Campania, da lunedì in presenza anche la terza classe della primaria Non è consentita la refezione scolastica

“L’Unita’ di Crisi si è riunita nel pomeriggio per esaminare la situazione epidemiologica in relazione al ritorno in presenza nella scuola. Una relazione tecnica confluirà nell’ordinanza che sarà firmata nella giornata di domani. Si anticipano di seguito le decisioni che sono state assunte.

– A partire da lunedì prossimo, 18 gennaio 2021, sarà consentito il ritorno in presenza fino alla terza classe della scuola primaria, oltre alle classi dei servizi educativi e della scuola dell’infanzia e dei bambini e ragazzi con bisogni educativi speciali.
– Non è consentita la refezione scolastica
– È dato mandato alle Asl di distribuire ai medici di medicina generale test antigenici per il monitoraggio della situazione dei contagi del personale della scuola, docente e non docente, con priorità per chi già è impegnato nella didattica in presenza.

Si comunica altresì che, come da ultimo Dpcm, la Campania da domani viene confermata in “zona gialla” con le relative restrizioni nazionali”. Così in una nota la Regione Campania.

Covid, 1.150 nuovi positivi in Campania Su quasi 14mila tamponi effettuati

Positivi del giorno: 1.150 (di cui 73 casi identificati da test antigenico rapido)
di cui:
Asintomatici: 978
Sintomatici: 99
* Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai soli positivi al tampone molecolare
Tamponi del giorno: 13.929 (di cui 1.353 antigenici)
Totale positivi: 204.996 (di cui 73 antigenici)
Totale tamponi: 2.208.602 (di cui 1.353 antigenici)
Deceduti: 37 (*)
Totale deceduti: 3.335
Guariti: 933
Totale guariti: 128.728
* 17 deceduti nelle ultime 48 ore e 20 deceduti in precedenza ma registrati ieri
Report posti letto su base regionale:
Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 93
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 1.401
** Posti letto Covid e Offerta privata

Eco Sisma Bonus 110%, la sfida del Consorzio Sgai Grande successo per la prima Convention a Napoli

Futuro, innovazione, professionalità e passione: sono gli ingredienti che fanno del Consorzio Sgai una eccellenza, il cui marchio, ormai, è conosciuto in tutto il panorama nazionale. Una visione iniziata nel 2019 e che oggi ha avuto la sua consacrazione a Napoli con la prima Convention del Consorzio specializzato nell’Eco sisma bonus 110%. Una realtà solida, la cui mission è aiutare le famiglie in un momento storico così complicato, realizzare progetti sostenibili e all’avanguardia. All’evento hanno partecipato tanti professionisti e ospiti illustri. Il presidente del Consorzio Sgai, dottor Roberto Galloro, in video collegamento, il professor Riccardo Maria Monti, ceo Interporto Sud Europa e Triboo Spa, referente rapporti istituzionali per il Consorzio Sgai, Luciano Di Costanzo, responsabile It Consorzio Sgai, l’avvocato Antonio Muro, responsabile legale Consorzio Sgai, il geometra Ugo Moscariello e il dottor Roberto Taroni, responsabile rete commerciale “Valore Azienda”. “La richiesta dell’Eco bonus  – afferma Roberto Galloro – può essere effettuata sia dalle singole proprietà che dai condomini. Tutte le informazioni utili possono essere visionate sia sul sito delle Agenzie delle Entrate che del Consorzio Sgai. Possono accedere all’Eco bonus tutti i titolari di immobili o anche gli inquilini con autorizzazione del proprietario, quindi rientreranno, probabilmente, anche tutte le persone che usufruiscono del reddito di cittadinanza se sono inquilini”. Quella del Consorzio Sgai è una sfida importante. “Tanti i progetti – conclude Galloro – che ci vedono impegnati nel futuro prossimo. Li affronteremo sempre con professionalità e impegno”.  

L’Eco Sisma bonus rappresenta una grandissima opportunità. “Un evento epocale che non sarà più ripetibile ed oggi abbiamo l’occasione di ristrutturare tutto il patrimonio edilizio italiano con un target vastissimo”. Così il presidente di Work&Solution, Nicola Zuin.

Anche il professor Riccardo Maria Monti, nel suo intervento, ha sottolineato la grande importanza dell’Eco sisma bonus ed il grande lavoro che sta portando avanti il Consorzio Sgai.

