Gli italiani e gli integratori alimentari Sempre più presenti nelle diete, un comparto da 3,4 miliardi. Botanicals e probiotici tra i prodotti più venduti. Le raccomandazioni dell’ISS e il decalogo Federsalus

di Giulio Caccini.

Milano, 19 Novembre 2019 – Integratori. Ce ne sono di tutti i tipi e per tutte le esigenze. Capelli più forti? Integratore in compresse. Fame? Integratore solubile. E così via, dai prodotti per lo sport a quelli della linea benessere. E’ una sorta di mondo parallelo, quello Continua a leggere

L’Università di Padova si prende cura del sonno dei suoi studenti Si dorme sempre meno e con disturbi del sonno. L’iniziativa dell’ateneo padovano mira al miglioramento del benessere di tutte le persone che studiano e lavorano al suo interno

di Sofia Furlan.

Padova, 30 Ottobre 2019 – Negli ultimi dieci anni, la ricerca sul sonno ha accelerato a un ritmo mai visto prima. Organizzazioni come la Sleep Research Society, i Centers for Disease Control and Prevention, la Mayo Clinic e il National Institutes of Health hanno fatto luce Continua a leggere

Sapete cos’è il Bra Day? Ogni anno in Italia 50mila donne si ammalano di tumore al seno; tre su 10 riguardano la mammella ma solo il 23% delle donne conosce i diversi trattamenti disponibili di ricostruzione al seno

di Giulio Caccini.

Roma, 16 Ottobre 2019 – Oggi è il Bra Day (Breast Reconstruction Awareness Day), la Giornata internazionale per la consapevolezza sulla ricostruzione mammaria. Come ogni anno, la Società italiana di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica partecipa alla giornata Continua a leggere

Chi beve due caffè al giorno legge più velocemente Ricerca interuniversitaria pubblicata su Journal of Psychopharmacology: la caffeina migliora la percezione globale delle scene visive

di Fabrizio Morlacchi.

Padova, 16 Ottobre 2019 – Ogni giorno vengono consumate circa 1,6 miliardi di tazze di caffè. La caffeina è uno degli ingredienti psicoattivi più consumati al mondo. E voi quanti ne bevete solitamente? Sappiate che un team di ricercatori delle Università di Padova, Firenze Continua a leggere

Vitamine, i consigli della Società italiana medici pediatri Bambini e adolescenti hanno un metabolismo che richiede l’assunzione di tutti i nutrienti a cominciare dalle vitamine B, presenti in particolare nella frutta e nella verdura. Oltre il 46% dei giovanissimi, però, mangia male

di Armando Pannone.

Roma, 17 Maggio 2019 – Da tempo, l’Oms si è posta l’obiettivo di promuovere l’assunzione di almeno 400 grammi di frutta e verdura al giorno per persona, una quantità che corrisponde a circa cinque porzioni, al fine di evitare condizioni di squilibrio alimentare, anche per quanto riguarda i micronutrienti, indicati come uno dei principali fattori di rischio Continua a leggere

Parkinson? Prendiamolo a pugni Dall’Università di Indianapolis, l’allenamento dei pugili per migliorare la qualità della vita di pazienti affetti da parkinsonismo. Terapia eseguita anche in Italia, a Firenze il primo centro

di Giulio Caccini.

Roma, 7 Maggio 2019 – Una forma non tradizionale di esercizio sportivo molto vicino all’allenamento dei pugili è stato applicato, con successo, per i pazienti con malattia di Parkinson (PD). A Indianapolis, nell’Indiana, il programma di formazione per il pugilato di gruppo, sviluppato dalla Rock Steady Boxing Foundation, ha guadagnato una notevole Continua a leggere

Un decesso su cinque è associato a una cattiva alimentazione Circa 11 milioni di morti nel mondo a causa di una dieta povera. Alto apporto di sodio o basso apporto di cereali e frutta, tra i principali fattori di rischio alimentare

di Teresa Terracciano.

Roma, 17 Aprile 2019 – Lo studio ha valutato il consumo dei principali alimenti e nutrienti in 195 paesi e ha quantificato l’impatto della cattiva alimentazione sulla morte e sulle malattie (in particolare cancro, malattie cardiovascolari e diabete), tra il 1990 e il 2017. Continua a leggere

Sport di squadra come un antidepressivo per gli adolescenti L’effetto va di pari passo con una modifica della struttura del cervello. Interessante studio della Washington University su ragazzi dai 9 agli 11 anni

Da New York, Stanley Ruggiero Tucci.

27 Marzo 2019 – La depressione degli adulti è stata a lungo associata al restringimento dell’ippocampo, una regione del cervello che svolge un ruolo importante nella memoria e nella risposta allo stress. Di recente, una nuova ricerca della Washington University di St. Louis, pubblicata sulla rivista Biological Psychiatry: Cognitive Neuroscience and Continua a leggere

1 2 3 10