Perché rileggere lo straniero La caduta delle certezze, sentirsi estraneo al mondo, il razzismo, sono alcuni dei temi di questo piccolissimo romanzo di Albert Camus che ha fatto la storia della letteratura francese e di tutto il ‘900

di Caterina Slovak.

Roma, 16 Marzo 2019 – “Oggi la mamma è morta. O forse ieri, non so”. Così comincia Lo Straniero, uno degli incipit più duri della storia della letteratura, e queste poche parole sono sufficienti per trasmettere una sorta di sconcerto che accompagna il lettore in ogni pagina del libro. E’ quello de Lo straniero, di Camus. Continua a leggere

Rileggiamo Eugénie Grandet E’ considerato il capolavoro di Honoré de Balzac, pubblicato nel 1833 fu tradotto in italiano, tra gli altri, da Grazia Deledda (Nobel per la letteratura nel 1926)

di Rosa Aghilar.

Roma, 24 Febbraio 2019 – “In certe città di provincia si trovano delle case la cui vista ispira una malinconia pari a quella che suscitano i chiostri più cupi, le lande più squallide o i ruderi più tristi. Forse in queste case ci sono insieme il silenzio dei chiostri e l’aridità delle lande, e gli scheletri dei ruderi; la vita e il movimento vi sono così sopiti che un estraneo le Continua a leggere

Mrs Dalloway: la vita in un giorno Nel complesso romanzo di Virginia Woolf le storie di due sconosciuti stranamente simili, ma con due destini opposti

di Caterina Slovak.

Roma, 23 Febbraio 2019 – Londra, 1923: è una giornata di metà giugno, e Clarissa Dalloway, una cinquantenne esponente dell’alta borghesia londinese, benestante e amante della bella vita, donna matura e per bene, deve organizzare la festa che si terrà la sera stessa in casa sua, nella Londra del primo dopoguerra. Continua a leggere

Scandalosa maledetta poesia Negli anni Settanta del XIX secolo, la relazione tra i poeti «maledetti» Arthur Rimbaud e Paul Verlaine, finita a colpi di pistola, suscitò un grande scandalo

di Caterina Slovak.

Parigi, 16 Febbraio 2019 – Le battaglie per i diritti degli omosessuali non sono nate oggi, e nemmeno il clamore per qualche relazione particolare: il 10 luglio 1873 il poeta Paul Verlaine spara due colpi di pistola al giovane amante Arthur Rimbaud in una stanza d’hotel di Bruxelles. Continua a leggere

«La città in cui ti conduco è vasta e intricata» I colori della passione e della purezza disegnano il romanzo di Michel Faber ambientato nella Londra vittoriana. Un libro che lascia il lettore col fiato sospeso fino all’ultima pagina, a tratti inquietante. Tradotto in 22 paesi

di Rosa Aghilar.

Roma, 9 Febbraio 2019 – “Si chiede se le foto che le ha scattato quel fotografo nel suo atelier dureranno per sempre, e spera di no. Sul momento, non ha avuto nessuna remora, e ha posato nuda vicino a piante in vaso, con le calze e basta accanto a un letto a baldacchino, e immersa fino alla vita in una vasca da bagno di acqua tiepida. Non aveva nemmeno dovuto toccare qualcuno!”. Continua a leggere

Il nome della rosa, ultimo classico del ‘900 Il classico di Eco si prepara a tornare una seconda volta sullo schermo, in una serie TV per avvicinare spettatori e lettori vecchi e nuovi al giallo medioevale che ha appassionato il mondo in quel lontano 1980

di Caterina Slovak.

Roma, 1 Febbraio 2019 – Stat rosa pristina nomine, nomina nuda tenemus. La rosa antica esiste solo nel nome, di tutte le cose scomparse ci rimangono puri nomi. E’ l’ultima frase del primo e più celebre romanzo storico di Umberto Eco, Il nome della rosa. E lo scrittore forse aveva ragione: l’uomo non è capace, a differenza di Dio, di cogliere davvero l’essenza delle Continua a leggere

Amos Oz, la storia di Israele con gli occhi di un bambino Conosciamo il grande scrittore israeliano attraverso uno dei suoi romanzi più famosi

di Caterina Slovak.

Roma, 19 Gennaio 2019 – Amos Oz è morto a Tel Aviv il 28 dicembre 2018. ll suo primo romanzo lo scrisse di notte, chiuso in bagno, fumando una sigaretta dopo l’altra. Uno scrittore metodico: non era riuscito a resistere alla scrittura e quando, al quarto romanzo, arrivò al successo, programmò fin da subito di dedicare quattro giorni a settimana alla Continua a leggere

Andersen, l’antidoto alla pigrizia invernale Le sue fiabe sono tra le opere letterarie più lette nel mondo. Dolcezza e malinconia per stimolare la fantasia di grandi e piccini

di Rosa Aghilar.

Roma, 12 Gennaio 2019 – Gli abbondanti banchetti, gli esilaranti giochi di società, le festività natalizie tutte, sono ormai passate. Non ci restano che i ricordi scintillanti di doni, luci e attimi di sana convivialità con amici e parenti oltre che il freddo dell’inverno che con il suo lento e inesorabile incedere, si sa, si avrebbe voglia di rimanere tutto il giorno avvolti Continua a leggere

Quando i medici raccontano… In un libro dieci storie in cui l’esperienza del dolore si trasforma in percorsi di rinascita e la narrazione segue il fil rouge della cura e dell’accudire. Opera prima di un gruppo di amici, camici bianchi con la passione per la scrittura

di Monica Longo.

Roma, 5 Gennaio 2019 – “Dieci medici raccontano”, edito da FioriDiZucca, una suggestiva raccolta di racconti scritti da dieci medici che si reinventano autori di altrettante storie. Racconti coinvolgenti che si fondono in un’unica esperienza narrativa singolare e intensa, profonda e al contempo delicata. La sofferenza rende fragili e la fragilità è la condizione di chi è delicato, di chi si Continua a leggere

1 2 3 9