Pubblicato il: 21 marzo 2018 alle 9:00 am

E se Galileo avesse sbagliato? Un viaggio nel fantastico mondo dei terrapiattisti Credete che i no-vax ci stiano riportando al Medioevo? Potrebbe andare peggio, perché i terrapiattisti ci riportano direttamente ai fasti del periodo ellenistico

di Giulio Caccini.

Roma, 21 Marzo 2018 – Una delle poche certezze che ci fa compagnia è che la Terra è tonda e ruota intorno al sole. Sappiamo che la forza di gravità tiene lì il nostro pianeta e tutti gli altri pianeti nella loro orbita, e tiene noi sulla Terra. La forza di gravità è il motivo per cui le cose cadono.

Nel 2018, però, niente è più incontestabile. E infatti, secondo alcuni, la Terra sarebbe un disco piatto circondato da un impenetrabile anello di ghiaccio (l’Antartide). Queste persone prendono il nome di terrapiattisti, e hanno un’associazione, la Flat Earth Society, il cui presidente è stato descritto come “la persona più irrazionale” del mondo tanto che Barack Obama l’ha usato come sineddoche per descrivere i negazionisti del cambiamento climatico.

Per quelli di voi che non sanno bene di cosa si stia parlando, è esattamente ciò che sembra: nell’anno 2018 sono diverse le voci che dal web e non solo che sostengono la teoria secondo la quale la Terra sarebbe piatta. Ebbene sì, cancellate tutto quello che avete studiato, quello della Terra sferica è solo un grande inganno. E d’altronde voi questa famosa Terra sferica l’avete mai vista di persona? Buttate i planisferi, la terra è piatta.

Gli studiosi e i seguaci di questa teoria sono impegnanti in una costante opera di proselitismo. Informarsi  sulle loro argomentazioni e posizioni è interessante per provare a capire cosa porta un essere umano a credere alle scie chimiche o ai vaccini che causano l’autismo. Il livello delle prove a sostegno della teoria della Terra Piatta infatti è lo stesso. E le foto scattate dai satelliti, dove si vede la curvatura terrestre? E i libri di fisica e di geologia, le migliaia di studi e calcoli riproducibili che dimostrano che la Terra non è piatta? Bufale, a volte inventate ad arte per lasciare i terrestri nell’ignoranza.

Il punto fondamentale alla base di questa teoria è l’idea che bisogna esclusivamente “fidarsi dei propri sensi” e, diciamocelo, così a occhio il nostro pianeta sembra proprio piatto, c’è poco da fare. I terrapiattisti si fermano appunto ai dati empirici: anche a grandi altezze non è infatti possibile notare alcuna curvatura sulla superficie della Terra, e inoltre è assurdo pensare che l’acqua non poggi sempre su un piano rettilineo. Per non parlare delle rotte degli aerei che non rispetterebbero le distanze che ci vengono raccontate possibili. Inoltre, come già i dotti aristotelici rimproveravano alle illazioni di quel bontempone di Galilei – che per questa idea rischiò addirittura la condanna a morte –  se davvero il nostro pianeta ruota a circa 1700 km/h come mai qua sembra tutto fermo e non vomitiamo dalla mattina alla sera per tutti questi giri di giostra?

E’ evidente a noi, insomma, che a muoversi siano solo la luna e il sole, che si alternano nella nostra atmosfera generando il giorno e la notte. Per loro, però, la luna e il sole sono della stessa dimensione e si trovano alla stessa distanza dal nostro pianeta. La luna tra l’altro sarebbe un disco trasparente auto-illuminato (forse “un sole mal funzionante” azzarda l’esperto Dino Tinelli) e funziona come una sorta di riflettore, solo un po’ più soft del sole: per fare “atmosfera” appunto.

Una posizione tanto bizzarra da non essere nemmeno inquietante. Loro, però, sono convintissimi: la Terra è dunque piatta e ferma, con al suo centro il Polo Nord. E voi direte: «Ma allora se vado alla fine della Terra cado nel vuoto?». Evitate di fare facili ironie perché ai bordi della terra altro non c’è che un’immensa parete di ghiaccio, ovvero l’Antartide, quasi come Barriera di Games of Thrones. Non è un caso che l’Antartide sia inaccessibile e controllata dalle grandi potenze attraverso un apposito trattato, col fine di tenerci nascosto questo segreto e le terre potenzialmente infinite che si celano oltre la coltre di ghiaccio.

Se avete tempo, addentratevi nella lettura delle teorie del complotto propugnate anche dai terrapiattisti, attraverso spiegazioni dei fenomeni ed avvenimenti come l’11 settembre, gli illuminati, le scie chimiche, il codice di Fibonacci, la massoneria, la critica all’ateismo e al darwinismo.

Guru della teoria è proprio Dino Tinelli, il cui canale Youtube conta più di 13.000 iscritti. Un curriculum come attore nella parte di cowboy a Gardaland ed esperto in installazione di piscine. Ma c’è poco da ridere: del gruppo, anche in Italia, fanno parte illustri scienziati e docenti universitari di Fisica.

Esiste perfino un’associazione, la Flat Earth Society, sviluppatasi nella seconda metà dell’Ottocento, pagine e i gruppi Facebook, una pagina ufficiale (https://carlofumagalli.wixsite.com/terracilindristi) dove l’admin esordisce così: “Accetterò molto volentieri  di discutere con chi pensa che la terra sia sferica a patto che si renda conto di aver torto ed io ragione. La terra è piatta e su questo non c’è dubbio, ci sono molte prove riguardante questa cosa”.

Quali sono le altre curiose affermazioni portate avanti con sicurezza?

I satelliti? Non esistono, i Gps in realtà funzionano da terra. Le navi che scompaiono all’orizzonte? Questione di prospettiva. E allora tutte le immagini a testimonianza della sfericità della terra? Tutte false, frutto di un grande inganno perpetrato dalla Nasa, agenzia massonica che con la scusa dell’esplorazione dello spazio (che non esiste) guadagna un sacco di miliardi all’anno. Non parlo nemmeno dei viaggi spaziali perché… Non sarebbero mai stati fatti. Le conseguenze di questa rivelazione sono notevoli. Oltre a togliere ogni credibilità al discorso scientifico, elimina il concetto di Sistema Solare: “Non esiste, non c’è. Esiste la Terra e, sopra, ci sono due astri che girano: il Sole e la Luna. Sono della stessa dimensione”. Non solo: “La Terra ha una forma a cerchio: al centro c’è il cosiddetto Polo Nord, mentre l’Antartide è una sorta di muro che ne stabilisce la fine”. E il Sistema Solare? Non esiste, non c’è. Gli astronauti? Impostori. Infine, non esiste nemmeno la gravità. Esistono solo la densità e la fluttuazione. Del resto, “un palloncino riempito di elio è in grado di sfuggire alla cosiddetta forza di gravità, mentre la Luna no, anzi. Come si spiega? Semplice, non è vero niente”. Un’invenzione necessaria per far credere alle persone che tonnellate di acqua possono stare su una palla che gira senza disperdersi in ogni direzione.

Cosa c’è alla base del pensiero terrapiattista? Oltre ad un certo geocentrismo nostalgico della religione, c’è la delegittimazione dell’autorità in quanto tale. Tutto questo è potenzialmente assai più pericoloso del rischio di raggiungere la fine di questo nostro pianeta e ritrovarsi davvero a cadere nel buio cosmico.

neifatti.it ©