8° giornata di Serie A, il punto sugli infortuni Anche Milinkovic Savic positivo al Covid

di Salvatore Monaco

Osimhen

L’attaccante del Napoli in questi giorni ha riscontrati problemi alla spalla e al polso. Molto difficile vederlo in campo con il Milan ed a rischio anche la partita di Europa contro il Rijeka.

Hysaj

Ieri tramite storie Instagram l’albanese ha comunicato la sua positività al Covid-19. Da escludere quindi la sua presenza contro i rossoneri.

De Ligt

Il baby fenomeno della Juve è tornato ad allenarsi in gruppo. Molto probabilmente farà parte dei convocati per la partita contro il Cagliari, ma un suo utilizzo dal primo minuto sembra difficile.

Ospina

Anche per lui problema fisico in nazionale durante la partita contro l’Uruguay. La Colombia ha annunciato che non ci sarà contro l’Ecuador e di conseguenza contro il Milan tra i pali molto probabilmente ci sarà Meret.

Milinkovic Savic

La Serbia ha comunicato da pochi minuti la sua positività. Quindi altra tegola per la Lazio che perde uno dei suoi uomini più importanti.

Dzeko

Il Bosniaco è risultato ancora positivo anche se con una carica virale molto bassa. Per ora però dovrebbe essere fuori la prossima giornata.

Covid, Ronaldo negativo Dopo 19 giorni il portoghese potrà tornare in campo

di Salvatore Monaco

“Cristiano Ronaldo ha effettuato il controllo con test diagnostico (tampone) per il Covid 19. L’esame ha dato esito negativo. Il giocatore dopo 19 giorni è pertanto guarito e non più sottoposto al regime di isolamento domiciliare”. Questo il comunicato del club bianconero che ufficializza il ritorno a pieno regine di CR7 dopo questo periodo di positività. Pirlo quindi potrà riabbracciare il portoghese che adesso si candida con forza per una maglia da titolare contro lo Spezia.

Lo strano caso di Eriksen: come gestirlo al fantacalcio Consigli utili

di salvatore monaco
Da quando il danese è arrivato in Italia non si è mai espresso ai livelli visti in Olanda prima e al Tottenham poi, la domanda che sorge spontanea è: perché? Per alcuni i motivi sono di adattamento al nostro calcio, per altri è il rapporto con Conte ed invece per altri ancora è una motivazione tattica. Fatto sta che questo Eriksen è solo il fantasma del numero 10 che il mondo conosce, e di conseguenza ne risente anche chi ha deciso di puntare su di lui al fantacalcio.

Come gestirlo?

Quando gioca va sempre messo. Infatti un calciatore con le sue qualità può infiammare la partita con giocate estemporanee che ha nelle corde, anche se ancora non si sono viste nella sua avventura nero-azzurra. La speranza è che si possa vedere in tempi brevi il vero Eriksen, se così non fosse già si parla di un suo addio a gennaio che porterebbe nelle casse dei Fantallenatori una somma tale da investire in un altro centrocampista. Quindi il consiglio è di aspettare, se il danese non esplode è giusto svincolarlo anche prima di gennaio soprattutto se c’è qualcuno nella lista svincolati che sta facendo molto bene.

Osimhen, che impatto: con lui in campo un gol ogni 17 minuti Grandi numeri per l'attaccante nigeriano

Di Salvatore Monaco.

L’attaccante nigeriano ha avuto uno straordinario approccio al calcio nostrano collezionando 1 gol ed 1 un assist nelle prime 3 partite, ma il dato impressionante è quello che fa notare come tutti e 12 i gol del Napoli siano arrivati con lui in campo, ed infatti con la sua presenza sul rettangolo di gioco il Napoli trova il gol ogni 17 minuti circa. Osimhen infatti, grazie alla sua fisicità e la sua velocità, riesce ad attaccare con grande efficacia la profondità facendo allungare la squadra avversaria e creando, di conseguenza, delle vere e proprie praterie alle sue spalle che i suoi compagni di reparto riescono a sfruttare al meglio. Inoltre il numero 9 ha dato ai partenopei una soluzione in più, infatti il lancio lungo alla ricerca dello spazio e alla ricerca della sua prima punta è un’opzione che gli azzurri in queste prime uscite hanno hanno più volte utilizzato per uscite dal pressing avversario. Probabilmente Osimhen attualmente non è un attaccante da 20 gol a stagione, ma è indubbio che sia un giocatore che fa reparto da solo, che fa segnare e che si è immerso perfettamente nella realtà partenopea e nel gioco di Gattuso.