Rezza: “Entro fine mese vaccini a over 80” "Immunità di gregge non prima di 6-8 mesi"

“Entro fine mese o inizio febbraio comincerà la fase di vaccinazione degli over-80. Per ora le tabelle di marcia vaccinali sono rispettate e addirittura anticipate. Non mi risulta ufficialmente per ora un ritardo di Pfizer ma non mi sembra che ci siano problemi di approvvigionamento. Non potremo raggiungere l’immunità di gregge attraverso le vaccinazioni prima di 6-8 mesi ma il primo obiettivo è abbattere l’epidemia, casi gravi e decessi e rendere gli ospedali Covid-free”. Così il direttore della Prevenzione del ministero della Salute Gianni Rezza.

Lombardia, Bolzano e Sicilia in zona rossa Firmato il nuovo Dpcm in vigore fino al 5 marzo

Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha firmato il nuovo Dpcm che sarà un vigore fino al 5 marzo.  Da domenica, in base ai nuovi dati, la Lombardia e la Provincia di Bolzano diventano rosse, come la Sicilia, su richiesta del suo governatore. Oltre a queste tre regioni ce ne sono altre 12 in arancione: Abruzzo, Calabria, Emilia, Friuli, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Umbria, Val d’Aosta e il Veneto. Restano, invece, gialle Basilicata, Campania, Molise, Provincia di Trento, Sardegna e Toscana.

De Luca: “Con comportamenti irresponsabili tra due settimane chiuderemo tutto” "C'è un aumento non straordinario ma sensibile di contagi"

“La Campania è in zona gialla, ma se avremo comportamenti irresponsabili tra due-tre settimane la Campania sarà tutta chiusa. C’è un aumento non straordinario ma sensibile di contagi, sarebbe un suicidio per la Campania immaginare che con la zona gialla siamo di fronte ad un rompete le righe e che possiamo consentirci di fare la ricreazione. Il governo addirittura valuta le zone bianche: con questi chiari di luna è una cosa del tutto irresponsabile”. Così il presidente della regione Campania, Vincenzo De Luca, durante la diretta settimanale sui social.

Il pannello di San Michele Arcangelo sarà restituito al comune di Contrada Recuperato dopo sette anni

Un prezioso pannello, risalente al XVII° secolo, della misura di 130x80 cm raffigurante “San Michele Arcangelo”, composto da 14 maioliche, sarà restituito il 16 gennaio alle ore 10.30 nella sede del Comune di Contrada (AV) dal Comandante del Nucleo per la Tutela del Patrimonio Culturale di Napoli, Maggiore Giampaolo Brasili, al Sindaco Pasquale De Santis. Alla restituzione, che avverrà nel rispetto della normativa anti-Covid, sarà presente anche Antonio Iannacone, Sindaco di Contrada all’epoca del furto, insieme ad autorità locali e studiosi d’arte.

Nel corso di un’ispezione dei registri commerciali di un rivenditore di Sorrento, nell’ambito della costante azione di controllo amministrativo effettuata sulle attività del settore dell’antiquariato, l’attenzione dei Carabinieri si è soffermata su un’operazione, regolarmente inserita nel registro di Pubblica Sicurezza, che riportava la seguente descrizione pannello maiolicato composto da 15 maioliche e di cui una mancante, raffigurante San Michele Arcangelo. Nonostante l’operazione di compravendita fosse datata aprile 2014, stesso mese del furto, i militari sono riusciti a identificare l’ultimo possessore, anch’egli titolare di un esercizio di Sorrento, al quale è stata sequestrata l’opera.

La comparazione delle immagini dell’opera con quelle contenute nella “Banca dati dei beni culturali illecitamente sottratti”, gestita dal Comando TPC, ha consentito di identificare lopera trafugata, che all’epoca del furto era collocata all’interno di un’edicola votiva di Contrada e di cui era rimasta la sola maiolica ove era impressa la provenienza.

Il recupero del pannello di “San Michele Arcangelo è stato reso possibile dalla collaborazione tra la Procura della Repubblica di Torre Annunziata (NA), il Comando Carabinieri per la Tutela del Patrimonio Culturale e gli organi centrali e periferici dello Stato. Ancora una volta questa sinergia ha permesso di restituire alla collettività un’opera ormai ritenuta perduta e al territorio un importante tassello della sua storia e della sua cultura.

Dpcm, Italia verso l’arancione In arrivo la nuova stretta

Gran parte d’Italia, da domenica, sarà in zona arancione con il divieto di spostarsi tra le regioni fino al 15 febbraio. Probabilmente solo Lombardia e Sicilia saranno in fascia rossa. Difatti entrerà in vigore nelle prossime ore il nuovo Dpcm.

1 2