Amianto, sequestrata discarica abusiva L'operazione dei Carabinieri del gruppo Forestale a Mirabella Eclano

Permane alta l’attenzione dei Carabinieri del Gruppo Forestale di Avellino nella pianificazione ed attuazione dei servizi finalizzati all’accertamento di violazioni connesse alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica e, in particolare, alla gestione illecita di rifiuti.

Non è la prima volta, e probabilmente non sarà neppure l’ultima, che si individua una discarica abusiva. È successo a Mirabella Eclano dove i Carabinieri della locale Stazione Forestale hanno scoperto in un’area comunale di circa 1.100 mq la presenza di 8 lastre in fibrocemento contenete presumibilmente amianto (dalle dimensioni di 4 mq cadauna), pneumatici dismessi, circa 10 mc di laterizi dismessi di vario genere nonché 2 cumuli di rifiuti vegetali.

Inoltre sulla stessa area, facilmente accessibile da terze persone, insiste un fabbricato di circa 130 mq con all’interno ulteriori rifiuti presumibilmente pericolosi per un ammontare di circa 7 mc. Conseguentemente i Carabinieri hanno provveduto a sottoporre a sequestro l’area ed il fabbricato, informando la Procura della Repubblica di Benevento del reato commesso da parte di ignoti. Sono in corso indagini tese all’individuazione dei responsabili dell’illecito smaltimento di rifiuti.

Il Paese dei veleni che non tutti conoscono Diossine, amianto, mercurio, la contaminazione industriale ha prodotto in Italia 3500 morti in 8 anni. Da nord a sud, tutte le regioni sono coinvolte. Nella sola Lombardia quasi 900 siti contaminati. E in uno di questi si produce latte

di Fabrizio Morlacchi.

Roma, 12 Settembre 2017 – Se esiste una terra dei fuochi esiste anche un’Italia dei veleni. “E’ tutta la Penisola, terra dei fuochi” dice a neifatti.it uno dei poliziotti della squadra di Roberto Mancini. Continua a leggere