Governo, da domani le consultazioni Dopo le dimissioni di Conte

Il premier Giuseppe Conte ha consegnato le sue dimissioni nelle mani del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella.

Le consultazioni per la formazione del nuovo governo partiranno domani pomeriggio, ha annunciato il segretario generale del Quirinale Ugo Zampetti.

Assembramenti davanti alle scuole, l’Unità di crisi: “Controlli ad ingresso e uscita” La nota ai sindaci: "Mantenere alta la guardia"

“In relazione alle notizie e alle immagini pervenute all’Unità di Crisi, e alle relative verifiche effettuate, che testimoniano diffuse situazioni di assembramento davanti agli istituti scolastici, si invitano i sindaci a predisporre mirati servizi di controllo da parte delle Polizie Municipali, in particolare nelle fasi di ingresso e di uscita di alunni e studenti dagli istituti scolastici.
L’Unità di Crisi ricorda che occorre mantenere alta la guardia contro i contagi e che la situazione generale deve assolutamente invitare tutti al rispetto dei protocolli di sicurezza, e in generale ad osservare comportamenti prudenti e responsabili”. Così in una nota l’Unità di Crisi.

Covid, 754 nuovi casi in Campania Sette decessi nelle ultime 48 ore

Positivi del giorno: 754 (di cui 24 casi identificati da test antigenici rapidi)
di cui
Asintomatici: 723
Sintomatici: 7
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 8.384 (di cui 761 antigenici)
Totale positivi: 214.776 (di cui 706 antigenici)
Totale tamponi: 2.339.916 (di cui 13.436 antigenici)
Deceduti: 20 (*)
Totale deceduti: 3.618
Guariti: 646
Totale guariti: 148.085
* 7 deceduti nelle ultime 48 ore e 13 deceduti in precedenza ma registrati ieri
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 105
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.455
** Posti letto Covid e Offerta privata

Covid, l’Ue scoraggia i viaggi In Italia zone ad alto rischio

La Commissione Ue scoraggia tutti i viaggi non essenziali. “Finché la situazione epidemiologica non sia migliorata considerevolmente. Visto che la capacità di test è aumentata, gli Stati dovrebbero usare di più i test pre-partenza anche nelle aree arancioni, rosse o grigie”.

Zingaretti: “Avanti con Conte” "Il Pd si sta adoperando per garantire un governo autorevole"

“Il Pd non ha mai puntato e non vuole le elezioni. E’ stato Renzi che ha portato a questo rischio, con una crisi al buio. Bisogna uscire da questa situazione. Va evitato e per farlo il Pd si sta adoperando per garantire un governo autorevole e con una base parlamentare ampia, europeista. Risolvere problemi non vuol dire baci e abbracci ma impegnarsi con Conte visto che ha avuto la fiducia poco tempo fa, per un governo ampio ed europeista”. Così il segretario del Pd, Nicola Zingaretti.

Azzurri sconfitti a Verona Napoli battuto 3-1

Napoli: Meret, Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Hysaj, Bakayoko (83′ Lobotka), Demme (65′ Politano), Lozano, Zielinski (83′ Elmas), Insigne (60′ Insigne), Petagna (65′ Osimhen). A disp.Ospina, Contini, Rrahmani, Manolas, Mario Rui, Ghoulam, Llorente. All.Gennaro Gattuso

Hellas Verona: Silvestri, Dawidowicz, Gunter (76′ Lovato), Di Marco (56′ Magnani), Faraoni, Tameze, Ilic, Lazovic, Barak, Zaccagni (83′ Bessa), Kalinic (56′ Di Carmine). All. Ivan Juric

Arbitro: Fabbri di Ravenna
Marcatori: 1′ H. Lozano, 34′ Di Marco, 62′ Barak, 79′ Zaccagni
Note: ammonito Demme, Di Lorenzo, Magnani, Koulibaly, Zaccagni

Verona – Comincia forte il Napoli, finisce fortissimo il Verona. Gli azzurri perdono al Bentegodi, vince l’Hellas che sorpassa il pur velocissimo gol iniziale di Lozano. Il Chucky segna in volata dopo 10 secondi dal fischio d’avvio. Poi il Napoli ha un paio di volte l’occasione per infilare il colpo del 2-0 e contingentare la partita in una cornice solida. Però dopo la prima mezzora condotta con autorelvolezza è il Verona che cambia l’inerzia col pareggio di Di Marco. Nella ripresa l’accelerazione gialloblù con il sinistro vincente in penetrazione di Barak e il colpo di testa di Zaccagni che blinda il 3-1. Il Napoli può rimpiangere sull’incipit della gara, allorquando avrebbe potuto chiudere e indirizzare dalla propria parte il match. Si ricomincia giovedì in Coppa Italia, contro lo Spezia, per la rivincita di campionato allo Stadio Maradona…

Fonte Sscnapoli

1 2 3 139