A Napoli si spara tutti i giorni «Derive scissionistiche interne ai gruppi, scaturiti dall’arresto di esponenti di vertice e dal conseguente deficit di leadership», scrive la Dia. Ecco la mappa aggiornata dei Clan, tra scorribande armate e missioni di morte

di Gianmaria Roberti.

Napoli, 20 Maggio 2019 – Solo il dramma della piccola Noemi ha riportato a galla la realtà: a Napoli si spara tutti i giorni, a tutte le ore. E non ci sono quasi zone franche. Un trauma collettivo rimosso. Sibilano le pallottole nella rassegnazione della città, e nella colpevole sottovalutazione della politica. I fragili equilibri di camorra armano le stese, le ronde del Continua a leggere