De Luca a Conte: “Dove sono i medici e gli infermieri?” Lettera al premier: "Grave il ritardo del Governo nella definizione di un piano socio economico"

Il governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, ha inviato una lettera al premier Giuseppe Conte:

“Signor Presidente,
le segnalo con preoccupazione e sconcerto il fatto che a 15 giorni da incontri da me avuti con esponenti di Governo, le principali richieste avanzate dalla Regione Campania per affrontare l’epidemia Covid rimangono tutt’oggi senza risposta.
Le ricordo che avevamo chiesto l’invio immediato da parte della Protezione Civile di 600 medici (con particolare attenzione agli anestesisti) e 800 infermieri. Ad oggi sono arrivati solo 22 medici e 81 infermieri. È una situazione sconcertante e intollerabile se si tiene conto del fatto che la Regione Campania ha una sottodotazione drammatica di personale.
Colgo l’occasione per sottolineare le sconcertanti affermazioni di consulenti sanitari nazionali relative alla Campania e che risultano assolutamente intollerabili a fronte dei ritardi gravissimi con cui il governo ha affrontato le questioni che riguardano la nostra Regione. Continuo a registrare in particolare posizioni tanto irresponsabili quanto scollegate da ogni valutazione epidemiologica in relazione al mondo della scuola. Attendiamo che il Governo dica parole chiare ed esca dai balbettii e si assuma responsabilità piene.
Dopo mesi di sottovalutazioni, di ottimismi forzati e di mezze misure, ci troviamo di fronte a decisioni improvvisate, male preparate e peggio motivate, e in un contesto nel quale molti operatori economici hanno visto non attuati gli impegni del Governo.
Nei prossimi giorni verificheremo rigorosamente e puntigliosamente il rispetto degli impegni assunti dal Governo in relazione ai comparti economici colpiti dal Dpcm. Riteniamo grave il ritardo del Governo nella definizione di un piano socio economico nazionale di sostegno non per un mese, ma per tutta la fase di presenza dell’epidemia. Chiedo formalmente che il Governo decida di convocare un tavolo con la Regione per la messa a punto in tempi immediati di questo piano di sostegno per i prossimi mesi”.

Gattuso: “Domani ci vorrà un grande Napoli” Fabian: "Si affrontano due squadre che giocano bene a calcio"

Rino Gattuso e Fabian Ruiz hanno parlato in conferenza stampa alla vigilia del match di Europa League di domani sera, alle 21:00, contro la Real Sociedad.

“Napoli e Real Sociedad sono simili – sottolinea Fabian – Siamo due squadre che giocano bene a calcio. Loro hanno fatto bene in campionato ed anche in Europa League. Speriamo di vincere noi”.

L’intesa con Bakayoko? “Ho giocato due gare, mi sono sentito bene. Lui è più difensivo ed ho più libertà”.

Poi Fabian parla di un suo eventuale utilizzo in attacco: “Preferisco giocare a centrocampo ma anche più avanti andrebbe bene. Chiedete a Gattuso”.

Poi tocca proprio a mister Gattuso: “E’ una partita molto importante, ci sono ancora 15 punti a disposizione. Con l’Az abbiamo preso una mazzata incredibile. Potevamo metterli in difficoltà ma abbiamo fatto poco. Ha ragione l’allenatore della Real Sociedad quando dice che ci assomigliamo. Sono primi in classifica e domani ci vorrà un grande Napoli. Cambi? La società ci ha messo a disposizione tanti strumenti per valutare la condizione fisica dei calciatori. Domani cambieremo qualcosa ma saremo competitivi”.

Gattuso parla dei singoli: “Il problema non sarà solo David Silva. Si vede che l’allenatore viene dalla cantera ed hanno un grande senso di appartenenza quando scendono in campo. Siamo fortunati a giocare senza pubblico, qui è una bolgia. Si sentono in campo, sanno battagliare e giocare. Hanno tanti calciatori giovani, interessanti”.

Il tecnico del Napoli torna anche sulla sconfitta contro l’Az: “Poco da dire, abbiamo avuto l’80% del pallino del gioco. Hanno giocato una gara difensivista, ma in Europa è difficile giocare. Si gioca di giovedì, poi tre giorni dopo hai il campionato. I primi 25-30 minuti con il Benevento eravamo lenti. Se vogliamo andare sulla strada giusta, non dobbiamo dare punti di riferimento. Poi sta a me e allo staff trovare le giuste soluzioni per gli attaccanti. Non riusciamo ad avere profondità nelle ultime gare, per questo dobbiamo cambiare ed essere bravi a farlo”.

Gattuso si sofferma sulla formazione di domani: “Le scelte le abbiamo già fatte, abbiamo deciso. Gara preparata, dimentichiamo l’Az perché affrontiamo una squadra in salute, qui in Spagna. Serve una grande prestazione: dobbiamo giocare da squadra, saper soffrire, per evitare di essere messi in difficoltà. Giochiamo al massimo. Negli ultimi sette mesi non esistono più titolari, con cinque cambi possono giocare tutti, magari stando in campo 25-30 minuti. Abbiamo tanti giocatori bravi, non servono facce arrabbiate. Dobbiamo incidere come stiamo facendo ultimamente.

Voglio vincere tutte le gare – continua Gattuso – in questo momento abbiamo il dovere di giocare al massimo tutte le competizioni. Abbiamo 25 giocatori, una rosa importante, abbiamo il dovere di affrontare tutte le gare con serenità. Nessuno si aspettava la sconfitta in casa, ma ora serve trovare la giusta motivazione. C’è pressione da parte nostra, abbiamo sbagliato la prima partita. Loro possono metterci in difficoltà, hanno grande velocità. Dobbiamo fare una grande partita”.

foto sscnapoli

Napoli, crolla palazzina utilizzata dai clochard Sul posto Vigili del Fuoco e Carabinieri

Una palazzina di due piani, un tempo fabbrica e abbandonata ormai da anni,  situata in via Innominata a San Giovanni a Teduccio, è crollata nel pomeriggio. Sul posto immediato l’intervento di più unità dei Vigili del Fuoco e dei carabinieri della compagnia di Poggioreale. La struttura, spesso, viene utilizzata come rifugio da clochard. Sono in corso le ricerche  per accertare l’eventuale presenza di persone sotto le notizie, ma per il momento non si hanno notizie di feriti.

Covid, 2.427 nuovi positivi in Campania Diminuiti i contagi nelle ultime 24 ore

Positivi del giorno: 2.427
di cui:
Asintomatici: 2.396
Sintomatici: 31
Tamponi del giorno: 15.030
Totale positivi: 45.782
Totale tamponi: 901.583
​Deceduti: 17 (*)
Totale deceduti: 624
Guariti: 365
Totale guariti: 10.272

** Deceduti tra il 24 e il 27 ottobre

​Report posti letto su base regionale:

Terapie intensive complessive: 564

Posti letto Covid:
Posti letto di terapia intensiva attivabili: 227​
Posti letto di terapia intensiva occupati: 143
Posti letto di degenza attivabili: 1.500
Posti letto di degenza occupati: 1.218

Whirlpool, Conte: “Il Governo farà il massimo per trovare una soluzione” Il premier: "Si tratta di un presidio essenziale per Napoli e la Campania"

Vertenza Whirlpool, Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha risposto all’appello lanciato stamane dagli operai: “La Whirlpool, pur volendo investire in Italia nel 2021, ha confermato che la retribuzione dei lavoratori cesserà il 31 dicembre. Il Governo farà il massimo per trovare una soluzione e per conservare il presidio”. Così il premier alla Camera:  “Si tratta di un presidio essenziale per Napoli e per l’intero territorio campano. Il governo farà tutto ciò che è necessario per preservare l’occupazione dei lavoratori di Napoli e rilanciare le prospettive industriali del sito produttivo. C’è l’impegno – conclude il premier – del governo, mio personale e del ministro allo Sviluppo economico Patuanelli per contattare i vertici aziendali e assicurare la massima premura del governo”.

