«L’infelicità non esiste. Io ho conosciuto la disperazione». Ecco il mondo di Alda Merini La poetessa riesce a trasformare l’internamento in manicomio, in straordinaria fonte d’ispirazione

di Rosa Aghilar.

Roma, 24 Maggio 2018 – Ero poco più di una bambina e ricordo lei, con quelle sigarette sempre tra le dita, circondata da libri, dall’aria trasandata e poco gusto nel vestire, ma dalla forte femminilità che rispondeva pacatamente alle domande dell’intervistatore e declamava con naturalezza versi di alcune sue poesie: Continua a leggere