Istituti tecnici, l’80% dei diplomati lavora a un anno dal diploma Presentato al Miur il monitoraggio nazionale 2019, Bussetti: “Liberati con largo anticipo 32 milioni per queste istituzioni. Lavoriamo per un rapporto più saldo tra mondo della formazione e imprese»

di Massimo Saccone.

Roma, 27 Maggio 2019 – «Gli Istituti tecnici superiori rappresentano un segmento relativamente giovane del nostro sistema formativo, che ha già dimostrato di essere una punta di eccellenza: il numero degli iscritti a queste realtà aumenta di anno in anno, a testimonianza dell’alta qualità dell’offerta formativa e della garanzia di un quasi immediato Continua a leggere

Ricerca a sviluppo, Graded punta sui giovani Più di tre ore per oltre 30 colloqui individuali per la ricerca di figure specialistiche altamente qualificate da parte dell’azienda napoletana

di Ennio Tomasini.

Napoli, 21 Maggio 2019 – Più di 50 prenotazioni registrate sulla piattaforma jobservice.unina.it, il nuovo canale della Federico II dedicato al mondo del lavoro per avvicinare gli studenti alle aziende, quasi tre ore per oltre 30 colloqui individuali alla ricerca di figure specialistiche altamente qualificate. Continua a leggere

Inventori da tutta Italia per InnovAgorà A Milano, la piazza dei brevetti dal 6 maggio farà incontrare ricercatori e team provenienti da 48 Università e 13 Enti di ricerca. Un’area sarà dedicata ai prototipi

di Pierluca Mandelli.

Milano, 24 Aprile 2019 – Solo nell’anno 2017, ci sono state in Italia 4.352 richieste di brevetto all’Epo (il Registro Europeo dei brevetti) contro le 4.172 del 2016. Con il 2,6% di tutte le domande, l’Italia si piazza al decimo posto tra i Paesi più attivi nelle richieste all’Ufficio di Monaco. Continua a leggere

Industria 4.0 e big data: l’ultima scommessa hi-tech targata Graded L'azienda di Vito Grassi lancia un software per la centralizzazione degli acquisti: dal 15 aprile via al project work in collaborazione con la Digita Academy della Federico II

di Ennio Tomasini. 

Napoli, 22 Aprile 2019 – Digitalizzare i processi aziendali grazie a big data e intelligenza artificiale. E’ un software per “acquisti 4.0” l’ultima scommessa hi-tech lanciata da Graded, l’azienda guidata dal presidente di Confindustria Campania e Unione Industriali Napoli, Vito Grassi, attiva da 60 anni nel mercato della progettazione, realizzazione e gestione di Continua a leggere

Formazione e lavoro nell’era digitale: 38 aziende del Sud nel piano “Smart 4.0 Centosessantuno operai beneficiari, 220 impiegati, 33 quadri, 56 giovani tra i 18-29 anni, 85 donne, 81 lavoratori over 50: sono i numeri del programma formativo “Sviluppo, Miglioramento, Automazione, Risorse umane e Tecnologia” finanziato da Fondimpresa

di Ennio Tomasini.

Napoli, 15 Aprile 2019 – Dall’innovazione della governance alla digitalizzazione dei processi: i risultati del progetto di Stoà e Memory Consult finanziato da Fondimpresa che ha coinvolto Campania, Puglia, Sicilia e Basilicata. Continua a leggere

Gli italiani e la voglia di shopping online Sono circa 38,4 milioni a fare acquisti su internet. Con una spesa media di 360 euro, cresciuta del +10% nell’ultimo anno. Ma attenzione alle frodi

di Pierluca Mandelli.

Milano, 12 Aprile 2019 – Sapevate che Stati Uniti e Cina, da soli, controllano più del 60% dello shopping mondiale? Sono i leader indiscussi e rappresentano il 69,1% del valore totale del mercato.

Per quanto riguarda l’Europa, il valore totale del mercato è di 602 milioni di euro, e le Continua a leggere

Anatocismo e usura Bancaria: criticità ed aspetti operativi E’il tema di un convegno che si è svolto a Benevento presso il Dipartimento di Economia Management e Metodi Quantitativi dell’Università del Sannio. Presentato l’algoritmo che ‘scopre’le pratiche illegali

di Fabrizio Morlacchi.

Benevento, 11 Aprile 2019 – Un convegno che ha fornito nuove e utili indicazioni, quello organizzato nei giorni scorsi a Benevento, grazie alla collaborazione tra l’Università del Sannio e Sinergia s.r.l., start-up innovativa attiva nella produzione di software econometrici. E che ha visto la sentita partecipazione dei professionisti dell’area tecnico legale. Continua a leggere

Nasce l’associazione dei periti estimatori danni Per proteggere una figura completamente schiacciata dalle lobby e prossima a scomparire del tutto. Per il presidente Mercurio «un'azione di tutela non più rimandabile»

di Fabrizio Morlacchi.

