Nadal è il re degli Internazionali

E’ ancora una volta, la decima, Nadal il re degli Internazionali d’Italia. Lo spagnolo ha battuto in tre set, 7-5 1-6 6-3, il numero uno del mondo, Djokovic.

Manzo: “Un Napoli perfetto sbanca Firenze”

“Un Napoli perfetto, sia nella tattica che nella prestazione atletica, sbanca anche Firenze.
Una partita non facile per gli azzurri che grazie all’accorta strategia di mister Gattuso riescono a piegare i vendicativi fiorentini”. Così il presidente della Bcc di Napoli, Amedeo Manzo.

Speranza: “Prudenza e poi allentare e superare il coprifuoco”

“È bello rivedere il pubblico in sicurezza ad una manifestazione sportiva. Possiamo proseguire con ragionata fiducia verso le graduali riaperture delle altre attività, mantenendo la necessaria prudenza.

Con dati in miglioramento possiamo allentare e poi superare il coprifuoco. Questo è possibile grazie alle misure adottate in questi mesi e ai comportamenti corretti della stragrande maggioranza delle persone e, naturalmente, grazie alla campagna di vaccinazione, leva fondamentale per aprire una nuova stagione nel Paese”. Lo ha dichiarato il Ministro della Salute, Roberto Speranza, durante la visita agli Internazionali d’Italia di Tennis a Roma.

Covid in Campania, 919 nuovi positivi

Positivi del giorno: 919 (*)

di cui
Asintomatici: 666 (*)
Sintomatici: 253 (*)
* Positivi, Sintomatici e Asintomatici si riferiscono ai tamponi molecolari

Tamponi molecolari del giorno: 15.653
Tamponi antigenici del giorno: 5.071

Deceduti: 11 (**)
Totale deceduti: 6.816

Guariti: 1.424
Totale guariti: 325.178

** 11 deceduti nelle ultime 48 ore.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 99
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (***)
Posti letto di degenza occupati: 1.174

*** Posti letto Covid e Offerta privata.

Il Papa: “Basta scontri in Terra Santa”

“Mi chiedo: l’odio e la vendetta dove porteranno? Davvero pensiamo di costruire la pace distruggendo l’altro? In nome di Dio, faccio appello alla calma, e a chi ne ha la responsabilità di far cessare il frastuono delle armi, di percorrere l’avvio della pace, anche con l’aiuto della comunità internazionale”. E’ quanto ha affermato Papa Francesco alla recita del Regina Caeli.

De Laurentiis: “Grande vittoria”

“Grande vittoria! Ma massima concentrazione perché non è ancora finita! Forza Napoli sempre”. Così il presidente della Ssc Napoli, Aurelio De Laurentiis.

Insigne-Zielinski, Champions più vicina

Napoli: Meret, Di Lorenzo, Manolas, Rrahmani, Hysaj, Fabian Ruiz, Bakayoko, Politano (77′ Lozano), Zielinski (77′ Mertens), Insigne, Osimhen (84′ Petagna). A disp.Ospina, Contini, Labriola, Costanzo, D’Agostino, Mario Rui, Elmas, Demme. All.Gennaro Gattuso

Fiorentina: Terracciano, Milenkovic, Pezzella , Caceres, Venuti, Castrovilli (66′ Eysseric), Pulgar, Bonaventura (77′ Callejon), Biraghi (66′ Igor), Ribery (83′ Kouame), Vlahovic. All. Giuseppe Iachini

Arbitro: Abisso di Palermo
Marcatori: 56′ L. Insigne, 67′ P. Zielinski
Note: ammoniti Ribery, Pezzella, Castrovilli, Rrahmani, Caceres, Hysaj

FIRENZE –  E’ azzurro il Giglio di Firenze. Il Napoli batte la Fiorentina all’ora di pranzo e solleva la bocca dal fiero pasto dopo un’ora di gioco. Lorenzo il Magnifico rievoca la memoria medicea e apre la strada del trionfo conquistando la nobiltà della Signoria di Firenze. Zielinski completa l’opera issando al cielo il vessillo del Regno di Napoli. Due a zero per noi, secco, netto, meritato, inequivocabile, prezioso. Il Napoli si prende a Firenze una sfida fondamentale! Dal Franchi su alza l’urlo di un intero popolo e il suono della campana dell’ultimo giro. Verso lo sprint che conduce al bagliore tra le stelle dei Campioni!

Fonte Sscnapoli

Alvino: “Non poteva non vincere il calcio onesto”

“Non poteva non vincere il calcio pulito ed onesto. Il calcio delle emozioni e della passione. Napoli simbolo del calcio vero quello di cui ci siamo innamorati da bambini. Alle porcherie si risponde così”. Così Carlo Alvino su Twitter.

Basket, Kobe Bryant nella Hall of Fame

Kobe Bryant, a 14 mesi dalla tragica scomparsa in un incidente in elicottero assieme alla figlia Gianna, è entrato nella Hall of Fame di basket. Nel corso della cerimonia ha parlato la moglie Vanessa: “Mi piacerebbe che mio marito fosse qui. Lui e Gigi meriterebbero di essere qui per vedere tutto questo. Ci sarebbe una lunga lista di persone da ringraziare che lo hanno ispirato e che gli hanno dato i mezzi per entrare nella Hall of Fame. Famiglia, amici, mentori, i Lakers, compagni e avversari”. Alla cerimonia ha partecipato anche Micheal Jordan.

1 2