Lavoro, Istat: 473mila occupati in meno rispetto allo scorso anno Numeri drammatici negli ultimi dodici mesi a causa della pandemia

Nuovo report dell’Istat sul lavoro in Italia. Ad ottobre gli occupati sono diminuiti leggermente rispetto a settembre (-0,1% pari a 13.000 unità in meno), si sono ridotti, invece, in modo molto consistente in rapporto ad ottobre dello scorso anno con 473. 000 persone al lavoro in meno. Il calo è dovuto soprattutto al crollo del lavoro indipendente e di quello a termine mentre gli occupati stabili sono aumentati (+61.000) anche grazie al blocco dei licenziamenti.

Whirlpool, gli operai occupano l’aeroporto di Capodichino Dopo la chiusura dello stabilimento di via Argine

Gli operai della Whirlpool hanno occupato l’aeroporto di Capodichino. Una protesta pacifica dovuta alla chiusura dello stabilimento di via Argine, a Napoli, avvenuta il 31 ottobre. Centinaia di dipendenti ormai da mesi stanno vivendo un dramma, con l’azienda che ha confermato la cessazione dell’attività anche al Governo. Ma la battaglia continua con tutti i sindacati mobilitati per salvare i posti di lavoro.

Whirlpool, gli operai bloccano la stazione centrale Dopo la chiusura dello stabilimento di via Argine

Vertenza Whirlpool, dopo la chiusura dello stabilimento di via Argine il 31 ottobre scorso, stamane gli operai si sono dati appuntamento davanti alla fabbrica e poi in corteo hanno prima bloccato prima i binari della stazione centrale di Napoli e poi hanno organizzato un sit-in. Rabbia e disperazione per la scelta dell’azienda di chiudere, nonostante le trattative, nonostante tutti i tentativi messi in campo in questi mesi.

Whirlpool, Conte: “Il Governo farà il massimo per trovare una soluzione” Il premier: "Si tratta di un presidio essenziale per Napoli e la Campania"

Vertenza Whirlpool, Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha risposto all’appello lanciato stamane dagli operai: “La Whirlpool, pur volendo investire in Italia nel 2021, ha confermato che la retribuzione dei lavoratori cesserà il 31 dicembre. Il Governo farà il massimo per trovare una soluzione e per conservare il presidio”. Così il premier alla Camera:  “Si tratta di un presidio essenziale per Napoli e per l’intero territorio campano. Il governo farà tutto ciò che è necessario per preservare l’occupazione dei lavoratori di Napoli e rilanciare le prospettive industriali del sito produttivo. C’è l’impegno – conclude il premier – del governo, mio personale e del ministro allo Sviluppo economico Patuanelli per contattare i vertici aziendali e assicurare la massima premura del governo”.

Vertenza Whirlpool, gli operai bloccano l’autostrada Napoli-Roma Chiesto un incontro con il premier Giuseppe Conte

Gli operai della Whirlpool, (lo stabilimento di via Argine chiuderà il 31 ottobre), sono tornati a scendere in strada per protestare, per manifestare contro una scelta che manderà a casa centinaia di operai. Chiedono un incontro con il premier Giuseppe Conte. Stamane hanno bloccato una tratto della Napoli-Roma, dopo aver appeso, ieri, un manichino su di un cavalcavia. Intanto è stato proclamato, per il prossimo 5 novembre, uno sciopero generale a Napoli, di quattro per ore, di tutti i settori produttivi dell’area metropolitana. La manifestazione partirà da piazza Dante. L’iniziativa è stata messa in campo da Cgil, Cisl e Uil.

Whirlpool, lo stabilimento di Napoli chiuderà il 31 ottobre Il ministro Provenzano: "Decisione grave e inaccettabile"

Il dramma Whirlpool si sta per consumare. Il 31 ottobre chiuderà lo stabilimento di via Argine. A confermarlo durante la riunione al Mise, l’amministratore delegato, Luigi La Morgia:”Dopo 18 mesi la situazione nonè cambiata. Il 31 ottobre la produzione su Napoli cesserà”. Immediata la risposta del ministro per il Sud, Giuseppe Provenzano:  “Una decisione grave e inaccettabile, sia per quanto riguarda l’irrilevanza dei mutamenti economici di questi ultimi mesi, sia a fronte delle politiche messe in campo dal governo”.

Covid, smart working fino al 70% Il Governo sta pensando di incrementare il lavoro da casa per evitare i contagi

di Valerio Chiusano

Il governo sta pensando di varare nuove misure tali da portare al 70% le attività degli uffici pubblici da svolgere da casa. L’obiettivo, da come riferisce l’Ansa, è incrementare lo smart-working per ridurre gli spostamenti e i conseguenti rischi di circolazione e contagio da Covid-19. Da settembre per i dipendenti pubblici era iniziato il rientro e le attività da svolgere in remoto si fermavano al 50% del personale, compatibilmente con il tipo di mansione svolta.

Lavoro, sale il numero degli occupati ad agosto I dati diffusi dall'Istat

Mercato del lavoro, arrivano segnali positivi dall’Istat. Stamane sono stati diffusi i dati relativi al mese di agosto. Il numero degli occupati è salito di 83mila unità. In lieve calo il tasso di disoccupazione che scende al 9,7%. Ma, nonostante l’aumento degli occupati, la situazione resta difficile perché – come sottolinea l’stat – il livello dell’occupazione è inferiore di oltre 350mila unità rispetto a febbraio 2020. Inoltre rimane più elevato sia il numero delle persone in cerca di lavoro che quello degli inattivi, pari ad oltre 250mila unità.

Istat, sotto il 40% il tasso di occupazione dei giovani Nel secondo trimistre mezzo milione di occupati in meno

Nel secondo trimestre del 2020 il tasso di disoccupazione è arrivato all’8,3% con un calo di 0,9 punti rispetto al primo trimestre e di due punti rispetto al secondo trimestre 2019. A rivelarlo è l’Istat. Il calo è legato all’aumento dell’inattività dovuta all’emergenza Covid e al lockdown. I disoccupati sono saliti a 2.057.000. Gli inattivi sono aumentati di 5,5 punti percentuali rispetto al primo trimestre e di 10 punti rispetto al trimestre precedente raggiungendo quota 14.183.000 unità. I più penalizzati sono stati i dipendenti con contratti non superiori ai sei mesi e i giovani con il tasso di occupazione che è sceso al 39,1%.

1 2 3 7