Spalletti: “Insigne? Quando tornerà e parlerà con il presidente sarà tutto più chiaro”

“Bisogna infondere fiducia nei calciatori. Collaborare e motivarsi di continuo. La qualità dei calciatori fa sempre la differenza”. Così esordisce Luciano Spalletti nella sua prima conferenza stampa in ritiro. “Le sensazioni sono le stesse di quando ho accettato di venire su questa panchina che è motivo di orgoglio e di grande responsabilità. E’ ancora un po’ presto per iniziare a tirare le somme, mancano ancora molti campioni e quelli che ci sono hanno confermato le loro qualità”.

Il pubblico? “Dobbiamo essere riconoscenti a chi ci supporta. Soprattutto se spendono le loro ferie per starti vicino. Noi abbiamo bisogno del calore dei nostri tifosi e ce lo dobbiamo meritare”.

La Nazionale? “Sono fondamentali i calciatori, però in questo caso Mancini ci ha messo del suo e bisogna fargli i complimenti”.

Osimhen? “Sicuramente per noi sarà un punto di forza, dove noi ci appoggeremo. E’ un calciatore completo, poi oltre ad avere le qualità del campione, ci mette anche altre cose soprattutto il battersi per i compagni di squadra”.

Cosa significa essere un allenatore aziendalista? “Io non vado a dover creare dei problemi alla comunità dove devo andare a lavorare, mi confronto sui temi e si cercano soluzioni con la società. Non gli devo creare debiti assurdi che poi rovinano la situazione. Si cerca di ottimizzare senza buttar via niente di quello che è possibile utilizzare. A me non crea nessun fastidio. Poi è chiaro che bisogna riuscire a fare una squadra forte”.

Più moduli? “Deve essere un po’ così. Un Napoli che crea delle sorprese”.

Che anima pensa di trovare in Lorenzo Insigne? “Io con Lorenzo ho parlato per telefono, mi è sembrato il capitano che io mi immaginavo vedendolo da fuori. Da una parte c’è il capitano del Napoli e dall’altra il presidente, quando si parleranno sarà tutto più chiaro”.
Di cosa ha bisogno la squadra? “Ruoli doppi, ci sono tanti impegni e se parte qualcuno bisogna sostituirlo”.

I portieri? “Ho portieri forti. Si valuta, perché poi le insidie sono dietro l’angolo”.

Come mai il Trentino è diventato un punto di riferimento per molte squadre? “E’ difficile rimanere concentrati di fronte a tanta bellezza, faccio i complimenti al sindaco”.

Cosa chiederò ai centrocampisti? “Chiedo tanti chilometri e poi naturalmente ci vuole la caratteristica di essere sempre a disposizione, sempre connessi, di essere sempre disponibili alla corsa”.

Koulibaly e la coppia con Manolas. “Koulibaly è un calciatore che tutti vorrebbero avere. Per me lui rimane a Napoli, perché è difficile trovare un suo sostituto, è apprezzatissimo da tutti i compagni. Gli faccio i complimenti per la professionalità e la serietà. La coppia con Manolas ci permette di aggredire alto, bisogna migliorare un po’ sulla costruzione”.
Mercato? “In questo momento si prendono decisioni che saranno importanti per tutto il campionato”.

Demme? “Sa trattare la palla e sa stare nel ruolo del regista”.
foto sscnapoli

 

