Spalletti: “Basta pensare al Verona”

Mister Spalletti, Politano e Zielinski hanno incontrato questa sera i tifosi in ritiro, a Dimaro Folgarida.

Spalletti: “Ho a disposizione una squadra forte. I ragazzi hanno questa convinzione. Napoli è una piazza importante”.

Politano: “Deluso per la mancata qualificazione in Champions. Contro il Verona è stata una partita storta, ma quest’anno sono sicuro che ci rifaremo”.

Zielinski: “L’aspetto mentale è molto importante”.

Spalletti: “Ascoltare dialogo arbitro e Var? Non so se creerebbe maggiori difficoltà. Mi interessa di più il tempo effettivo perché poi diventerebbe tutto anche più bello”.

Politano: “L’obiettivo è partecipare a tutte le competizioni e arrivare il più lontano possibile”.

Zielinski: “Abbiamo perso tanto senza i tifosi allo stadio, abbiamo sentito la vostra mancanza”.

Spalletti: “Facciamola finita con la partita con il Verona, abbiamo già dato come rabbia e delusione. Le partite passano per non ripassare più. Per quel che riguarda gli allenamenti, ho quasi tutti i difensori, per cui si può andare a forzare qualcosa di più”.

Zielinski: “Mi sento pronto a dare tutto il possibile per realizzare il sogno di tutti noi, vincere lo scudetto”.

Spalletti: “Io nel mio ruolo vorrei avere calciatori più forti e più duri possibile”.

Politano: “Spalletti ci sta trasmettendo grande entusiasmo”.

Politano: “Quasi tutti i giorni mi sono sentito con Insigne e Di Lorenzo durante gli Europei”.

Spalletti: “Elmas riesce a stare bene in più ruoli. E’ un calciatore importante”.

Zielinski: “Le stagioni precedenti c’era Hamsik dal quale ho imparato tantissimo. La scorsa stagione sono stato contento per i gol, ma posso fare di più”.

Spalletti: “Insigne? Prima si devono incontrare lui e il presidente. E io sono convinto che troveranno un punto da cui ripartire. Io sono ottimista”.

Spalletti: “Abbiamo sempre salutato il pubblico. Se noi siamo professionisti, calciatori, il merito è vostro che ci seguite”.

Politano: “Insigne il tiro a giro non lo insegna a nessuno, se lo tiene tutto per lui. Il distanziamento dai tifosi? Siamo noi i primi ad essere dispiaciuti”.

Spalletti: “Se non sai gestire le pressioni, non sai gestire nemmeno le vittorie”.

Zielinski: “In tutti i ruoli di centrocampo ho già giocato. Sarà il mister a decidere dove mi farà giocare”.

Spalletti: “Di mercato sarebbe meglio se ci fosse stato Giuntoli perché ne parla lui. Da un punto di vista mio, per affrontare più competizioni, bisogna fare un gruppo di venti calciatori più tre portieri”.

Spalletti: “Io sono fortunato perché è da più di 20 anni che faccio questo lavoro. Ogni volta che sono venuto a Napoli ho trovato una ospitalità incredibile e ho trovato spazi culturali, si vede che ci sono  creatività ed estro. Io sono sul divano di casa mia a Napoli”.

Spalletti: “Un po’ di cazzimma ci vuole. Sotto l’aspetto della personalità è presto per dire se possiamo fare passi in avanti o se manca qualcosa”.

Zielinski: “Noi abbiamo giocatori forti in tutte le posizioni. Dobbiamo crederci”.

Spalletti: “Per Koulibaly mi incateno”.

 

 

 

Ssc Napoli in ritiro, il report dell’allenamento

Settimo giorno per il Napoli a Dimaro Folgarida.

La squadra ha svolto una prima fase di attivazione seguita da esercitazione tecnica.

Successivamente partita a campo ridotto ed esercitazione tattica.

Allenamento personalizzato in palestra per Zielinski.

fonte Sscnapoli

Poke, il cheap food del momento preferito dagli italiani

Di Alessandra Orabona

Dopo la sushi-mania è scoppiata la nuova tendenza alimentare che sta dilagando in tutta la penisola: la poke-mania. Apparentemente può sembrare una versione più semplice della cucina giapponese ma in realtà si tratta di un piatto tipico hawaiano. Altro non è che una semplice ciotola di riso (bianco, riso-sushi o venere a scelta) ricoperta da pesce o crostacei (in genere salmone, tonno o gamberi), frutta (mango, avocado, edamame, ecc.), verdure (cetrioli, alghe wakame, ecc.), salse varie (soia, teriaky, philadelphia) e qualche nota croccante extra (pistacchi, arachidi, noci, mandorle ecc.), il tutto tagliato a pezzi. L’etimologia del termine “poʊˈkeɪ”, pronunciato “poh-kay” in lingua hawaiana, infatti, significa letteralmente “tagliare a pezzi“.

Il punto di forza di questa nuova tendenza è che ognuno può comporre la sua “bowl” a proprio piacimento, scegliendo tra una miriade di ingredienti diversi. Inoltre, a differenza di quanto accade spesso in un ristorante giapponese, mangiando la poke si ha la sensazione di saziarsi subito spendendo molto meno ma gustando gli stessi sapori. La pietanza hawaiana, infatti, si presenta come un piatto completo e perfettamente bilanciato, contenente al contempo carboidrati, proteine, vitamine e sali minerali. Ciò la rende anche un pasto adatto ad una dieta dimagrante, se non si esagera con quantità e salse.

È sorprendente come il piatto povero dei pescatori dell’isola di Honolulu sia diventato la moda gastronomica del momento a Milano e nelle città cosmopolite. Nel 2020 il settore ha avuto un volume d’affari mondiale da 1,74 miliardi di dollari. In Italia il mercato delle pokerie nel 2021 ha registrato 98 milioni di euro di fatturato ed è tuttora in crescita. Le bowl hawaiane sono il cibo del momento più richiesto nelle consegne a domicilio.

Nella sua semplicità, la poke bowl è anche un piatto facilmente replicabile a casa. Gli amanti del crudo dovranno semplicemente procurarsi del pesce già abbattuto oppure del pesce fresco da abbattere in freezer ad una temperatura di -18° per almeno 96 ore. In alternativa è possibile anche utilizzare del pesce scottato oppure optare per la carne come pollo, vitello o maiale.

 

Covid in Campania, 292 nuovi positivi

Positivi del giorno: 292

Tamponi molecolari del giorno: 9.192
Tamponi antigenici del giorno: 6.522

Deceduti: 1 (*)
* Nelle ultime 48 ore.

Report posti letto su base regionale:

Posti letto di terapia intensiva disponibili: 656
Posti letto di terapia intensiva occupati: 13
Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (**)
Posti letto di degenza occupati: 175
** Posti letto Covid e Offerta privata.

 

Sileri: “I contagi saliranno”

“I contagi continueranno a salire e forse anche noi arriveremo al livello del Regno Unito. Ma probabilmente non cresceranno altrettanto ricoveri e decessi. I parametri dei colori delle Regioni saranno adattati alla situazione epidemiologica che ha una variabile in più, la vaccinazione”. Così il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri, a Tgcom24.

Ssc Napoli, questa sera Spalletti e due azzurri incontreranno i tifosi

Questa sera, alle 21:15, in diretta da piazza Madonna della Pace, a Dimaro Folgarida, mister Luciano Spalletti e due giocatori azzurri, incontreranno i tifosi. Siamo arrivati al settimo giorno di ritiro per la Ssc Napoli. Questa mattina riposo, invece, nel pomeriggio, allenamento alle 17:30.

foto Sscnapoli