E’ ufficiale: il ritiro del Napoli inizierà il 24 agosto Fino al 4 settembre la preparazione degli azzurri a Castel di Sangro

Lunedì 24 agosto parte ufficialmente la nuova stagione azzurra. Dal 24, infatti, comincia il ritiro estivo del Napoli a Castel di Sangro finalizzato alla preparazione del campionato 2020/21.

Gli azzurri svolgeranno il primo allenamento in Abruzzo nel pomeriggio.

Saranno due i test amichevoli previsti nell’arco del raduno, le cui date verranno comunicate successivamente.

Il ritiro terminerà venerdì 4 settembre.

fonte ssc napoli

Ritiro a Castel di Sangro, autorizzato l’ingresso dei tifosi allo stadio Alle manifestazioni sportive potranno assistere un massimo di mille spettatori

Ritiro del Napoli a Castel di Sangro, c’è una importante novità che tutti i tifosi stavano attendendo con ansia. Agli allenamenti e alle amichevoli del Napoli potranno assistere un massimo di mille spettatori. Difatti, il presidente della Regione Abruzzo, Marco Marsilio, ieri ha firmato un’ordinanza, la numero 78, che “fermo restando – così si legge al punto 3 – l’attuale curva epidemiologica e fatte salve diverse valutazioni dei gruppo tecnico scientifico è anticipata al 24 agosto l’attuazione dell’art. 1 comma 6, del Dpcm del 7 agosto, consentendo da tale data e su responsabilità dei singoli organizzatori, la partecipazione del pubblico a singoli eventi sportivi di minore entità, che non superino il numero massimo di 1.000 spettatori per gli stadi all’aperto e di 200 spettatori per impianti sportivi al chiuso”.

Castel di Sangro, il sindaco: “Ritiro dal 24 agosto al 5 settembre” Caruso a neifatti.it: "Sarà allestito un Napoli Village"

Castel di Sangro è pronta ad accogliere gli azzurri. Ormai il countdown è iniziato. Mancano dodici giorni all’inizio del ritiro. Una novità assoluta per l’Abruzzo e per il Napoli. C’è grande curiosità e soprattutto grande attesa. Saranno settimane importanti per gli uomini di Gattuso, per gli azzurri e per l’amministrazione locale. “E’ una esperienza nuova sia per noi che per il Napoli – afferma a neifatti.it il sindaco di Castel di Sangro, Angelo Caruso – Stiamo allestendo tutto nei minimi particolari. Ci sarà un Napoli Village all’interno del palasport e delle aree circostanti con l’intera zona brandizzata proprio per accogliere nel migliore dei modi la squadra e i tifosi che verranno a trovarci”. Una grande occasione di sviluppo? “Sì – continua il primo cittadino – un volano straordinario il cui effetto già abbiamo iniziato a percepire”. Un ritiro sul quale, però, al momento pesano diverse incognite: “Quelle certamente legate alle norme anticovid. Saranno rispettati tutti i protocolli, al momento non sappiamo ancora se sarà possibile aprire gli allenamenti e le amichevoli ai tifosi”. Parliamo di amichevoli, dovrebbero essere tre: “Sì, tutte vedranno protagoniste squadra dell’Abruzzo: l’Aquila, Teramo e Castel di Sangro. Possibile anche che venga giocato un triangolare”. Sindaco, per chiudere, ormai le date del ritiro sono ufficiali: “Dal 24 agosto al 5 settembre, queste sono le ultime indicazioni giunte dal presidente De Laurentiis”.

 

Alvino: “Incontro Adl-Gattuso? Gettate le basi per il futuro” “Gara con il Barcellona, fotografia della stagione”

“La partita contro il Barcellona è la fotografia della stagione del Napoli. Si è partiti con il palo di Mertens e non so quanti legni ha centrato il Napoli quest’anno. Poi l’errore arbitrale e poi la poca capacità di concretizzare quanto si crea in avanti. Carlo Alvino, tifoso del Napoli, si alza in piedi davanti al gol di Messi. Chi ama il calcio non può non applaudire davanti ad una prodezza come quella dell’argentino”. Così Carlo Alvino,  intervenuto a radio Kiss Kiss Napoli, ha parlato anche dell’incontro tra De Laurentiis e Gattuso: “E’ servito a gettare le basi per il Napoli del futuro, i tempi sono stretti. Vanno chiuse operazioni in uscita e ufficializzati i rinnovi, mettendo a disposizione di Gattuso La Rosa completa il prima possibile”.

“Ritiro del Napoli a Castel di Sangro, si inizia il 24 agosto” Il presidente della regione Abruzzo: "Durerà almeno due settimane"

“Saremo pronti per il ritiro del Napoli a Castel di Sangro”. Parola di Marco Marsilio, presidente della Regione Abruzzo, intervenuto a radio Kiss Kiss Napoli. “Ho sentito De Laurentiis poche ore fa, non ci ha detto la durata del ritiro ma penso che siano almeno due settimane a partire dal 24 agosto. Stiamo lavorando – ha sottolineato Marsilio – con tutti gli organi sanitari affinché l’afflusso dei tifosi avvenga nel pieno rispetto delle norme anti-covid così come stiamo lavorando anche per permettere ad un numero limitato di tifosi l’ingresso all’interno dello stadio per assistere alle partite amichevoli degli azzurri”. Le sfide amichevoli del Napoli in ritiro potrebbero essere tre tutte con squadre abruzzesi. “Teramo, Castel di Sangro e Pescara? – conclude Marsilio – Non siamo lontani dalla realtà”.

