domenica, Settembre 26, 2021
HomeEconomiaPastificio Cuomo, tradizione e passione made in Gragnano

Pastificio Cuomo, tradizione e passione made in Gragnano

Quando la passione diventa arte. Quando il sacrificio si trasforma in amore. Quando la tradizione cammina verso l’innovazione. Il pastificio “Cuomo”, dal 1820, è un connubio di qualità e sapori. Una gestione familiare che guarda avanti, ai nuovi mercati, senza dimenticare mai la propria terra e le proprie origini. “La nostra mission – afferma Amelia Cuomo, tra i proprietari della storica attività – è stata quella di realizzare il sogno di non perdere la memoria che ha reso i nostri antenati celebri agli inizi dell’industrializzazione della città. Memoria, che, se non avessimo investito energie e risorse nel recupero di quei segreti di lavorazione, lenta e accurata, tipica di una pasta di semola di grano duro che ancora oggi ha il sapore di un tempo, sarebbe andata perduta”. Perché la pasta Cuomo fa la differenza? “Perché siamo pastai da duecento anni e siamo gli unici al mondo ad avere una storia così lunga e una progettualità che, parte dal passato, si esprime nel presente e si declina verso il futuro”. Una storia romantica “che parte dalla pasta passando dalla cultura e arrivando al turismo, nella creazione di un tour enogastronomico unico nel suo genere perché combina insieme attività diverse tra loro ma con un unico comune denominatore che è la pasta”.

Il pastificio “Cuomo”, situato in via Roma a Gragnano, nel corso del tempo si è diversificato con un “B&B” tematico che combina l’immagine della pasta al ruolo della donna nei diversi momenti della quotidianità, con un bistrot-ristorante, dove alla qualità viene abbinata la tipicità dei prodotti locali, e con il museo storico di famiglia, negli antichi spazi che un tempo vedevano lavorare i mastri pastai, all’interno del quale convivono documenti storici, macchinari antichi, innovazione tecnologica e realtà virtuale. “Una scelta di vita, cercando di darle un senso, scommettendo su un mercato ormai saturo ed investendo sulla cultura. Un lavoro minuzioso che si è tradotto anche in un libro di ricerca sulle origini della nostra famiglia, scritto dal professor Silvio De Maio, e che certifica la storia della nostra impresa dalle origini ad oggi”.

Il futuro, adesso, cosa vi riserva? “Tanti progetti, investimenti e missioni internazionali verso i nuovi mercati per la diffusione del format, a dimostrazione, che tornare a casa non è un fallimento ma è una vittoria”.

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti