Coronavirus: «Non gettiamo nella mischia giovani medici senza tutele e garanzie» Lettera del sindacato Anaao Assomed al presidente De Luca e ai vertici della Sanità campana: «Politiche volte al risparmio, già fallimentari in passato, sarebbero un colpo mortale»

di Giulio Caccini.

Napoli, 18 Marzo 2020 – “Evitare di gettare nella mischia giovani colleghi senza tutele e garanzie e attuare metodologie che garantiscano prospettive anche nel post-emergenza”. Lo chiedono Continua a leggere

La formazione del medico in Italia: tra sogno e realtà Una figura che oggi lavora come un medico dirigente senza avere gli stessi diritti. La situazione diviene addirittura più complicata se il medico in formazione è anche donna. Ecco cosa cambierebbe con un nuovo contratto

di Pierino Di Silverio.*

Roma, 8 Novembre 2019 – Inizia un’altra giornata, fatta di scartoffie, una giornata al termine della quale sono gli occhi ad essere stanchi, le gambe e altre parti del corpo ma non le mani, quelle mani che dovranno curare un giorno i pazienti, quelle mani che un Continua a leggere

Terra dei fuochi: tra disastro ambientale e malattie La cronaca di una morte annunciata dei territori. «Le bonifiche rappresentano solo la minima parte di ciò che andrebbe fatto per arginare questa sciagura»

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 16 Settembre 2019 – Sempre più in Campania, oltre le diseguaglianze socioeconomiche, si rendono evidenti le diseguaglianze di salute in termini di mortalità.

Basti pensare che l’aspettativa di vita media nella nostra Regione è di circa 2 anni in meno Continua a leggere

Pronto Soccorso, si passa al sistema dei 5 codici Da 1 a 5, associati ad altrettanti colori, per le priorità nelle emergenze. Per la conferenza Stato-Regioni, servirà a evitare i ricoveri inappropriati, ridurre i tempi di attesa e aumentare la sicurezza delle dimissioni

di Giulio Caccini.

Roma, 5 Agosto 2019 – Rosso, Arancione, Azzurro, Verde, Bianco. Ecco i colori, con codici numerici associati, per la gestione del pronto soccorso da parte delle Regioni che cambia, di fatto, l’assetto dei servizi ma soprattutto l’approccio nelle strutture di emergenza. Continua a leggere

Il precariato nella sanità Campana un problema mai estinto Tanti professionisti non vedono riconosciuti da anni diritti fondamentali. La parziale stabilizzazione e gli avvisi di selezione sono un inizio ma non bastano

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 29 Luglio 2019 – Il precariato nella sanità Campana è un problema ancora non estinto, esistono infatti sacche di resistenza soprattutto tra la dirigenza amministrativa, sanitaria come i biologi, farmacisti, chimici, fisici eccetera, ed in via residuale ma non Continua a leggere

Progetti con fondi Europei per la riqualificazione strutturale e tecnologica ospedaliera in Regione Campania Mentre l’Europa sta affrontando una nuova crisi economica associato alla necessità di ridurre il deficit su larga scala, in aiuto vengono i Fondi strutturali. La regione conta molte strutture fatiscenti e quindi poco sicure

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 3 Giugno 2019 – La maggior parte delle strutture ospedaliere della  regione Campania sono ormai fatiscenti ed in alcuni casi poco sicure e un piano regionale di edilizia ospedaliera non ha visto ancora un concreto avvio, parallelamente l’Europa sta affrontando una nuova crisi economica associato alla necessità di ridurre il deficit su larga scala, motivo Continua a leggere

Sanità: la nota dolente delle liste di attesa A seguito di un monitoraggio effettuato nel IV° trimestre del 2018 in Campania rimane ancora lungo il percorso per ottenere una prestazione sanitaria, soprattutto per malati oncologici e anziani fragili

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 20 Maggio 2019 – La tematica “liste di attesa” rappresenta nota dolente per l’esigibilità del diritto alle cure e rappresenta una delle principali cause di migrazione sanitaria extraregionale. Continua a leggere

«Adeguare il riparto dei fondi sanitari per la Campania e le regioni meridionali» Il calcolo viene fatto su una “popolazione pesata” che penalizza fortemente le regioni del Sud. A fronte di un finanziamento più basso rispetto alle regioni settentrionali, vi sono più malati cronici ed oncologici, ad alto impatto economico

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 11 Marzo 2019 – Il sottofinanziamento delle regioni meridionali iniziato nel 1998 è dovuto ad un criterio di riparto dei fondi sanitari alle regioni basato sul “calcolo di una popolazione pesata” che penalizza fortemente le regioni dove ci sono più residenti in giovane età. Continua a leggere

«Caro Papa, io medico del Sud, le chiedo di smuovere le coscienze nel nostro Paese» L’accorata lettera di un dottore al Santo Padre: «L’Italia è malata, ma non vogliamo arrenderci alla deriva morale e alle ingiustizie sociali di cui è vittima»

di Maurizio Cappiello*.

Napoli, 27 Febbraio 2019 – Caro Papa Francesco, sono un medico del Sud che vive il proprio lavoro come una missione e cerca di garantire il rispetto dei diritti dei lavoratori ma soprattutto la difesa di un diritto alla cura e alla salute Universale senza diseguaglianze di latitudine. Continua a leggere