Campagna elettorale senza vino Temi come vitivinicoltura, enoturismo ma anche turismo rurale e difesa dei suoli vengono trattati poco e male dai partiti. Così Città del Vino ha inviato un documento alle segreterie

di Aldo Morlando.

Roma, 24 Febbraio 2018 – Cosa succederà dopo il 4 marzo? Se lo chiedono (non solo) gli imprenditori vitivinicoli italiani. Perché, fanno notare, al di là delle ipotesi sulla governabilità, nel corso di questa campagna elettorale l’argomento vino o non è stato per niente toccato Continua a leggere