Pubblicato il: 12 marzo 2018 alle 9:00 am

Si chiama Caroline’s Cart e finalmente è arrivato anche in Italia A Ravenna il primo supermercato con i carrelli arrivati dagli Usa e pensati per fare la spesa con persone diversamente abili

di Giulio Caccini.

Ravenna, 12 Marzo 2018 – E’ arrivato anche in Italia lo speciale “Caroline’s Cart”, il carrello per la spesa pensato per le persone disabili creato da Drew Ann Long. E’ stato il supermercato ExtraCoop Esp di Ravenna, il primo a dotarsi di questi dispositivi, grazie all’impegno dell’associazione “Il sorriso di Giada”.Si tratta di un carrello che ha un grande sedile davanti e consente alle famiglie che entrano in negozio con un bambino costretto a spostarsi in carrozzina oppure con una persona affetta da disabilità di spostarsi insieme nei corridoi del supermercato per fare la spesa.

L’Associazione Onlus “Il sorriso di Giada” nasce a maggio del 2016 per volontà dei genitori di Giada, una bimba di Ravenna di otto anni intorno alla quale si è concentrato l’affetto di tante persone che l’hanno conosciuta in questi anni, insieme ad altri genitori, alcuni dei quali con bambini o ragazzi affetti da disabilità. «Siamo un gruppo di volontari che, con passione e impegno, stiamo lavorando a una serie di laboratori dedicati a tutti i bimbi, sia diversamente abili che normodotati – spiegano -, e alle loro famiglie. Avvalendoci della collaborazione di una psicologa e di tantissimi volontari vogliamo offrire gratuitamente un conforto ai genitori che, come alcune di noi, hanno vissuto e vivono sulla propria pelle l’emarginazione e l’isolamento che spesso comporta il fatto di avere un figlio con problemi. Allo stesso tempo, puntiamo all’integrazione con chi non vive, per fortuna, ciò che passiamo noi: crediamo nella condivisione, contro ogni pregiudizio».

Come nasce il carrello Caroline’s Cart? Grazie a Drew Ann Long, moglie casalinga e madre di tre figli, che vive ad Alabastro, Alabama. Quando sua figlia, Caroline, aveva circa 7 anni, Drew non poteva più adattarla ai carrelli della spesa forniti dai negozi. Ecco come è iniziata la sua storia. Fu allora che Drew ebbe l’idea di creare un posto più grande all’interno di un carrello medio; abbastanza grande da contenere sua figlia, ma abbastanza proporzionata da mantenere ancora un carrello pieno di generi alimentari.

Caroline’s Cart ha già vinto diversi premi, in particolare il prestigioso premio Da Vinci 2013 per i trasporti e la mobilità. Technibilt (membro del gruppo Wanzl), il più grande produttore al mondo di carrelli della spesa, ha iniziato a produrre una linea di Caroline’s Carts nel 2013 e in molti supermercati del mondo, già da tempo, si trovano questi speciali carrelli accanto ai tradizionali.

Dopo le sollecitazioni di Pamela Zingale, presidente dell’associazione “Il sorriso di Giada”, è stata Marianna De Benedictis, volontaria dell’associazione, a contattare Drew Ann Long. «Da quel momento – ha raccontato – è nata una bellissima amicizia. La ringraziamo a distanza per averci guidate in questo progetto».

Emozionata Pamela Zingale, presidente della onlus e mamma di Giada: «Rilevando i bisogni delle mamme con figli speciali, ci siamo resi conto di quanto difficile fosse poter fare la spesa. Ringrazio mia figlia che ogni giorno mi dà il coraggio di puntare in alto e provare a cambiare le cose, alleggerendo le famiglie».

«Oggi sono ancora più orgoglioso di lavorare in Coop Alleanza 3.0 – ha fatto sapere Maurizio Gaigher –  da oggi all’extracoop Esp di Ravenna è presente un nuovo servizio pensato per tutte quelle famiglie che vivono in prima persona il complesso tema della disabilità: un grande grazie a “Il sorriso di Giada” per averci spinti fino in America per comperare i carrelli “Caroline’s Cart”, ai colleghi che hanno creduto ad un progetto che fino a ieri sembrava irraggiungibile».

L’auspicio, adesso, è che gli speciali carrelli vengano acquistati anche da altri supermercati e centri commerciali in Italia.

neifatti.it ©