Covid, coprifuoco in Lombardia Dal 22 ottobre, dalle 23:00 alle 5:00

Contagi in continuo aumento e così la Lombardia ha deciso per il blocco di tutte le attività e degli spostamenti, ad esclusione dei casi “eccezionali” (motivi di salute, lavoro e comprovata necessità), dalle ore 23:00 alle 5:00 del mattino a partire dal 22 ottobre. Il governo ha dato l’ok alla proposta che all’unanimità hanno presentato i sindaci di tutti i Comuni capoluogo della Lombardia, il presidente dell’Anci, Mauro Guerra, e il governatore Attilio Fontana.

Osimhen, che impatto: con lui in campo un gol ogni 17 minuti Grandi numeri per l'attaccante nigeriano

Di Salvatore Monaco.

L’attaccante nigeriano ha avuto uno straordinario approccio al calcio nostrano collezionando 1 gol ed 1 un assist nelle prime 3 partite, ma il dato impressionante è quello che fa notare come tutti e 12 i gol del Napoli siano arrivati con lui in campo, ed infatti con la sua presenza sul rettangolo di gioco il Napoli trova il gol ogni 17 minuti circa. Osimhen infatti, grazie alla sua fisicità e la sua velocità, riesce ad attaccare con grande efficacia la profondità facendo allungare la squadra avversaria e creando, di conseguenza, delle vere e proprie praterie alle sue spalle che i suoi compagni di reparto riescono a sfruttare al meglio. Inoltre il numero 9 ha dato ai partenopei una soluzione in più, infatti il lancio lungo alla ricerca dello spazio e alla ricerca della sua prima punta è un’opzione che gli azzurri in queste prime uscite hanno hanno più volte utilizzato per uscite dal pressing avversario. Probabilmente Osimhen attualmente non è un attaccante da 20 gol a stagione, ma è indubbio che sia un giocatore che fa reparto da solo, che fa segnare e che si è immerso perfettamente nella realtà partenopea e nel gioco di Gattuso.

foto sscnapoli

Dopo 50 anni riaperta la chiesa SS. Cosma e Damiano Napoli, la struttura a Largo Banchi Nuovi, sarà gestita dalla Fibart

Dopo circa 50 anni, stamane, alla presenza del sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, è stata riaperta la Chiesa secentesca SS. Cosma e Damiano a Largo Banchi Nuovi.

Il lavoro di restauro è rientrato nei finanziamenti del Grande Progetto Centro Storico per la valorizzazione del sito UNESCO, mentre l’intervento è stato progettato dall’ordine degli ingegneri di Napoli.

La Chiesa sarà affidata alla Fibart, Fondazione Ingegneri per i Beni Culturali, Arte e Tecnologia.

Covid, quasi 1600 contagi in Campania Torna a crescere il numero dei nuovi positivi

Positivi del giorno: 1.593

di cui:
– Sintomatici: 79
– Asintomatici: 1.514
Tamponi del giorno: 12.695

Totale positivi: 27.412
Totale tamponi: 778.882

Deceduti del giorno: 21 (*)
Totale deceduti: 522

Guariti del giorno: 123
Totale guariti: 8.576

Report posti letto Covid su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva complessivi: 113
Posti letto di terapia intensiva occupati: 85
Posti letto di degenza complessivi: 925
Posti letto di degenza occupati: 884

(*) Deceduti tra il 1° e il 17 ottobre, ma registrati ieri

Impianti sportivi, Casceglia: “Un lockdown avrebbe prodotto meno danni” "Migliaia di posti di lavoro sono a rischio. Siamo in grandissima difficoltà"

di Massimiliano Guerriero

No agli sport di contatto. Allenarsi sì, giocare no. Gli impianti sportivi ormai da mesi sono in ginocchio e l’ultimo Dpcm ha sollevato proteste e polemiche da parte di chi fa questo lavoro, di famiglie che all’improvviso si sono trovate senza alcun reddito, di chi ha investito soldi e passione per mettere in piedi strutture di livello, all’avanguardia. C’è rabbia, delusione e la luce in fondo al tunnel, ad otto mesi dall’inizio della pandemia, ancora non si vede. Anzi, la situazione è peggiorata. Ne abbiamo parlato con Amedeo Casceglia, napoletano doc, manager e gestore di impianti sportivi.

“Così è impossibile andare avanti. Vi faccio un esempio: parliamo di un impianto medio che tecnicamente ha cinque superfici da gioco con costi fissi, che già quando si va ad un riempimento della struttura del 70%, difficilmente si colmano. Un campo di calcio a 7 in erba sintetica, costa circa, 60mila euro. Basta fare i conti per capire quello che sta accadendo. Siamo in grandissima difficoltà”. 

Però ci si può allenare…

“Il problema è che gli amatori non si allenano, giocano solo la partita serale che, poi, diventa l’unica sussistenza economica del centro”.

Quanti sono i posti di lavoro a rischio?

“Migliaia. Attorno ai centri, oltre ai dipendenti, gravitano intere famiglie”.

Cosa pensa del nuovo Dpcm?

“Per quanto ci riguarda sarebbe stato meglio un lockdown, avremmo avuto meno danni. Avrebbero potuto farci fare un riempimento parziale delle struttura, rispettando, ovviamente, le normative.

I gestori di piscine e palestre hanno avuto, invece, una settimana di tempo per adeguarsi…

“Ci sentiamo discriminati. Avrebbero potuto dirci giocate in sicurezza, adeguatevi attraverso un ente di promozione sportiva, fate uno screening di tutta la clientela. Dopo di che se hai un campo puoi fare una partita ogni sera e così via, a secondo della grandezza delle strutture. Avrebbero potuto scaglionare. Vietare lo sport di contatto è pura follia”.

 

Napoli, Insigne ha svolto l’intera seduta col gruppo Gli azzurri preparano la sfida di Europa League di giovedì contro l'Az Alkmaar

Seduta mattutina per il Napoli al Training Center. Gli azzurri preparano la prima giornata di Europa League contro l’AZ Alkmaar, match in programma giovedì al San Paolo (ore 18:55).

La squadra si è allenata sul campo 3 iniziando la sessione con attivazione a secco. Successivamente lavoro aerobico ed esercitazione tattica finalizzata al possesso palla.

Chiusura con partitina a campo ridotto. Insigne ha svolto l’intera seduta col gruppo.

fonte sscnapoli

Scuole riaperte? È una fake news La nota della regione Campania

Stamane nei messaggi whatsapp dei genitori campani ha cominciato a girare una nota della regione Campania sulla riapertura delle scuole il 21 ottobre. Si tratta di una fake news prontamente smentita dall’Unita’ di crisi: “Una ennesima fake news  riguardante una falsa ordinanza sulla scuola sta girando nei gruppi e nelle chat dei social. Nessun provvedimento ulteriore è stato preso sulla scuola e rimangono in vigore le ordinanze già comunicate e pubblicate”.

Bacoli, festa con 120 invitati: blitz della Guardia di Finanza Chiusi due locali dopo l'intervento delle Fiamme Gialle

Due ristoranti sono stati chiusi a Bacoli dopo l’intervento della Guardia di Finanza. Nei locali si stavano svolgendo delle cerimonie, ad una delle quali erano presenti oltre 120 invitati. A darne notizia è il primo cittadino di Bacoli, Josi Gerardo Della Ragione: “Ringrazio la Guardia di Finanza e il comandante Francesco Alloni, per il solerte intervento – dichiara il sindaco sui social – In più, sono state sanzionate diverse persone che, in spiaggia o nei bar, non indossavano la mascherina. Non ho parole, siete degli scellerati».

1 2