Pubblicato il: 22 novembre 2018 alle 8:00 am

La Basilicata diventa un gioco da tavolo Presentato Lucanum, per scoprire la regione tra arte, cultura e prodotti tipici. E da ieri è possibile acquistare il passaporto temporaneo per Matera 2019

di Giulio Caccini.

Matera, 22 Novembre 2018 – Proprio in questa settimana si è aperta la campagna di lancio per l’acquisto del Passaporto per Matera 2019, valido per partecipare agli eventi dell’anno da capitale europea della cultura. Centinaia di iniziative saranno accessibili con un unico documento di accesso.

Matera e la Basilicata sono pronte a mostrarsi all’Europa e al mondo. Ma accanto ai percorsi culturali non mancano tante iniziative collaterali, anche ludiche.

Come Lucanum, il primo gioco da tavola della Basilicata che valorizza il territorio.

Il gioco porterà alla scoperta di 56 comuni della regione, rivelandone tipicità artistiche, paesaggistiche e culinarie. Il progetto è sostenuto dalle aziende partner di Matera e della vicina Murgia come L’antincendo Srl, Centro Rham, Stella All in One, Angelo Inglese, Sergio Coretti, Erreffe Progetti, Vigilanza La Ronda del Materano, Palazzo Gattini e Gioiella Latticini che hanno sposato l’idea della giovane PMI innovativa Siculo-Lucana Informatica Srls.

L’evento di presentazione si è svolto qualche giorno fa, nella città di Stigliano che, nel gioco, rappresenta una delle caselle di partenza.

Gli autori hanno previsto un’esperienza di gioco che può essere vissuta in differenti modalità, da quella tradizionale con l’utilizzo classico del tabellone a quella che integra la realtà virtuale attraverso il proprio smartphone (app scaricabile per Android e iOS). Una vera e propria rivoluzione per il mondo dei giochi da tavolo, brevettata in Lucania. Nel gioco, disponibile in italiano e inglese, sono presenti domande su usi, costumi e brand del territorio, artisti e personalità che hanno reso famosa la Lucania nel mondo, fra cui il Professor Egidio Cascini, illustre statistico, che ha sempre amato la sua terra natia.

Lucanum sarà acquistabile online sul sito www.lucanum.it, sui social network ufficiali e nei migliori negozi del territorio, al prezzo di 20,19 €, in onore della città di Matera capitale europea della cultura e di tutta la Basilicata.

Tornando al passaporto temporaneo, l’acquisto, al costo di 19 euro, è possibile attraverso il sito ufficiale di Matera 2019 nella sezione “ticket” e sul circuito TicketOne (sito web, punti vendita su tutto il territorio nazionale, call center) grazie al sostegno del Main Partner TIM. Da dicembre verranno attivati ulteriori punti vendita dalla Fondazione”.

Sono previste tariffe ridotte per alcune categorie: 15 euro gruppi (minimo 15 persone), 12 euro per i residenti in Basilicata, 5 euro per ragazzi dai 6 ai 18 anni, 5 euro per le scuole, passaporto gratuito per bambini fino a 5 anni e agevolazioni per i disabili. Il regolamento completo è consultabile sul sito www.matera-basilicata2019.it.

Per alcuni eventi di Matera 2019 sarà necessaria la prenotazione, disponibile a partire da dicembre per gli appuntamenti dei primi mesi del 2019 e poi in maniera graduale nel corso dell’anno. Il programma delle attività di Matera 2019 è consultabile sul sito ufficiale www.matera-basilicata2019.it, sul quale verranno costantemente aggiornate le informazioni relative agli eventi, i cambiamenti dell’ultima ora, gli spostamenti, gli eventi soppressi o sospesi.

A partire dal 7 gennaio, sarà possibile ritirare il passaporto cartaceo e un gadget presso gli info point di Matera.

Oltre ai diritti acquisiti con il Passaporto, il cittadino temporaneo avrà il “dovere” di portare con sé un libro nel 2019 da lasciare in eredità ai futuri cittadini che animeranno la città e che andrà ad arricchire la biblioteca di comunità in occasione dell’Open Culture Festival. La consegna del libro avverrà presso gli info point di Matera 2019.

neifatti.it ©