Napoli fuori dalla Champions Azzurri sconfitti 3-1 dal Barcellona

Napoli: Ospina, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Fabian Ruiz (79′ Elmas), Demme (46′ Lobotka), Zielinski (70′ Lozano), Callejon (70′ Politano), Insigne (79′ Milik), Mertens. A disp.Meret, Karnezis, Luperto, Maksimovic, Hysaj, Allan, Llorente. All.Gennaro Gattuso

Barcellona: Ter Stegen, Semedo, Piquè, Lenglet, Jordi Alba, Sergi Roberto, Rakitic, De Jong, Messi, Griezmann (84′ Monchu), Suarez (92′ Junior Firpo). All. Quique Setién

Arbitro: Cakir (Turchia)
Marcatori: 10′ Lenglet, 23′ Messi, 45′ Suarez rig., 49′ Insigne rig.
Note: ammoniti Zielinski e Suarez.

La notte del Camp Nou è azulgrana. Il Barcellona batte il Napoli 3-1 e si qualifica ai quarti di finale di Champions League. Finisce l’avventura europea del Napoli che onora il palcoscenico più nobile internazionale restando in partita fino alla fine, tenendo anche sotto palla i catalani per buona parte della ripresa. Gli azzurri colpiscono pure due pali, il primo dei quali in apertura con Mertens che avrebbe potuto cambiare l’inerzia della sfida. Passa per primo, invece, il Barca con un colpo di testa di Lenglet viziato da una spinta su Demme e Koulibly in area. Poi Messi con un numero d’autore griffa il bis catalano. Ancora Messi propizia il rigore che Suarez mette dentro per il 3-0. Il Napoli non molla, nonostante il ciclone iberico, e si rimette in corsa con un rigore procurato da un guizzo di Mertens e segnato da Insigne con freddezza e precisione. Nella ripresa regna l’equlibrio con gli azzurri che schiacciano per vari minuti gli spagnoli dimostrando carattere e qualità. Va avanti il Barcellona, con legittimo merito, ma il Napoli lascia la Champions con la consapevolezza di essere all’altezza del prestigioso cimento. Finisce stasera la stagione azzurra, con in bacheca una Coppa Italia vinta battendo i campioni d’Italia della Juventus. Un trofeo che dà lustro all’annata e lancia energia positiva verso l’orizzonte della prossima stagione. Si ricomincerà a settembre, una nuova ed emozionante avventura azzurra.

fonte ssc napoli

Ufficiale: Maurizio Sarri esonerato dalla Juventus Fatale l'eliminazione dalla Champions per il tecnico toscano

di Valerio Chiusano

La Juventus ha reso noto, attraverso un comunicato, l’esonero di Maurizio Sarri che dalle 15 di oggi non è più l’allenatore della squadra bianconera:

Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. 

La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano.

L’esonero dell’allenatore toscano serpeggiava da tempo ma l’elimanazione della Juventus dalla Champions contro il Lione agli ottavi ha reso immediato il licenziamento dell’ex Napoli ed Empoli.

Nonostante la conquista dello scudetto, Sarri non è riuscito a riconfermarsi sulla panchina Juventina. Pesa sul tecnico di Figline Valdarno non solo l’uscita dalla Champions e la sconfitta in finale di Coppa Italia contro il Napoli, ma anche un feeling con l’ambiente bianconero mai sereno e soddisfacente.

Pochettino, Inzaghi o Zidane per il dopo Sarri

Il nome più caldo per il dopo Sarri sembra essere Pochettino. L’ex allenatore del Tottenahm e della nazionale Argentina rispecchierebbe le caratteristiche ricercate dalla società di Via Druento e sarebbe al momento libero. Più complesse le piste che portano a Simone Inzaghi e Zidane, impegnati rispettivamente con la Lazio e il Real Madrid.

 

Gattuso: “Domani abbiamo l’Everest da scalare” “Insigne? In campo solo se sarà al 100%”

“Sappiamo che sarà una partita molto, molto difficile. Noi dobbiamo fare una grande prestazione sia tecnica che tattica e forse non basterà nemmeno. C’è la consapevolezza di affrontare una grandissima”. Così ha esordito il tecnico del Napoli, Rino Gattuso, nella conferenza pre Barcellona-Napoli: “Insigne? Domani voglio sentire dalla sua bocca che si sentirà al 100%. Sarà una decisione sua, ma se non sarà al top non scenderà in campo dal primo minuto”. Poi Gattuso torna a parlare del Barça: “Domani abbiamo l’Everest da scalare. In questi mesi ho sentito tante barzellette, come un Barcellona non in forma o con giocatori che mancano. E’ uno spettacolo vederli giocare. Bisogna rispettarli e fare la cosa che ci farà meno male”.

Setien: “Il Napoli può farci male” Il tecnico del Barca: “La formazione di domani è decisa”

È vigili di Champions League, e’ vigilia di Napoli-Barcellona. E oggi è la giornata delle conferenze stampa.  Gattuso parlerà nel tardo pomeriggio, mentre il tecnico del Barça, Quique Setien, ha già incontrato i giornalisti: “Il Napoli e’ migliorato – ha dichiarato – difende bene, sa fare danni e può farci male: proveremo a minimizzarlo. La formazione di domani? E’ già decisa: Puig e Fati potrebbero giocare”.

1 2 3 17