Non era sgarrupata la scuola che sognava Marcello D’Orta Educare, attrezzare per la vita, insegnare a pensare con la propria testa. Le riflessioni del maestro scrittore e il drammatico appello finale: «Quest'estate spero di essere ancora in vita»

di Marzio Di Mezza.

Roma, 23 Agosto 2019 – Era una persona semplice e amava una comunicazione semplice. Fatta di concetti essenziali ma precisi. Non tutti apprezzarono il suo libro-denuncia che, invece (oltre a regalarci lo spunto per un gioiellino del cinema italiano), diventò un modo per parlare dei problemi mai risolti di una delle nostre principali Continua a leggere