Pubblicato il: 1 aprile 2020 alle 7:00 am

Coronavirus: anche l’auto va disinfettata Dal volante al cambio, i consigli del virologo per evitare ogni rischio

di Cosimo Taddeo.

Roma, 1 Aprile 2020 – Ci stiamo abituando a disinfettare ogni cosa. Lo facciamo quando rientriamo in casa: strofiniamo con un panno imbevuto di alcol le chiavi, il cellulare, la borsa da lavoro. A volte lo facciamo anche con gli oggetti che utilizziamo solo in casa, come il telecomando della tv, i libri o il mouse. Sono attenzioni piccole ma importanti, che si aggiungono al lavaggio frequente delle mani e all’uso di guanti e mascherina quando siamo in giro. Tutto per limitare il rischio di contagio in questo lungo periodo di emergenza sanitaria.

C’è poi un altro spazio che andrebbe disinfettato: l’auto. Si utilizza in misura ridotta adesso, per lavoro, per fare la spesa e per gravi motivi di salute, ma come ci si può difendere dal Covid-19 all’interno dell’abitacolo? Innanzitutto partendo dal numero di persone a bordo: non più di due con l’accompagnatore che, per mantenere la distanza di sicurezza, deve sedersi nel sedile posteriore opposto a quello del guidatore.

”L’auto è un ambiente piccolo e chiuso, dove è impossibile stare a dovuta distanza – ha precisato il virologo Fabrizio Pregliasco, a Dealerink -. E se il decreto impone di non muoversi dalla propria abitazione, è anche vero che in molti sono comunque costretti a spostarsi per necessità, muniti di autocertificazione”. In questi casi specifici, l’auto di proprietà è considerata il mezzo più sicuro, dal momento in cui viene utilizzata di norma solo dai componenti della famiglia.

Anche in questi casi però è bene provvedere alla sanificazione dell’abitacolo, che facilita la permanenza del Coronavirus. ”Ciò che è più vicino alla bocca, cioè quello che troviamo davanti a noi guidando (volante, cruscotto) si contamina di più. Oltre a questo dobbiamo tenere presente la contaminazione delle mani, e quindi leva del cambio, freno a mano, pulsanti” spiega il virologo.

Per procedere alla sanificazione degli interni dotarsi di: mascherina, guanti monouso, carta assorbente (tipo da cucina), detergente antibatterico per le mani e disinfettante detergente a base di alcool o cloro per superfici.

Le goccioline di saliva sono la via di contagio più diretta per il Coronavirus, quindi prima di iniziare a disinfettare il veicolo bisogna indossare la mascherina. Dopodiché passare la soluzione igienizzate sulle mani e indossare i guanti. Versare il disinfettante detergente a base di alcool o cloro sulla carta assorbente e quindi procedere con la pulizia.

Le principali superfici da igienizzare dopo aver usato l’auto sono il volante e le leve laterali, per poi passare al cruscotto e tutti i pulsanti presenti. Occorre poi passare il prodotto su cambio, freno a mano, parasole e specchietto retrovisore. Infine disinfettare anche la portiera interna e le maniglie, esterna compresa. Se gli interni del veicolo sono in pelle è possibile usare anche dei prodotti specifici, ma è importante che questi siano disinfettanti detergenti con preparati a base di polifenoli.

Ricordiamoci, poi, di lavarci bene le mani dopo queste operazioni.

neifatti.it ©