Trasparenza e merito contro la mala-gestione nelle universita’, petizione al Presidente della Repubblica Nasce a Roma un'associazione di ricercatori e docenti 'ribelli' per arginare lo strapotere dei baroni, ne fa parte chi ha gia' denunciato abusi e corruzione

di Gianmaria Roberti.

Roma, 23 Novembre 2017 – E adesso la rivolta contro i baroni accademici ha anche un nome: l’associazione “Trasparenza e Merito. L’Università che vogliamo”. A Roma è nata la rete di ricercatori e docenti “ribelli”. Tra i fondatori spuntano le storie di chi non è rimasto in silenzio, di fronte ai concorsi sospetti di essere truccati. Continua a leggere