Al Cam di Casoria la terza edizione del Festival Survival Il museo napoletano, autodefinitosi “deSalvinizzato”, ripropone le opere di settanta artisti del mondo in qualche modo “sopravvissuti”

di Ennio Tomasini.

Napoli, 10 Luglio 2018 – Come può un artista sopravvivere in una società in cui le barriere diventano sempre più forti? L’arte, sinonimo di apertura, combatte con una situazione politica che costringe i popoli a negare la discussione e l’incontro con l’altro. Sono i sopravvissuti del mondo dell’arte a dover contrastare tale attuale contraddizione con lo Continua a leggere