Minori stranieri non accompagnati, il risvolto più drammatico dell’immigrazione I bambini sono la parte invisibile e a rischio del fenomeno. I percorsi per l’integrazione hanno soprattutto in questi casi volti e progetti umani. Come l’affido familiare o l’accoglienza di comunità locali

di Anna Giuffrida.

Roma, 14 Novembre 2018 – Hanno, per lo più, tra i 15 e i 17 anni. Fuggono dal loro Paese, dalla povertà che li affama e da guerre che uccidono famiglie e futuro. Sono i minori stranieri non accompagnati, che in Italia arrivano con viaggi disperati e di speranza mescolati tra i migranti adulti. Un fenomeno all’interno di un fenomeno più grande, quello Continua a leggere