Superlega, terminata la riunione dei club fondatori

E’ durata un’ora la riunione d’urgenza indetta dai 12 club fondatori della Superlega. E’ ufficiale l’uscita del Manchester City con altri club che sarebbero intenzionati ad abbandonare il progetto. Nelle prossime ore se ne saprà qualcosa in più.

Il City: “Via dalla Superlega”

Il Manchester City in serata ha confermato sui suoi canali social di aver “Avviato le procedure per ritirarsi dal progetto di Superlega”.

Superlega, alle 23:30 riunione dei 12 club

Superlega, alle 23:30 è stata convocata una riunione d’urgenza dei 12 club che hanno dato vita al progetto che sta mostrando le prime crepe con diversi club che sarebbero pronti già ad abbandonare.

Dall’Inghilterra: i sei club pronti a lasciare la Superlega

Superlega, Chelsea, Manchester City, Manchester United e Arsenal sarebbero pronte a fare dietrofront nel progetto che ha sconvolto il mondo del calcio nelle ultime ore. Le voci provenienti dall’Inghilterra si stanno facendo sempre più insistenti. Anche Liverpool e Chelsea sarebbero pronte, a questo punto, ad un passo indietro.
E in Spagna Barcellona e Atletico Madrid potrebbero sfilarsi dal progetto.

Alvino: “Superlega? Una schifezza senza precedenti”

Sulla Superlega è intervenuto Carlo Alvino ai microfoni di Radio Goal in onda su Kiss Kiss Napoli: “Per me questa è una schifezza senza precedenti. Mi farebbe schifo e ribrezzo anche se ci fosse il Napoli dentro. Lo dico con sincerità e sono convinto di quanto affermato. Per me questo non è calcio, è solo business, che va contro la passione di milioni di persone. Non è accettabile quanto hanno pensato questi signori”.

Johnson&Johnson in Italia solo agli over 60

La somministrazione di Johnson&Johnson sarà consentita in Italia solo agli over 60.

E’ la decisione che il Governo si appresterebbe ad assumere, nelle prossime ore, su indicazione degli esperti.

Intanto, nel pomeriggio, l’Ema ha dato il via libera al vaccino, affermando che i benefici sono superiori ai rischi.

Covid, torna la zona gialla e arriva la carta verde per spostarsi

Nuovo decreto legge, c’è una prima bozza che potrebbe subire delle variazioni nel Consiglio dei Ministri di domani. Le novità più importanti riguardano il ritorno delle zone gialle e la “certificazione verde” per gli spostamenti tra le Regioni.

Le misure scatteranno dal 26 aprile e dovrebbero avere validità fino al 31 luglio.

Inoltre, per quel che riguarda la scuola, le superiori potranno adottare “forme flessibili nell’organizzazione dell’attività didattica affinché sia garantita, in zona rossa, la presenza ad almeno il 50% e fino a un massimo del 75%, della popolazione studentesca mentre in zona gialla e arancione la didattica in presenza deve essere garantita ad almeno il 60% e fino al 100% della popolazione studentesca”.

Superlega, Guardiola: “Non è più sport”

Superlega, continuano le reazioni nel mondo del calcio. “La Superlega non è sport. Quando non esiste relazione tra l’impegno e il risultato, non è più sport”. Così l’allenatore del Manchester City, Pep Guardiola.

Durissima la reazione del tecnico del Sassuolo, Roberto De Zerbi: “Non ho piacere a giocare questa partita perché il Milan fa parte delle squadre fondatrici. L’ho detto a Carnevali e ai miei giocatori. Poi se Carnevali mi obbligherà allora andrò, ma ci sono rimasto male.
Sono molto arrabbiato perché domenica è stato fatto un colpo di Stato”.

Johnson&Johnson, via libera dell’Ema

L’Ema ha riconosciuto possibili legami di causa-effetto tra il vaccino di Johnson & Johnson e gli eventi molto rari di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Usa. Lo so legge in una nota dell’Agenzia dell’Unione Europea nella quale, però, si precisa che i benefici superano i rischi.

1 2 3