La sfida alla povertà dei bambini di Catania: entrare in una banda… ma quella dell’orchestra Falcone e Borsellino de “La città invisibile” Alleviare la condizione infantile nell’hinterland del capoluogo è una lotta quotidiana contro la rassegnazione e la presenza della criminalità organizzata. I responsabili della fondazione raccontano come dal 2009 cercano di ridare un futuro ai ragazzi a rischio

di Anna Giuffrida.

Catania, 27 Novembre 2018 – Ragazzini che portano di nascosto il coltello in tasca e bambini che già a otto anni vengono assoldati per fare le sentinelle a 10 euro l’ora. Tra Adrano, in provincia di Catania, e i quartieri catanesi di Librino e San Cristoforo le famiglie convivono con la povertà che troppo spesso alimenta la criminalità organizzata. Continua a leggere