Pubblicato il: 9 novembre 2018 alle 3:00 pm

Bologna, a rischio lo storico centro sportivo Corticelli Contrasti tra i soci, ricorsi e atti giudiziari. La procedura di fallimento di Campiverdi apre di fatto una nuova corsa alla presidenza. La struttura, più di 25 mila metri quadrati, aveva ospitato l’elicottero di Papa Francesco un anno fa

di Fabrizio Morlacchi.

Bologna, 9 Novembre 2018 – Non c’è pace per il Centro Sportivo comunale Bruno Corticelli di via Cividali. Dopo la bagarre in tribunale, con i soci che si sono fatti guerra a suon di ricorsi, il tribunale di Bologna Sezioni Imprese emetteva un’ordinanza con la quale sospendeva la delibera di elezione dell’ex presidente Daniele Bellandi (coordinatore Nazionale della Pallacanestro per l’Ente AICS) nel gennaio 2018, ed il giudice del Registro con decreto disponeva l’iscrizione delle delibere che nominavano Franco Prosperi presidente e amministratore della società con il 25 % delle quote Campiverdi Srl.

Sembrava che finalmente il Centro potesse ripartire con entusiasmo. Ma era solo un’illusione.

A seguito della dichiarazione di fallimento della Campiverdi Srl (depositata l’11 luglio 2018 dal tribunale di Bologna) e del suo amministratore Franco Prosperi, è intervenuta una causa di decadenza ai sensi dell’art. 2382 cc, da amministratore del centro sportivo Corticelli.

La norma è chiara: decade da amministratore chiunque sia dichiarato interdetto, fallito ecc. “Non può essere nominato amministratore, e se nominato decade dal suo ufficio, l’interdetto, l’inabilitato, il fallito, o chi è stato condannato ad una pena che importa l’interdizione, anche temporanea, dai pubblici uffici o l’incapacità ad esercitare uffici direttivi”.

Pertanto, cosa succederà adesso? Chi tornerà alla carica di presidente del centro sportivo tanto caro ai bolognesi?

Probabilmente non c’è tempo da perdere in quanto tornei e campionati potrebbero essere compromessi da questa situazione che vede formalmente la mancanza di guida. Ora toccherà agli altri soci convocare l’assemblea e segnalare la decadenza al conservatore del registro per l’immediata cancellazione di Prosperi dalla carica.

Il Centro Sportivo, nel quartiere Porto a Bologna, si estende su un’area di oltre 25.000 mq. ed è attrezzato per diverse discipline che rendono la struttura polivalente per vari sport oltre che la più completa sul territorio grazie a una pista da pattinaggio coperta; un campo da calcio a 11; un campo di calcio a 7 in erba sintetica; 2 campi da calcio a 5 in erba sintetica; un campo di calcio a 5 coperto; una palestra per basket e pallavolo ed una palestra per le attività motorie; un eliporto, dal quale un anno fa è decollato l’elicottero che ha riportato Papa Francesco in Vaticano al termine della sua visita a Bologna un anno fa.

Infine una curiosità: sulle pagine web della Polisportiva Libertas San Felice Bologna (nata nel Quartiere Porto, ex Saffi nel 1981 fondata da Enzo Gentilini, comprende tra atleti e dirigenti più di 1000 persone e rappresenta nel Quartiere il polo sportivo più rilevante per le sue attività sportive a livello Provinciale e Regionale), di cui Daniele Bellandi è Responsabile tecnico e Allenatore settore Basket, si legge: “La Polisportiva assieme ad altre Associazioni gestirà sino al 2037 il Centro Sportivo Bruno Corticelli con un progetto di riqualificazione che prevede un investimento pari e 1.500.000 Euro”. Con quale presidente?

neifatti.it ©