giovedì, Ottobre 21, 2021
Homeprimo_pianoUn grande Napoli cala il poker a Udine

Un grande Napoli cala il poker a Udine

Udinese: Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir, Molina (86′ Soppy), Arslan (72′ Samardzic), Walace, Pereyra (64′ Makengo), Stryger Larsen (72′ Zeegelaar), Pussetto, Deulofeu (64′ Beto). All. Gotti.

NAPOLI: Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui (85′ Zanoli), Anguissa, Fabian Ruiz (81′ Ounas), Politano (71′ Lozano), Elmas, Insigne (71′ Zielinski), Osimhen (81′ Petagna). All. Spalletti

Arbitro: Manganiello di Pinerolo
Marcatori: 24′ V. Osimhen, 35′ A. Rrahmani, 52′ K. Koulibaly, 84′ H. Lozano
Note: ammoniti Samir, Molina, Mario Rui

UDINE – Il Napoli mette la quarta e sul rettilineo del Friuli accelera e sorpassa. Gli azzurri conquistano la quarta partita consecutiva di questo avvio di campionato in maniera travolgente ed esaltante. Il Napoli non conosce soste, vince nei giorni festivi e anche in quelli feriali, impreziosendo questo monday night con una prestazione da caratteri cubitali. Dopo una ventina di minuti Lorenzo Insigne disegna un arcobaleno che scavalca il portiere e trova nella spaccata di Osimhen la sua sublimazione. Per Victor terzo gol in 4 giorni dopo la doppietta di Leicester. Poi è lezione di tattica con uno schema da calcio da fermo che in 4 tocchi porta al tap in spettacolare di Rrahmani. Napoli in cattedra e Koulibaly ancora in copertina con un destro che si infila all’incrocio per un’altra perla dopo il gol contro la Juventus. In meno di un’ora siamo 3-0. Poi il Chucky si concede la licenza del copyright del “tiro a giro” del capitano e griffa il quarto sigillo alla Dacia Arena. Nella notte successiva alla calebrazione di San Gennaro il Napoli scioglie il sangue della passione di un intero popolo e festeggia la splendida solitudine dei numeri primi. Si ricomincia giovedì a Marassi contro la Sampdoria. Un campionato senza respiro, per un viaggio azzurro lungo un sogno…

fonte Sscnapoli

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti