Pubblicato il: 1 aprile 2018 alle 12:05 am

Pasqua e tradizioni nel mondo Tre esempi: i libri in Norvegia, la frittata gigante in Francia e la campagna anti-coniglio in Australia

Roma, 1 Aprile 2018 – In Norvegia, ogni anno in questo periodo gli editori pubblicano degli speciali “thriller di Pasqua” noti come Paaskekrimmen. Tradizione, questa, che risale al 1923, quando un editore di libri pubblicizzò il suo nuovo romanzo poliziesco sulle prime pagine dei giornali. Gli annunci assomigliavano alle notizie così tanto che la gente non sapeva che era una trovata pubblicitaria.

Haux è una città del sud della Francia dove ogni anno, il lunedì in Albis viene servita una omelette gigante nella piazza principale. Per realizzare la speciale omelette, capace di dare circa mille porzioni, vengono usate più di 4.500 uova.

Si narra che Napoleone e il suo esercito stavano viaggiando attraverso il sud della Francia quando si fermarono in una piccola città e mangiarono omelette. All’imperatore quella “frittata” piacque così tanto che ordinò agli abitanti della città di raccogliere le loro uova e farne una gigante per il suo esercito il giorno dopo. E’ da allora che Haux rinnova questo rituale.

Dall’altra parte del globo, in Australia, nel 1991, è stata lanciata una campagna per sostituire il coniglietto pasquale con il bilby (Macrotis) di Pasqua.

Perché? Perché laggiù i conigli sono considerati parassiti per la distruzione di colture e terreni. Le aziende ora producono bilby (che somigliano lontanamente ai conigli ma hanno il musetto allungato) di cioccolato per la Pasqua e i proventidella vendita vanno a beneficio degli animali in via di estinzione.

Buona Pasqua!

neifatti.it ©