domenica, Novembre 28, 2021
HomeSportAltri sportBasket serie A2, la Gevi fa suo il derby

Basket serie A2, la Gevi fa suo il derby

di Elio De Falco

Era la partita dell’anno, quella tra le due squadre considerate più attrezzate per il salto di categoria; ed era pure un derby. 

La GeVi fa sua la partita con una reazione di forza che annichilisce una Givova Scafati che, contrariamente alle ultime uscite, non riesce a chiudere la contesa anzitempo ed appare piuttosto sorpresa della risposta azzurra. 

Primo quarto di marca gialloblu; dopo un inizio in cui le due compagini parevano studiarsi, Jackson e Sergio piazzano il primo allungo ospite. La Givova vola sotto canestro, sovrastando i lunghi della GeVi senza soluzione di continuità e stringendo le maglie difensive. Mentre Mayo, 8 punti alla fine per l’ex Varese, prova a tenere a galla i suoi senza particolare successo, dalla panchina della Givova si alza Riccardo Rossato: sono suoi i 5 punti con cui gli ospiti chiudono il primo quarto sul massimo vantaggio (13-24). 

Sembrerebbe mera formalità, quindi, il successo degli uomini di coach Finelli, trascinati dal 57% che fatturano dal campo contro un misero 29% dei padroni di casa. 

Tuttavia Napoli rientra dalla panchina con ben altro piglio, grazie anche ad un Marini che entra in un universo tutto suo in cui distribuisce lampi di onnipotenza: è proprio l’ex forlivese a spingere il primo parziale di 8-0 che riporta a contatto gli uomini di coach Sacripanti, bravi a stringere le maglie difensive grazie ad un Sandri che sfiora l’ubiquità e colpisce in modo micidiale dai 6,75 firmando l’inatteso sorpasso (31-29). Palumbo riporta avanti gli ospiti ma è solo un’illusione: la GeVi non mollerà più la leadership. Parks allunga nel finale di primo tempo con la tripla, all’intervallo, però, Scafati si è rifatta sotto (44-42). 

Nella ripresa viene fuori il talento di Jordan Parks: l’ex Treviso è a tratti immarcabile e trova il prezioso supporto di uno Zerini fino a quel momento limitato dai falli. È proprio il pivot ex Brindisi che fa il lavoro sporco sotto le plance, arrivando quasi ovunque e prendendosi la soddisfazione d’inchiodare la schiacciata ad una mano spazzando via le braccia avversarie. Il parziale di 10-0 si chiude con un’altra tripla di Parks; la Givova naviga controcorrente e paga un Thomas che fattura solo dalla lunetta (2/16 dal campo). 

Nella quarta frazione la GeVi rischia di accusare il classico black out che ha creato più d’un grattacapo in stagione: Marini è croce e delizia con qualche eccesso di foga, come quello che gli costa il fallo tecnico, a cui alterna giocate d’alta scuola come il canestro del +15 azzurro, arrivato nonostante la difesa della Givova fosse collassata su di lui a centro area. È proprio lui a scuotere i suoi nel momento cruciale del match: Scafati profonde il massimo sforzo e riapre inaspettatamente i giochi riportandosi fino al -4 sull’onda dei liberi di Thomas e dell’energia di Valerio Cucci.

Quando sembravano riaffiorare i fantasmi di Ferrara, però, Marini prende in mano la squadra e la porta al sicuro, neutralizzando l’inerzia ospite con 4 punti consecutivi per il 76-68 che, a 1’38” dal termine, chiude sostanzialmente i giochi. 

Il resto lo fa Parks, con il canestro del definitivo 78-68 e la grande difesa di Zerini, diventato diga insormontabile per la corrente della Givova. 

IL COMMENTO

Partita a due facce, quella in scena a Fuorigrotta, due facce bellissime. Se nel primo quarto sono gli ospiti ad offrire picchi di prestazione di categoria superiore, la riscossa azzurra non è da meno. Facile soffermarsi sui top scorer, ma già guardare come si arriva a certe cifre è questione più complessa, al punto che il migliore in campo può risultare chi ha segnato di meno mentre chi ha segnato di più può aver offerto una prestazione alquanto incolore. 

Per questo motivo, da lodare è Daniele Sandri, che ne segna 8 di punti, ma è uomo ovunque in difesa; da lodare è la scelta tattica di Sacripanti di piazzare proprio l’ex Virtus Roma su Thomas che patisce la marcatura nonostante il considerevole vantaggio di chili e centimetri a suo favore. 

TABELLINO

GEVI NAPOLI – GIVOVA SCAFATI 78-68

NAPOLI: Marini 18, Parks 17, Lombardi 10, Iannuzzi 9, Mayo 8, Sandri 8, Monaldi 4, Zerini 4, Uglietti. NE: Klacar, Aldi, Cannavina. 

Rimbalzi: Iannuzzi 10
Assist: Monaldi 5

SCAFATI: Thomas 22, Rossato 11, Palumbo 10, Cucci 9, Sergio 7, Jackson 5, Musso 2, Benvenuti 2, Dincic. NE: Marino. 

Rimbalzi: Thomas 8
Assist: Musso, Palumbo, Jackson 2

foto di Carlo Falanga

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti