Pubblicato il: 28 febbraio 2018 alle 9:00 am

A Milano due secoli sui pedali con la mostra ‘The Bicycle Reinassance’ Nel Palazzo della Triennale la trasformazione e la rinascita della bicicletta a 200 anni dalla sua creazione. Tra i modelli esposti anche la Corinto Chrome di Taurus

di Pierluca Mandelli.

Milano, 28 Febbraio 2018 – Dall’aprile del 2017 la Taurus, la storica azienda di Gallarate che quest’anno spegne 110 candeline, ha conosciuto una nuova vita. Già famosa in tutto il mondo per le bici che hanno rappresentato un orgoglio del Made in Italy, è stata rilevata dall’imprenditore Fabio De Felice il quale, con un piano di sviluppo quinquennale prevede di passare da una produzione di 1.500 biciclette l’anno a 100 mila, sviluppando mercati potenziali come i Paesi asiatici e il Sud America, sia attraverso l’e-commerce che grazie all’apertura di vari show room nel mondo.

L’ambizioso obiettivo punta a quintuplicare l’attuale fatturato, incrementando il numero di dipendenti. E la Corinto Chrome, il grande grande classico di Taurus biciclette, da sempre il top di gamma della linea Heritage, è tra i modelli che saranno esposti nella speciale mostra “The Bicycle Reinassance” allestita grazie a Triennale di Milano e Banca IFIS, presso il Palazzo della Triennale di Milano in viale Alemagna – curatore Paolo Manfredi – per celebrare il rinascimento della bicicletta mettendo in luce tutta la vitalità delle due ruote, strumento di mobilità per le città e le metropoli ma anche oggetto su cui si incardina un nuovo modo di produrre. Attraverso quindici modelli di biciclette la mostra vuole raccontare l’evoluzione e le diverse declinazioni delle due ruote: bicicletta da città, da corsa, da trasporto, di design, in carbonio, in acciaio fino a quelle realizzate su misura grazie alle nuove tecnologie della manifattura digitale.

Non a caso la bicicletta appare come un prodotto emblematico della rivoluzione che oggi trasforma non solo le modalità di produrre ma anche quelle del consumare. Da qui parte una riflessione che abbraccia in maniera ampia un nuovo modo di fare impresa ed economia, incarnato da un prodotto che coniuga tecnologia, design e stili di vita. Gli elementi esposti nella mostra e i percorsi proposti si fanno portavoce di una nuova manifattura Made in Italy in tutta la sua unicità e creatività. E, come afferma Fabio De Felice: «Siamo protagonisti di una rivoluzione che è al tempo stesso anche un’operazione culturale che vede nelle ciclovie e nei cammini le nuove grandi infrastrutture. Nelle nostre città va invertita completamente la gerarchia: priorità a pedoni e ciclisti. Questo significa provare a tenere insieme la ciclabilità con le scelte sul trasporto pubblico e dell’accessibilità alle città. Significa – precisa l’imprenditore – che le due ruote che tornano protagoniste sono il segnale di una nuova, più forte e consapevole sensibilità per l’ambiente e la sostenibilità in generale».

E la Corinto Chrome Taurus? Gli appassionati sanno che si tratta di un oggetto capace di tenere insieme la cura per il dettaglio tipicamente artigianale con elevate prestazioni garantite da processi produttivi innovativi. Telaio in acciaio con congiunzioni saldo brasate, freni a bacchetta a pistoncino, leve freno marchiate Taurus, testa della forcella cromata, parafanghi corazzati e filettature eseguite a mano libera, cosi come il faro anteriore verniciato in tinta, sono solo alcuni degli elementi principali che la contraddistinguono. La particolarità degli elementi cromati (carro posteriore, le puntine della forcella, le congiunzioni e la curva della frasca, la costina del carter) conferiscono un vero e proprio “luxury touch” esaltandone l’unicità.

neifatti.it ©