Pubblicato il: 7 dicembre 2019 alle 7:00 am

Lo spaghetto alla Nerano, il piatto amato pure da Totò Semplice e genuino, nato nella frazione di Massa Lubrense grazie all'estro della signora Maria Grazia

di Gianluigi Ferreri.

Roma, 7 Dicembre 2019 – Sapete che pure Totò ci andava pazzo? Forse perché è un piatto semplice, sorprendente, nato tanti anni fa grazie alle capacità della signora Maria Grazia, titolare dell’omonimo ristorante a Nerano. La storia dello spaghetto alla Nerano la trovate un po’ dovunque in Rete, dove viene narrata l’origine di questo piatto semplice e genuino, tipico della costiera amalfitana al quale sono molto legato sentimentalmente.

È il piatto che ho portato alle selezioni di Cuochi d’Italia e anche se non ho superato l’ultimo casting, mi ha fatto vivere una gran bella esperienza. Questa è la mia ricetta.

Ingredienti

500 gr spaghetti scanalati

300 gr provolone del Monaco

1 kg zucchine

Basilico

Pepe q.b.

Sale q.b.

1 spicchio d’aglio

1 lt olio di semi di arachide

Preparazione

Lavare e tagliare a rondelle (con la mandolina) le zucchine e friggerle in olio di semi di arachide a 180°C. Una volta dorate, scolarle su carta assorbente e salare in superficie. Cuocere gli spaghetti in abbondante acqua salata e scolarli al dente. Nel frattempo soffriggere l’aglio in una padella con due cucchiai di olio di frittura, mettere le zucchine fritte e dopo un paio di minuti aggiungere un paio di mestolini d’acqua di cottura e lasciar cuocere ancora un minuto. Ora saltiamo gli spaghetti facendoli amalgamare con il sughetto, con il provolone grattugiato, il basilico ed il pepe fino ad ottenere una sorta di cremina. Servire subito decorando il piatto con delle foglie di basilico fresche. Buon appetito!

neifatti.it ©