Da lunedì il nuovo decreto, quasi tutta Italia in “giallo”

Da lunedì entrerà in vigore il nuovo decreto. Quasi tutta l’Italia sarà in zona gialla, ad eccezione di sei regioni, cinque in area arancione ed una in zona rossa, la Sardegna.

Gli spostamenti tra regioni gialle saranno liberi. Per le zone arancioni e rosse, sarà possibile farlo per motivi di lavoro, salute o urgenza tramite l’autocertificazione, invece, per il turismo, sarà necessario il pass ovvero la certificazione verde che attesa la vaccinazione, la guarigione, il test antigenico o molecolare effettuato nelle precedenti 48 ore la partenza.

Per quel che riguarda le attività commerciali, nelle zone gialle, saranno tutte aperte. I centri commerciali, invece, resteranno chiusi nei giorni pre-festivi e festivi, dunque anche nei week-end.

I locali pubblici, invece, saranno aperti a pranzo e a cena, ma possono ospitare clienti solo all’aperto.

Dal primo giugno, invece, sarà consentito ospitare i clienti anche all’interno dalle 5:00 alle 18:00.

Covid in Campania, 2.012 nuovi positivi

Positivi del giorno: 2.012 (*) 

di cui
Asintomatici: 1.359 (*)
Sintomatici: 653 (*)
* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 21.651
Tamponi antigenici del giorno: 7.803

​Deceduti: 45 (**)​
Totale deceduti: 6.189

Guariti: 2.131
Totale guariti: 283.223

** 28 deceduti nelle ultime 48 ore, 17 deceduti in precedenza ma registrati ieri.

​Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 140
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (***)
Posti letto di degenza occupati: 1.499

*** Posti letto Covid e Offerta privata.

Vaccini, in Campania 1.484.268 somministrazioni

Complessivamente, ad oggi in Campania, sono stati vaccinati con la prima dose 1.071.587 cittadini. Di questi 412.681 hanno ricevuto la seconda dose.

Le somministrazioni effettuate sono state, in totale, 1.484.268.

La piattaforma per le adesioni è regolarmente aperta per tutte le categorie previste.

Musica e balli, multate 25 persone in piazza Dante

Operazione, ieri sera, dei Carabinieri, nei pressi di piazza Dante a Napoli.

25 persone per violazione della normativa di prevenzione anti-covid. I Carabinieri sono intervenuti per disperdere un assembramento di circa 200 persone, radunate tra piazza Dante e via Bellini, che ballavano con musica ad alto volume.

Ssc Napoli, il report dell’allenamento

Dopo il successo contro la Lazio e un giorno di riposo, il Napoli ha ripreso oggi gli allenamenti al Training Center.

Gli azzurri preparano il match contro il Torino allo Stadio Olimpico Grande Torino in programma lunedì alle ore 18:30.

La squadra si è allenata sul campo 1 iniziando la sessione con lavoro aerobico e torello.

Successivamente il gruppo ha svolto esercitazione di passing drill e partita a campo ridotto.

Terapie e lavoro in palestra per Ospina.

fonte sscnapoli

Omicidio Gioia, la Procura: la coppia aveva pianificato una strage

“A seguito di tempestive attività di indagine svolte nell’immediatezza del fatto, coordinate dalla Procura della Repubblica di Avellino ed eseguite dalla Squadra Mobile di Avellino, è stato emesso decreto di fermo del pubblico ministero nei confronti di un giovane di anni 22 e di una giovane di 18 anni appena compiuti, entrambi originari e residenti ad Avellino, poiché gravemente indiziati della commissione dell’omicidio premeditato in pregiudizio del padre della giovane, di anni 53.
Quest’ultimo, trasportato con urgenza all’Ospedale Moscati dopo l’accoltellamento subito all’interno della propria abitazione da parte del giovane, è spirato poco dopo la mezzanotte in conseguenza delle plurime ferite da taglio inferte su diverse parti del corpo.
La pronta segnalazione al 113 inoltrata dalla moglie della vittima, che informava dell’accoltellamento appena occorso, permetteva alle Volanti e agli uomini della Squadra Mobile di intervenire dopo pochi minuti presso il luogo dell’evento, accaduto in pieno centro di Avellino, al Corso Vittorio Emanuele.
Sul luogo del fatto, gli agenti rinvenivano, nell’area seminterrata dell’edificio, le prime tracce dell’efferato delitto, che consentivano di risalire all’aggressore.
Le successive immediate investigazioni della Polizia, svoltesi per l’intera nottata con l’intervento e la direzione personale del P.M. di turno sul luogo del delitto e negli uffici della Questura, mediante interrogatori e acquisizione di tracce, di conversazioni e messaggi presenti sui cellulari dei giovani, consentivano di ricostruire la torbida e allarmante vicenda, che si è rivelata essere l’epilogo – fortunatamente solo parzialmente portato a termine – di una vera e propria strage pianificata dalla coppia. I giovani, che hanno reso dichiarazioni confessorie, hanno, infatti, riferito che il piano avrebbe dovuto concludersi con la loro fuga dopo l’uccisione anche della madre e della sorella della giovane.
Il movente, stando a quanto accertato, sarebbe da collegarsi alla conflittualità generatasi tra la coppia e i genitori di lei, osteggianti il loro rapporto sentimentale”. Questa la nota della Procura della Repubblica di Avellino a firma del Procuratore capo, Domenico Airoma.

Mattarella: “Contro la pandemia rinascita e coesione nazionale”

“Ora più che mai è necessario rimanere uniti in uno sforzo congiunto che ci permetta di rendere sempre più forti e riaffermare i valori e gli ideali che sono alla base del nostro vivere civile, quel filo conduttore che, dal Risorgimento alla Resistenza, ha portato alla rinascita dell’Italia”. Lo ha scritto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un messaggio in occasione del 76° anniversario della Liberazione.

 

1 2