Ecco la vodka di Chernobyl. Senza radiazioni Si chiamerà 'Atomik'. La collaborazione tra ricercatori britannici e ucraini ha reso possibile la produzione della bevanda non radioattiva a partire da cereali raccolti nella zona in Ucraina contaminata dall'incidente nucleare del 1986

di Danilo Gervaso.

Chernobyl, 13 Agosto 2019 – La collaborazione tra ricercatori britannici e ucraini ha reso possibile la produzione di una vodka non radioattiva a partire da cereali raccolti nella zona di Chernobyl, in Ucraina, contaminata dall’incidente avvenuto nel 1986 nella centrale Continua a leggere