Allerta meteo in Campania

La Protezione Civile della Regione Campania ha emanato un avviso di allerta meteo con criticità idrogeologica di colore Giallo su tutta la Campania per piogge e temporali valevole dalla mezzanotte e per l’intera giornata di sabato 17 luglio.
Si prevedono rovesci e temporali, localmente anche intensi con possibili raffiche di vento nei temporali.
I fenomeni temporaleschi saranno caratterizzati da una incertezza previsionale e rapidità di evoluzione, con danni alle coperture e strutture provvisorie dovuti a raffiche di vento,. Possibili fulmini e grandinate.
A questo quadro meteo è connesso un rischio idrogeologico per temporali di livello Giallo con possibili:
– Ruscellamenti superficiali con possibili fenomeni di trasporto di materiale;
– Inondazioni delle aree limitrofe a corsi d’acqua anche per effetto di criticità locali (tombature, restringimenti, ecc);
– Allagamenti di locali interrati e di quelli a pian terreno;
– Scorrimento superficiale delle acque nelle sedi stradali e possibili fenomeni di rigurgito dei sistemi di smaltimento delle acque meteoriche con tracimazione e coinvolgimento delle aree urbane depresse;
– Caduta massi ed occasionali fenomeni franosi, anche in assenza di precipitazioni
– Caduta di rami o alberi
La Protezione Civile della Regione Campania raccomanda agli enti competenti di porre in essere tutte le misure atte a mitigare e contrastare i fenomeni attesi, sia in ordine al dissesto idrogeologico che alle sollecitazioni dei venti.

De Luca: “Zona gialla? Mi auguro si ragioni su numero ricoveri e non positivi”

“La situazione che abbiamo credo che debba spingerci ad avere insieme un atteggiamento di prudenza e serenità. Vedo crescere, in connessione con la diffusione della variante Delta, un clima pesante nel nostro Paese. E’ sbagliato, dobbiamo essere consapevoli dei problemi, ma non vivere nell’angoscia. Entro il 20 luglio arriviamo a 6 milioni di somministrazioni totali in Campania. Entro il 31 luglio 3 milioni di nostri cittadini avranno ricevuto due dosi di vaccino.

Fra agosto e settembre, puntiamo ad avere 4 milioni di cittadini immunizzati con due dosi e per ottobre 4,6 milioni, che è il nostro obiettivo per raggiungere l’immunità di gregge in Campania. Stiamo procedendo in maniera tranquilla e secondo i nostri programmi. Per raggiungere questi risultati, dobbiamo riprendere a vaccinarci con grande serietà.

Qualcuno ha pensato che il problema Covid fosse alle spalle. Vedo che si parla nuovamente di zone gialle. Se ciò dovesse accadere, la responsabilità sarebbe di quei signori che hanno dato meno vaccini alla Campania. Mi auguro, in ogni caso, che non arriveremo a nuove zone gialle, perchè spero si ragioni più che sul numero dei positivi, su quello dei ricoveri. E’ vero che abbiamo un numero elevato di positivi, ma non di occupazione di posti letto in ospedale e dei reparti di terapia intensiva”. Così il presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, nella diretta settimanale sui social.

Covid, a rischio zona gialla Sicilia, Sardegna e Veneto

Sicilia, Sardegna e Veneto sono le tre Regioni con l’incidenza più alta nel periodo di riferimento relativo alla settimana 9-15 luglio aggiornato al 15 luglio. Anche Campania e Lazio hanno una incidenza pari rispettivamente a 21,7 e 24.

Ssc Napoli, secondo giorno di allenamento a Dimaro Folgarida

Secondo giorno di allenamento per il Napoli a Dimaro Folgarida.

La squadra nella seduta mattutina si è divisa in due gruppi. La linea difensiva ha svolto lavoro specifico mentre il plotone di centrocampisti e attaccanti è stato impegnato in esercizi di potenza aerobica.

Successivamente i difensori hanno svolto lavoro di potenza aerobica, mentre centrocampisti e attaccanti hanno svolto esercitazione di sviluppo della fase offensiva.

Al termine della seduta alcuni azzurri si sono refrigerati al torrente.

fonte sscnapoli

Covid, sale l’rt a 0,91

Sale l’Rt nazionale in Italia allo 0,91. Questi gli ultimi dati in base al monitoraggio. Intanto 19 regioni sono a rischio moderato, due basso. Questo è l’effetto della variante Delta.

1 2