Ricerca scientifica, accordo tra Federico II e Palazzo Reale

Siglato stamattina l’Accordo Quadro tra l’Università degli Studi di Napoli Federico II e Palazzo Reale di Napoli. La firma del rettore Matteo Lorito e del direttore Mario Epifani, avvenuta nella sala del Consiglio dell’Ateneo fridericiano, ha sancito l’inizio di una profonda e duratura collaborazione.

Un’opportunità sia per l’Università, per gli studenti, i ricercatori e i docenti dei vari dipartimenti, sia per il Palazzo Reale che apre le porte al mondo della ricerca con l’intento di tutelare il patrimonio attraverso lo studio, la valorizzazione e la conservazione dei beni.

Tra gli obiettivi dell’accordo proposto e sviluppo di progetti congiunti volti a valorizzare la ricerca scientifica e l’alta formazione sulla gestione, la valorizzazione, il recupero, la conservazione e la sviluppo dei beni dei prodotti e manufatti artistico culturali.

Saranno avviati percorsi di studio, ricerca e formazione per realizzare un modello di ‘governance’ degli interventi e dei progetti che svilupperanno su molteplici temi d’interesse con i singoli dipartimenti dell’Ateneo Fridericiano e che siano indirizzati alla tutela del patrimonio artistico e culturale di Palazzo Reale.

Già identificati i campi di azione che spaziano dalla tutela dell’ambiente, in particolare tra la facoltà di Agraria, per la tutela dei giardini, dell’area architettonica d’interesse dei dipartimenti di Architettura, restauro e Ingegneria, a quella giuridica per le garanzie dei beni culturali, ma anche del settore degli itinerari e visite grazie all’indirizzo turistico che coinvolgono il corso di studi ad indirizzo manageriale.

Green pass europeo, raggiunto l’accordo

Raggiunto l’accordo sul certificato vaccinale dell’Unione Europea, che dovrebbe consentire ai cittadini vaccinati, guariti da poco o in possesso di un recente test negativo al Covid, di viaggiare nei paesi dell’Ue.

Brexit, accordo raggiunto fra Ue e Gran Bretagna

Accordo raggiunto sul dopo Brexit fra Ue e Regno Unito:  lo hanno annunciato fonti di Londra, in contemporanea con Bruxelles, formalizzando il via libera al compromesso finale su un accordo di libero scambio. L’intesa, raggiunta in extremis, entrerà in vigore dal primo gennaio 2021.

Clima, c’è l’intesa per il taglio del 55% delle emissioni

Cambiamenti climatici, c’è l’accordo. A dare l’annuncio il presidente del Consiglio Europeo, Charles Michel: “L’Europa è  leader nella lotta contro i cambiamenti climatici. Abbiamo deciso di tagliare le emissioni di almeno il 55% entro il 2030”. Sempre su Twitter arriva anche il commento del premier, Giuseppe Conte: “Nottata intensa di lavoro al Consiglio Europeo coronata dalla chiusura positiva su Green Deal. Neutralità climatica pensando alle nuove generazioni”.

Accordo storico tra Israele ed Emirati Arabi Uniti

Svolta storica per la pace nel Medio Oriente. E’ stato elaborato un piano con Israele che sarebbe pronto a rinunciare alla discussa sovranità sulla Cisgiordania, territori occupati ormai da oltre 50 anni. L’accordo è stato annunciato dal presidente degli States, Donald Trump, che ha dato conto dell’inizio delle relazioni diplomatiche tra Israele e gli Emirati Arabi Uniti. Si tratta di “un accordo storico” secondo i partecipanti all’intesa, che hanno rilasciato una dichiarazione congiunta.