Pubblicato il: 2 settembre 2018 alle 8:00 am

I grandi vini al Merano Wine Festival 27esima edizione, dal 9 novembre cinque giornate piene appuntamenti. Koecher, il fondatore: “Nel ’92 siamo stati precursori”

di Aldo Morlando.

Merano, 2 Settembre 2018 – E’ considerato tra gli eventi enogastronomici più importanti d’Europa. A 27 anni (fondato nel 1992 dal suo amministratore Helmuth Koecher), Merano WineFestival, è sicuramente il primo festival del vino che nasce come luogo e occasione di incontro di opinioni dei vini in degustazione. “Avemmo un grande successo – ha raccontato Koecher parlando dell’edizione del ’92 -, anche se i mezzi di comunicazione non erano quelli di oggi. Non c’erano cellulari, né Internet ma solo fax, e telefono, per cui la comunicazione con i giornali era più lenta. Ma ho creduto in questo evento, ho investito soldi, tempo e fatica. Quando credi in quel che fai, prima o poi il successo arriva. Oggi il Merano Wine Festival è unico in Europa nel suo genere” ha poi sottolineato il fondatore che ha ricordato che i calici nel 1992 non esistevano: “Li abbiamo introdotti noi. Oggi è normale, a quel tempo no. Ci riteniamo precursori anche di tutte le altre manifestazioni in Europa”.

Ma veniamo alla prossima edizione, che si svolgerà dal 9 al 13 novembre. E’ stata presentata già da qualche mese, accoglierà i veri Wine lovers provenienti dall’Italia ma anche da tutta Europa, offrendo loro cinque giornate all’insegna dell’enogastronomia di alto livello, nazionale e internazionale.

Come da tradizione, il primo giorno, venerdì 9 novembre, sarà dedicato agli eccellenti vini biologici, biodinamici e naturali, che saranno a disposizione di tutti i partecipanti per intense degustazioni.

Inoltre, presso i Giardini di Castel Trauttmansdorff si terrà il convegno Naturae et Purae. Grazie alla presenza di oltre cento produttori selezionati si potrà assistere a un vivace scambio di opinioni tra esperti del settore e giornalisti.

Dal 10 al 12 novembre, invece, il Kurhaus ospiterà oltre 300 aziende italiane che, dopo un’attenta selezione da parte delle commissioni d’assaggio (The Wine Hunter), delizieranno il palato dei partecipanti offrendo loro mescite dei vini più pregiati e le ultime novità delle proprie produzioni.

In contemporanea, avrà luogo la GourmetArena che vedrà protagonisti i migliori prodotti culinari, birrifici artigianali e di distillati: un vero e proprio percorso che attraverserà tutta l’Italia. Per gli appassionati di storia e tradizioni, Piazza della Rena offrirà una kermesse di spettacoli dedicati alle storie di uomini, cibo, vino e territori.

Inoltre, da non perdere le Masterclasses – presso l’Hotel Terme di Merano: degustazioni enologiche nazionali e internazionali che, grazie all’accompagnamento di una guida, permetteranno agli appassionati di vivere esperienze indimenticabili. L’obiettivo sarà quindi quello di diffondere la conoscenza del vino, la cultura del bere, in modo sicuro e consapevole.

Infine, la giornata conclusiva del festival sarà martedì 13 novembre quando, con la sfilata Catwalk Champagne, si chiuderà in grande stile la manifestazione.

Nel Kurhaus saranno riunite le migliori maison di champagne francese, per deliziare il palato degli appassionati.

neifatti.it ©