Alvino: “La confusione totale vista oggi è un dato molto preoccupante” “Gattuso dalla panchina ha trasmesso insicurezza”

“Ho sempre difeso Gattuso perché troppi infortuni hanno segnato la stagione, tante volte il risultato negativo non ha rispecchiato la prestazione offerta e l’anomalia del calcio ai tempi del Covid porta ad alti e bassi ma la confusione totale vista oggi è un dato molto preoccupante. Dalla panchina oggi ha trasmesso insicurezza e non certezze. Si riesce a rimettere in piedi la situazione in tempi brevi? Il calcio non aspetta nessuno”. Così Carlo Alvino.

Alvino: “Il Napoli l’ha giocata portando troppo rispetto all’avversario” "Nulla da recriminare, testa al Verona"

“Il Napoli l’ha giocata portando troppo rispetto all’avversario, un rispetto che a volte è sembrato addirittura timore. Il “primo non prenderle” stasera non ha pagato. Sarebbe stato meglio il napoletanissimo “chi nun tene curaggio non se cocca che femmene belle”. Quando è così anche gli episodi ti girano contro. Nulla da recriminare. Testa al Verona”. Così Carlo Alvino.

Alvino: “Quell’hashtag #GattusoOut fa il male del Napoli” "E' un gioco al massacro a cui non ci sto"

Nel corso della trasmissione “Ne parliamo il lunedì” su Canale 8, il giornalista Carlo Alvino è tornato sullo sfogo di Gattuso contro i giocatori che usano troppo il cellulare: “Temo sia uno sfogo anche per se stesso. Non è un mistero che sui social, dopo il ko con lo Spezia, è andato in tendenza l’hashtag #Gattusoout. Questa schizofrenia di tanti nella nostra amata città, è il male del calcio e danneggia il Napoli. Un anno fa a furor di popolo si chiedeva l’esonero di Ancelotti, ora non dico sia lo stesso ma c’è un venticello per la testa di Gattuso. Per quanto mi riguarda è un gioco al massacro a cui non ci sto, se cambiamo ogni 12 mesi non c’è un progetto e non c’è futuro. Gattuso è il tecnico giusto, il momento di difficoltà lo dovrà superare tornando a fare semplicemente Gattuso, senza troppe alchimie per togliersi certe etichette”.

Alvino: “Napoli discontinuo ed immaturo” "Fallito l'ennesimo esame"

“Il Napoli fallisce l’ennesimo esame confermandosi purtroppo solo discontinuo ed immaturo. Non derubrichiamo tutto a “mancanza di cattiveria”. Un severo e serio esame di coscienza da parte di società, staff tecnico e calciatori è d’obbligo. E che nessuno si senta esente da colpe”. Così Carlo Alvino.

Alvino: “Sarri e Cutrone al Napoli? Altro che uccellini, qui si tratta di bufale” “E’ qualcosa di irreale”

Nel corso di “Radio Goal”, il giornalista Carlo Alvino è intervenuto ai microfoni di Kiss Kiss Napoli: “I migliori azzurri del decennio? Per quanto riguarda l’allenatore avrei votato Maurizio Sarri senza alcun dubbio. Per l’attaccante invece, guardando solo all’aspetto tecnico, avrei votato Gonzalo Higuain”.

Un ritorno di Sarri al Napoli?

“Accostare il nome di Sarri al Napoli è qualcosa di irreale. Ho sentito che qualche uccellino parla di Sarri al Napoli, altro che uccellini queste sono bufale acide! Facendo solo far uscire queste finte notizie mortifica Rino Gattuso”.

Osimhen già pronto per Cagliari?
“Mi sento di essere prudente, credo che oggettivamente sia molto difficile vederlo in campo alla Sardegna Arena. Da domani tornerà e sarà preso in carica e monitorato dallo staff tecnico del Napoli. E’ reduce da un infortunio molto doloroso che limita anche molto mentalmente il giocatore, la paura di cadere e rifarsi male c’è sempre”.

Cutrone al Napoli?
“Altra bufala, resto senza parole. Se vogliamo buona informazione dobbiamo dire che al Napoli non interessa l’attaccante della Fiorentina. Ho parlato direttamente con chi fa il mercato del Napoli e mi hanno smentito ufficialmente sia Cutrone che Sarri. In attacco il Napoli ha giocatori da smaltire figuriamoci se cerca un altro attaccante come Cutrone”.

Obiettivi del Napoli per il 2021?

“Sicuramente il ritorno in Champions League“.

1 2 3 4