Pubblicato il: 19 settembre 2019 alle 7:00 am

Le scuole di New York City vogliono vietare il latte al cioccolato Troppo zucchero e danni alla salute dei bambini, secondo il Consiglio di amministrazione della pubblica istruzione della città. Un divieto di cui si parla da anni e che ha trovato, tra gli oppositori, anche molti genitori

da New York, Stanley Ruggiero Tucci.

19 Settembre 2019 – Quattro bambini newyorkesi su 10 sono in sovrappeso o obesi. Ecco perché, 9 anni dopo essere stato invitato a farlo dalla Green Schools Alliance di New York City, il Dipartimento della Pubblica Istruzione (DOE) di NYC ha preso in considerazione l’idea di vietare il latte al cioccolato dalle scuole pubbliche della città, a causa del loro elevato contenuto di zucchero.

E’ il cancelliere delle scuole di New York, Richard Carranza, che sta guidando la battaglia per una alimentazione più sana, cominciando a introdurre solo latte bianco. Carranza, del resto, aveva già condotto una crociata simile quando ha diretto il Distretto scolastico unificato di San Francisco, dove dal 2016 è stato eliminato il latte aromatizzato dalle mense scolastiche.

Secondo il Dipartimento della Salute di New York i 225 grammi circa di latte scremato al cioccolato, attualmente servito ai bambini nelle scuole pubbliche locali, contengono 120 calorie e 20 grammi di zucchero, di cui 8 grammi di zucchero aggiunto. Rispetto a 225 grammi di latte bianco scremato, non aromatizzato, che ha solo 90 calorie, 12 grammi di zucchero e zero zucchero aggiuntivo. Che era, poi, la bevanda che gli studenti delle scuole pubbliche di New York trovavano nella loro merenda nel 2006.

In realtà anche se il DOE (New York City Department of Education) ha scritto in una nota che “La nostra priorità è la salute e il benessere dei nostri studenti e ogni giorno offriamo una varietà di opzioni salutari, deliziose e gratuite che superano gli standard USDA”, una decisione finale sul latte al cioccolato non è ancora stata presa. Questa esitazione potrebbe anche essere dovuta all’opposizione dei produttori di latte al cioccolato e dei loro alleati al Consiglio di New York City ma anche di una fetta sorprendentemente influente di genitori. Alcuni di questi genitori, infatti, sostengono che portare via il latte al cioccolato finirà per ridurre drasticamente l’assunzione di latte dei loro figli, cosa che presumibilmente danneggerà la loro salute impoverendo la loro alimentazione di calcio, vitamine e così via.

Già 9 anni fa la Green Schools Alliance di New York aveva proposto che le scuole di New York City bandissero il latte al cioccolato dalle scuole pubbliche della città, con il preciso intento di limitare il consumo giornaliero di bevande zuccherate. L’istituto scolastico, tra le altre cose, aveva affermato che il latte al cioccolato servito quotidianamente agli scolari di New York City all’epoca conteneva 22 grammi di zucchero, più di quanto contenuto in mezza lattina di coca cola. Sempre secondo documenti presentati dalla Green Schools Alliance, il latte al cioccolato verrebbe anche addolcito con sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio (HFCS), che era stato collegato a tumori cancerosi intestinali.

Non sarà una battaglia scontata, nemmeno questa volta. Intanto il Consiglio di amministrazione della pubblica istruzione della Città di New York, ha fatto sapere: «Non vediamo l’ora di discutere il nostro menu con i membri del Congresso».

neifatti.it ©