Roma, 10 Aprile 2019 – E’ nata A.I.P.E.D. – Associazione Italiana Periti Estimatori Danni. Senza scopi o fini di lucro, apartitica e apolitica, riunisce i periti abilitati all’accertamento ed alla stima dei danni alle cose derivanti dalla circolazione, dal furto e dall’incendio dei veicoli a motore e dei natanti, nonché alla loro efficienza e condizione.

Un percorso nuovo di partecipazione e proposta scaturito da una vera e propria emergenza per questa categoria professionale schiacciata ogni giorno di più dallo strapotere contrattuale delle compagnie assicurative. Una libera professione che continua a perdere di indipendenza, terzietà e vive una lenta agonia non più sostenibile, ecco perché era sempre più fortemente avvertita l’esigenza di una reale ed effettiva tutela che coinvolgesse non i soli periti ma gran parte della filiera di un settore nel quale il diktat continua ad essere sempre e solo quello di “contenere i costi” di chi ha, invece, utili da capogiro.

Non si tratta più di intervenire, come per il passato, per la promozione o lo sviluppo di una categoria ma di una manovra di salvataggio in extremis, di protezione vera e propria di una figura completamente schiacciata dalle lobby e prossima a scomparire del tutto.

Il 16 marzo scorso nasce, dunque, da questi presupposti l’associazione che avrà la sua sede in Roma e che ha visto l’elezione, quale presidente, del P.A. Luigi Mercurio, da tempo impegnato nella difesa dell’attività peritale anche attraverso la denuncia di differenti e numerose problematiche, anche normative, consuetudini e prassi lavorative che hanno condotto alle attuali storture per tenere viva l’attenzione.

«Alla luce della mia esperienza e della situazione in cui oggi il perito si trova ad operare, è stato necessario ed indispensabile rispondere a questa esigenza di tutela, ormai non più procrastinabile – afferma Mercurio -. Preso atto che il ruolo professionale non è assolutamente tutelato da un organo istituzionale o da un proprio ordine professionale, con tutte le garanzie che tale riconoscimento apporterebbe alla categoria, abbiamo deciso di scendere in campo, perché il rischio è quello di scomparire. Abbiamo valutato, inoltre, il complesso rapporto professionale tra la nostra categoria e le compagnie di assicurazioni che mina fortemente la nostra terzietà, esigenza irrinunciabile per la valida espressione del nostro operato. Consapevoli che il nostro ruolo non può che svolgersi in autonomia, quindi libero da ogni imposizione o limitazione esterna, sono tra i promotori di tale iniziativa».

Gli obiettivi? «Liberare il perito da una visione deformata della effettiva stima dei danni, ormai appannaggio unicamente delle assicurazioni – spiega Luigi Mercurio a neifatti.it -. Sottrarlo dal conflitto nel quale è stato schierato come un guerriero in prima linea armato unicamente di software comodi per lo stravolgimento delle valutazioni. Riportare il perito ad utilizzare le proprie competenze a disposizione dell’intero settore, di tutti gli interlocutori e non di una sola fetta di mercato».

Le iniziative dell’A.I.P.E.D. e tutti gli aggiornamenti sul settore, saranno consultabili sulla pagina facebook, dove sarà possibile conoscere le modalità di adesione per sostenere e partecipare ad una rivoluzione di categoria non più rimandabile.

Infine il presidente Mercurio illustra primi impegni del sodalizio: «Parteciperemo il 9 maggio a Expoconsumatori a Roma dove si parlerà tra l’altre cose di riparazioni a regola d’arte – dice Luigi Mercurio -. Tra gli altri nostri impegni, inoltre, c’è quello di sensibilizzare le istituzioni e valutare la situazione in cui versa la professione. Chiederemo di partecipare al tavolo che tratta il tema riparazioni a regola d’arte, in quanto tra le varie entità presenti, carrozzieri, consumatori, eccetera manca proprio la presenza di associazioni peritali».

neifatti.it ©

Il modello ‘Materias’ piace ai cinesi, investimenti sulle idee degli under 40 campani Nicolais: «Siglato l'accordo con l'Accademia delle Scienze di Pechino, ora confidiamo in un maggiore afflusso di capitali istituzionali italiani»

di Ennio Tomasini.

Roma, 9 Aprile 2019 – Microaghi polimerici per il rilascio indolore dei farmaci che possono sostituire la vecchia siringa. Peptidi antimicrobici, ossia un potente antibatterico già corteggiato da numerose aziende, sia nel settore sanitario, sia in quello del food packaging. E ancora manufatti in cemento armato realizzati con la stampa 3D. Continua a leggere

1 2 3 4 5 20