foto sscnapoli

Luis Muriel: l’eterno sottovalutato all’asta del Fantacalcio Tutti i consigli utili per gli appassionati

La stagione scorsa 34 partite, 18 gol e 1 assist; quest’anno dopo 3 partite ha messo già messo a segno 2 gol ed 1 assist, basterebbe questo per farvi capire che Luis Muriel è da considerare un attaccante top. Inoltre adesso, data anche la difficile situazione di Ilicic, ha conquistato un posto fisso da titolare in coppia con Zapata e questo sicuramente può permettergli di arrivare ad un numero considerevole di marcature, e perchè no, magari anche superiore a quelle dell’anno scorso. Perchè sottovalutato? Ovviamente non vi aspettate di pagarlo ad un prezzo bassissimo, ma sicuramente di meno di altri top in attacco anche se il suo rendimento potrebbe essere pari o comunque di poco inferiore.

Come gestirlo?

L’ideale sarebbe acquistarlo in coppia con Ilicic dato che quando il serbo tornerà è molto probabile che si alternerà con il colombiano. Non è escluso un loro impiego insieme dal primo minuto visto che sono giocatori che hanno dimostrato in passato di saper coesistere, e sicuramente avere macchine da gol in squadra, come i due atalantini, fa sicuramente molto comodo. Inoltre come già detto il posto da titolare al momento è suo, ma non dimenticate che, anche nel caso dovesse partire dalla panchina, grazie alle cinque  sostituzione prenderà sempre voto ed è probabile che subentrerà in un momento della partita che potrebbe permettergli di portare un bel +3.

Chiesa-Juve: affare quasi fatto! Cosa fare al fantacalcio? Consigli utili

di Salvatore Monaco

Inizia a prendere forma la nuova Juventus di Andrea Pirlo. Paratici, infatti, sta cercando di limare gli ultimi dettagli per portare Federico Chiesa in maglia bianconera. Alla Fiorentina dovrebbero andare 50 milioni più 10 di bonus mentre il giocatore percepirà 4,5 milioni di euro all’anno per 5 anni.

Cosa fare al fantacalcio?

La domanda che in molti si stanno ponendo è: adesso conviene ancora prendere Chiesa? La riposta è sì. Infatti, il ruolo che andrà a ricoprire alla Juve è lo stesso in cui gioca attualmente alla viola, quindi tatticamente la situazione rimarrà invariata. La concorrenza sarà sicuramente  più alta e più spietata ma questa situazione potrebbe paradossalmente aiutare i Fantallenatori poiché il prezzo del nazionale italiano dovrebbe addirittura calare all’asta iniziale. Chiesa potrebbe essere un’ottima pedina per Pirlo e per la sua Juventus e di conseguenza anche per chi ha deciso di puntare su di lui al fantacalcio dato che sicuramente avrà spazio e condizioni per far bene, in vista anche dell’Europeo che si svolgerà questa estate.

Morata torna alla Juve: cosa fare al Fantacalcio? Il mercato entra nel vivo, tutti i consigli utili

 

 

 

di Salvatore Monaco

Nè Dzeko né Milik, alla corte di Pirlo arriva Alvaro Morata. L’attaccante 27enne arriva in prestito dall’Atletico Madrid e percepirà 5 milioni di euro all’anno più bonus che potrebbero far arrivare lo stipendio a 7,5 milioni.

COSA FARE AL FANTACALCIO?

Morata non ha mai nascosto il desiderio di tornare a Torino e questo è sicuramente un punto a sua favore. Infatti, nelle sue esperienze post Juve non ha mai raggiunto i livelli che aveva toccato in maglia bianconera e di conseguenza potrebbe essere un’ottima occasione per ritornare su quegli standard. Non aspettatevi però un bomber da prima fascia, infatti la maggior parte delle occasioni da gol le avrà comunque Ronaldo, ma Alvaro è comunque un attaccante che può far bene e arrivare facilmente in doppia cifra. Non è quindi sconsigliato un suo acquisto, perché, come già detto, la via della rete la troverà, ma non puntateci come primo slot, lo spagnolo è il giocatore ideale da affiancare ad un bomber da 20 o più gol stagionali (es. Ronaldo, Immobile, Lukaku).