Mais Ogm, Cerciello Renna: «Serve cautela, mancano studi epidemiologici per la stima degli effetti nel lungo termine» Per il presidente di AgriEthos non bisogna farsi suggestionare da uno studio che è soprattutto statistico. E aggiunge: «L’agricoltura transgenica mal si concilia con la diversità biologica che tipizza l’agricoltura italiana»

di Ennio Tomasini.

Roma, 21 Febbraio 2018 – «Quando si parla di Ogm l’atteggiamento della cautela è sempre il più indicato. E bene ha fatto il nostro Paese porsi in quest’ottica». Lo afferma il presidente del Centro Studi e Ricerche sul Sistema Agroalimentare “AgriEthos”, Luigi Cerciello Renna, autorevole giurista Continua a leggere