venerdì, Maggio 27, 2022
HomeEconomiaImprese e libere professioniLavorare con un animale domestico riduce lo stress: lo dice la scienza

Lavorare con un animale domestico riduce lo stress: lo dice la scienza

Di Alessandra Orabona

La presenza di un animale domestico sul posto di lavoro è un antistress naturale, che riduce la tensione e migliora le prestazioni dei dipendenti: è quanto emerso da uno studio condotto dalla Virginia Commonwealth University sperimentato con i cani.

Una società giapponese ha subito voluto verificarne i benefici “assumendo” nove gatti nei propri uffici. La misura mira a favorire la socializzazione e comunicazione tra i dipendenti, permettendo ai gatti di muoversi liberamente tra le postazioni di lavoro.

I padroni e gli amanti dei felini sanno bene come solo la semplice presenza dei quadrupedi funga da antidepressivo naturale. Nonostante gli inconvenienti dovuti alla natura dei felini, che masticano cavi, spengono i pc, graffiano le sedie e rilasciano peli, i dipendenti non sembrano affatto dispiaciuti da questa iniziativa. Al contrario, la stessa è riuscita a creare un clima piacevole e familiare, rendendo i gatti anche un ottimo argomento di conversazione per instaurare relazioni positive con i colleghi.

Addirittura, l’azienda nipponica ha incoraggiato i dipendenti a portare a lavoro il proprio animale domestico o ad adottare un gatto bisognoso, per chi non ne possedesse già uno, potendo contare su un incentivo mensile messo a disposizione dalla società stessa.

Il nuovo trend è ormai divenuto realtà, anche in Italia, a seguito delle nuove misure di smart working. In questo contesto i dipendenti, costretti a lavorare direttamente dalle proprie abitazioni, si sono visti affiancare da nuovi colleghi: i propri amici a quattro zampe. Così, da mesi i social media sono dominati dalle immagini di migliaia di italiani nei loro “nuovi uffici” in procinto di lavorare fra gatti ed una tazza di tè.

ARTICOLI CORRELATI

I più recenti