Ue, Von der Leyen: “Vaccineremo 700 milioni di persone” Stretta ulteriore per l'acquisto dei vaccini

di Valerio Chiusano

La presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen ha parlato oggi della grave situazione sanitaria causata dal Covid-19. La Von der Leyen ha trattato gli sforzi prodotti per la lotta al virus e le disposizioni in atto:

“Oggi stiamo lanciando ulteriori misure nella nostra lotta contro il virus; dall’aumentare l’accesso a test rapidi e preparare campagne di vaccinazione a facilitare il viaggio sicuro quando necessario – ha aggiunto -. Invito gli Stati membri a collaborare strettamente. Misure coraggiose intraprese ora aiuteranno a salvare vite umane. Nessuno Stato membro uscirà in sicurezza da questa pandemia fino a quando non lo faranno tutti”.

La presidente Von der Leyen si è mostrata fiduciosa, in riferimento alla produzione di vaccini efficaci e alla loro diffusione, cosi come ha dichiarato:

“Nel miglior scenario possibile, gli accordi per l’acquisto anticipato dei vaccini” anti-Covid “che abbiamo con le società farmaceutiche prevedono un range tra i 20-50 milioni di dosi consegnate ogni mese, da quando le prime società saranno pronte. Se tutti i candidati che abbiamo per la produzione dei vaccini avessero successo, nel 2021 avremo 1 miliardo e 220 milioni di vaccini. Ma anche se tutti i candidati non dovessero riuscire, potremo vaccinare 700milioni di persone”.

Lockdown a Milano e Napoli, Sala e Dema scrivono a Speranza: “Di chi è l’idea?” "Le decisioni vanno prese insieme tra le istituzioni"

“Il lockdown a Milano e Napoli è un’idea di Ricciardi o del Ministero?”. Lo hanno chiesto, al ministro della Salute, Roberto Speranza, il sindaco di Milano, Giuseppe Sala e il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris. “Abbiamo chiesto al governo – dichiara con un messaggio sui social, Dema –  di farci sapere qual è la posizione del ministero, se hanno elementi, dati, circostanze e informazioni che in questo momento non sono a disposizione della città di Napoli e Milano. E’ un momento difficile, decisioni difficili vanno prese insieme tra le istituzioni, ci vuole grande collaborazione tra governo, regioni, città – conclude il primo cittadino di Napoli – in modo che insieme si possano prendere decisioni migliori a tutela della salute dei nostri concittadini, ma anche per salvaguardare la situazione che diventa sempre più esplosiva da un punto di vista sociale, economico e del lavoro. Credo che questo messaggio di unità anche tra le città di Napoli e Milano è un bel segnale per il paese”.

Si sposta da una provincia all’altra per rubare birra: 22enne nei guai Il giovane fermato dai carabinieri all'interno di un supermercato

Si era spostato dalla provincia di Salerno e, giunto a Montoro,  aveva cercato di impossessarsi di varie bottiglie di birra. I Carabinieri della Compagnia di Solofra, impegnati in servizi di controllo del territorio, al fine di garantire sicurezza e rispetto della legalità, sono intervenuti in un noto supermercato dove era stata segnalata la presenza dello straniero, 22enne, che all’esito della perquisizione è stato trovato in possesso della merce appena rubata.

L’uomo è stato denunciato a piede libero all’Autorità giudiziaria e sanzionato per essersi spostato, senza giustificato motivo, tra le province di Salerno ed Avellino

La refurtiva recuperata è stata restituita all’avente diritto.

Arzano, sequestrate 139mila mascherine fuorilegge L'operazione della Guardia di Finanza

Il Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli, nell’ambito dei servizi di controllo sull’osservanza delle misure di contenimento dell’emergenza epidemiologica, ha sequestrato, in un esercizio commerciale di Arzano gestito da un cittadino di origine cinese, oltre 139mila mascherine sprovviste del marchio CE, pronte per essere messe in vendita.

I dispositivi erano “spacciati” per chirurgici e KN95, anche con filtro. Tutti i prodotti erano privi di documentazione attestante le caratteristiche protettive e delle autorizzazioni e certificazioni per l’importazione. Ben 8mila di questi erano destinati a bambini. Posti sotto sequestro anche 200 pseudo visiere protettive e 15 tra termometri e pistole termoscanner ad infrarossi, sprovvisti di certificazione di conformità e alla normativa europea di settore, nonché dei relativi controlli di qualità sul prodotto al fine di consentire affidabilità e certezza nella corretta misurazione della temperatura. La vendita dei prodotti, al dettaglio, avrebbe potuto fruttare al venditore circa 120mila euro.

1 2