domenica, Gennaio 23, 2022
HomeSportAltri sportNapoli, protagonista dell’Europa Cup di vela

Napoli, protagonista dell’Europa Cup di vela

Di Alessandra Orabona

Si è tenuta per la prima volta a Napoli, lungo lo specchio d’acqua che abbraccia l’isola di Nisida, l’Europa Cup ILCA (International Laser Class Association), definita da molti come la Champions League della Vela.

Organizzata da Accademia dell’Alto Mare e Reale Yacht Club Canottieri Savoia, in collaborazione con la Federazione Italiana Vela, la tappa napoletana  sarà valida anche come ranking nazionale 2022.

Tra gli sfidanti, i migliori atleti continentali della classe Laser/ILCA: oltre 300 giovani di età compresa tra i sedici e i trent’anni, provenienti da più di nove nazioni, tra cui  Malta, Grecia, Inghilterra, Croazia, San Marino, Finlandia, Svizzera e Italia. Eccezionalmente, è stata accettata anche una delegazione proveniente da Singapore, che ha voluto partecipare all’evento sia per l’impegno agonistico che per la bellezza della location.

In programma erano previsti quattro giorni di regate, dal 21 al 24 ottobre 2021. Tuttavia, dopo la prima giornata si è alzato un forte vento con raffiche di oltre 25 nodi che non ha permesso di completarle tutte, per cui si sono svolte soltanto due prove. Il vincitore del premio il “Trofeo Maricomlog” è stato Salvatore Falchi, primo classificato nella classe più numerosa.

«Evento importante in una location con un grande potenziale – afferma Francesco Ettorre, presidente nazionale della Federazione Italiana Vela durante la cerimonia di premiazione -. Nisida ha dato valore a questa manifestazione di carattere internazionale, credo che possa essere uno slancio per altri grandi eventi. Per il 2022 abbiamo messo in piedi un calendario di regate che speriamo sia stabile come prima della pandemia. Avremo tanti eventi internazionali, l’Italia ha dimostrato di attraversare un momento molto positivo perché le location sono molto interessanti per gli stranieri. Magari potremo tornare anche a Napoli, che ha dato il via a questa ripresa».

D’altronde, l’importante ruolo rivestito da Napoli  in queste manifestazioni sportive è testimoniato dalle Olimpiadi di Vela del 1960, tenutesi anch’esse nel Golfo partenopeo.

 

 

 

 

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti