre alla denuncia, per lui è scattato anche il ritiro della patente di guida.

Scomparso un 69enne, ore di apprensione in Irpinia In azione le squadre di soccorso

I Vigili del Fuoco di Avellino, dal primo pomeriggio di oggi, sono impegnati nella ricerca di un uomo di 69 anni di Prata Principato Ultra. L’uomo allontanatosi da casa qualche giorno fa, è stato visto per l’ultima volta, nella zona della stazione del comune irpino. Sul posto sta operando il posto di Comando avanzato, con due unità Tas, specializzate in topografia applicata al soccorso, oltre all’unità cinofila, la squadra terrestre con unità Saf (speleo Alpino fluviali) e l’elicottero dei Vigili del Fuoco del nucleo regionale di Pontecagnano. Le ricerche al momento non hanno dato esito, e continueranno anche durante la notte.

1 2 3 19