Mattarella: “Vaccinarsi è un dovere”

“Care concittadine e cari concittadini, avvicinandosi questo tradizionale appuntamento di fine anno, ho avvertito la difficoltà di trovare le parole adatte per esprimere a ciascuno di voi un pensiero augurale. Sono giorni, questi, in cui convivono angoscia e speranza.

La pandemia che stiamo affrontando mette a rischio le nostre esistenze, ferisce il nostro modo di vivere. La pandemia ha seminato un senso di smarrimento: pone in discussione prospettive di vita. Basti pensare alla previsione di un calo ulteriore delle nascite, spia dell’incertezza che il virus ha insinuato nella nostra comunità. E’ questa la realtà, che bisogna riconoscere e affrontare. La scienza ci offre l’arma più forte, prevalendo su ignoranza e pregiudizi. Io mi vaccinerò appena possibile, dopo le categorie che, essendo a rischio maggiore, debbono avere la precedenza. Vaccinarsi è una scelta di dovere e responsabilità”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel discorso di fine anno.

Conte: “Il 2021 sia l’anno del riscatto”

“Abbiamo vissuto un anno difficile. Difficilissimo. Abbiamo affrontato, e stiamo ancora affrontando, una prova durissima. Tanti di noi hanno perso gli affetti più cari. Un’intera generazione che ha ricostruito l’Italia nel dopoguerra e ha contribuito al “miracolo economico” ne è uscita decimata.

Abbiamo conosciuto il dolore della perdita di amici, di persone che lavoravano con noi tutti i giorni, fianco a fianco.

Siamo stati chiamati a compiere sacrifici che mai neppure avremmo immaginato. Abbiamo sperimentato sofferenze e limitazioni delle libertà che forse non avremmo concepito neppure in astratto.

Nel nuovo anno entriamo con un bagaglio pesante, una ferita che non potremo rimarginare. Ma tutto questo dolore, questa sofferenza non valgono ad offuscare la luce della speranza.

Abbiamo vissuto momenti di grande unità. Abbiamo toccato con mano lo spirito di solidarietà di tante persone che sono rimaste impavide in prima linea. Abbiamo constatato il senso di responsabilità di tanti cittadini che hanno dato il loro contributo al bene comune semplicemente rispettando le regole. Ci siamo tenuti per mano tutti insieme, pur rimanendo distanti.

Il 2020 non lo dimenticheremo. Ora però è arrivato il momento di riprenderci le nostre vite, di lavorare per reinventare una società migliore. Il nuovo anno deve essere l’anno del riscatto. Ciascuno di noi farà la sua parte e tutti insieme lavoreremo alla ripresa e al rilancio dell’Italia.

Buon 2021 a tutti gli italiani”. Questo gli auguri del premier Giuseppe Conte.

Covid, vaccinati 14.334 italiani

Ad oggi, 31 dicembre, è di 14.334 il totale delle vaccinazioni anti-Covid effettuate in Italia.

Al momento sono stati vaccinati 7.813 donne e 6.521 uomini.

Covid, 1.554 nuovi positivi in Campania

Positivi del giorno: 1.554

di cui:
Asintomatici: 1.470
Sintomatici: 84
Tamponi del giorno: 19.003

Totale positivi: 189.673
Totale tamponi: 2.035.364

Deceduti: 32 (*)
Totale deceduti: 2.844

Guariti: 1.878
Totale guariti: 109.574

* 10 deceduti nelle ultime 48 ore e 22 deceduti in precedenza ma registrati ieri

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 113
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.325

** Posti letto Covid e Offerta privata

Zampa: “Dal 7 gennaio l’Italia potrà essere zona gialla”

Tutto il paese dal 7 gennaio potrà essere zona gialla? “Non conosco esattamente i dati di  tutte le regioni, ma siccome le cose stanno andando meglio penso proprio che andrà in questo modo. Non si possono escludere nuove zone rosse, dipenderà dall’andamento dei dati”. Così la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, ad Affaritaliani.

Ultimo allenamento dell’anno per il Napoli

Seduta mattutina e ultimo allenamento del 2020 per il Napoli al Training Center.

Gli azzurri preparano la ripresa del campionato in programma domenica 3 gennaio con Cagliari-Napoli alle ore 15:00.

La squadra ha lavorato sul campo 1 iniziando la sessione con riscaldamento a secco.

Di seguito seduta tecnica ed esercitazioni di possesso palla con la rosa divisa in gruppi.

Successivamente lavoro tecnico-tattico a campo intero e partitina finale.

Demme ha svolto la prima parte di seduta con la squadra e di seguito lavoro personalizzato in palestra. Koulibaly ha fatto terapia e poi lavoro in palestra seguendo la tabella personalizzata.

Palestra per Malcuit che ha un affaticamento al polpaccio destro.

fonte sscnapoli

Maxi truffa ad un’anziana, arrestato 49enne

I Carabinieri della Stazione di San Martino Valle Caudina, in Irpinia, coadiuvati dai colleghi del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Avellino, hanno tratto in arresto un 49enne di Napoli, già noto alle Forze dell’Ordine, in esecuzione di un’ordinanza applicativa della misura cautelare della custodia in carcere emessa dal gip del Tribunale di Avellino, in accoglimento della richiesta avanzata dalla locale Procura della Repubblica per il reato di “truffa aggravata”.

L’indagine prende spunto da una grave truffa commessa lo scorso mese di settembre ai danni di un’anziana signora residente a San Martino Valle Caudina: secondo un copione consolidato e purtroppo molto diffuso, il 49enne si presenta a casa dell’ultraottantenne, riuscendo a farsi consegnare 8mila euro in contanti a fronte della consegna di un pacco indirizzato al nipote dell’ignara donna, per poi darsi alla fuga prima che la vittima, aprendo l’involucro contenente in realtà solo una bilancia, si rendesse conto di essere stata raggirata.

L’attività sviluppata dai Carabinieri anche con l’acquisizione delle registrazioni delle telecamere presenti in zona, permetteva l’identificazione del responsabile, nei cui confronti, alla luce dei probanti elementi raccolti, l’Autorità Giudiziaria di Avellino, concordando pienamente con le risultanze investigative dell’Arma, ha quindi spiccato il provvedimento di carcerazione.

Ad Auckland è già Capodanno

Ad Auckland in Nuova Zelanda è già Capodanno e a breve lo sarà anche a Sidney in Australia. Poi si aggiungeranno gli altri paesi, le altre città, fino alla mezzanotte quando toccherà all’Italia dare l’addio al 2020.

In tutto il mondo, ovviamente, è un Capodanno diverso, tutti a casa per le restrizioni adottate per contenere la pandemia. 

 

Brusaferro: “La curva dei contagi è in decrescita”

“La curva nel nostro Paese è in decrescita, ma è una decrescita un po’ rallentata. Però ci sono Paesi a noi vicini che mostrano invece una curva in ricrescita. Questo è un grande incentivo a fare in modo che la nostra curva si mantenga in decrescita. Serve massima attenzione nell’applicazione e nel rispetto delle misure”. Solo Così Silvio Brusaferro alla conferenza stampa sul monitoraggio dei dati.

Agguato nella notte a Napoli, un morto ed un ferito

Un morto e un ferito è questo il tragico bilancio dell’agguato che si è consumato questa notte a Napoli nella zona San Lorenzo. Due le persone trasportate per ferite d’arma da fuoco all’ospedale Pellegrini. Ciro Caiafa, 40enne, è deceduto poco dopo il ricovero. Era il padre del 17enne ucciso lo scorso ottobre in via Duomo a seguito di un conflitto a fuoco contro agenti della polizia mentre tentava una rapina a mano armata.

Il 28enne, incensurato, trasportato con Caiafa in ospedale, non è in pericolo di vita. Sulla vicenda indagano i carabinieri.

 

1 2 3 33